Tecnologia

La spinta di Stellantis sulle auto a guida autonoma: futuro possibile o sogno?

Stellantis fa un passo in più: con l'acquisizione di aiMotive si pone l'obiettivo di migliorare la tecnologia core per la guida autonoma e l’intelligenza artificiale

Stellantis sorprendere ancora il mercato dell’automotive. La multinazionale olandese nata dalla fusione fra i gruppi Fiat Chrysler Automobiles e PSA ha annunciato nelle scorse ore l’accordo per l’acquisizione di aiMotive, azienda che si occupa di sviluppare soluzioni avanzate per l’intelligenza artificiale e di software per la guida autonoma.

Stellantis e l’innovazione nel mercato auto

Non è di certo la prima volta che la holding punta sull’innovazione: già nei mesi scorsi aveva annunciato che, entro il 2030, la Maserati sarà completamente elettrica. Dimenticate – ha suggerito il CEO di Stellantis Carlos Tavares – i rombi di tuono e le marmitte fumanti: il futuro dice auto elettriche e anche Maserati ha infatti confermato che dal 2030 venderà solo modelli elettrici, anticipando di un anno la stessa mossa degli altri top player come Alfa Romeo, DS e Lancia che hanno annunciato invece lo stop alla produzione di motori endotermici nel 2025. 

Ma adesso Stellantis fa un passo in più: con l’acquisizione di aiMotive si pone l’obiettivo di migliorare la tecnologia core per la guida autonoma e l’intelligenza artificiale, ampliando di fatto bacino di talenti a livello globale e potenzia lo sviluppo a medio termine della nuova piattaforma STLA AutoDrive.

“L’acquisizione dell’eccellente tecnologia per la guida autonoma e l’intelligenza artificiale di aiMotive segna un contributo importante nel processo per divenire un’azienda tecnologica di mobilità sostenibile”, ha affermato Yves Bonnefont, Chief Software Officer di Stellantis. “Lo spirito della startup e l’autorevole competenza di aiMotive daranno slancio per raggiungere gli obiettivi del nostro piano Dare Forward 2030”.

Non è una novità: nei mesi scorsi Stellantis ha partecipato alla prova ‘live’ delle tecnologie Mec (multi-access edge computing) e di comunicazione per veicoli connessi con rete cellulare 5G condotta dalla 5G Automotive Association (5Gaa) a Blacksburg, in Virginia. La prova ‘live’ del nuovo concetto di sicurezza per i conducenti e i pedoni ha sperimentato una nuova tecnologia di roaming per la sicurezza del traffico.

Auto a guida autonoma, realtà o fantasia?

La gamma dei prodotti tecnologici di aiMotive acquisita da Stellantis è articolata su quattro aree chiave, nel settore dell’intelligenza artificiale e della guida autonoma:

  • aiDrive, stack con software integrato per la guida autonoma;
  • aiData: operazioni basate su intelligenza artificiale e data tooling;
  • aiWare: competenza e proprietà intellettuale per i microchip in silicio;
  • aiSim: simulazione software per lo sviluppo della guida autonoma .

I team software di Stellantis stanno già sviluppando le tre nuove piattaforme tecnologiche (Stla Brain, Stla SmartCockpit, Stla AutoDrive), che a partire dal 2024 saranno implementate in scala nelle quattro nuove piattaforme dei veicoli (Stla Small, Stla Medium, Stla Large, Stla Frame).

Si prevede che la strategia software, come annunciato durante il Software Day di Stellantis nel dicembre 2021, generi circa €20 miliardi di ricavi annui incrementali entro la fine del decennio, nell’ambito dell’audace piano strategico Dare Forward 2030, supportato da un investimento di €3 miliardi nell’elettrificazione e nel software.

La sede centrale di aiMotive si trova a Budapest, Ungheria, mentre gli uffici sono situati in Germania, Stati Uniti, Giappone, con oltre 200 dipendenti altamente specializzati in tutto il mondo, tra cui ingegneri con competenza sull’intelligenza artificiale avanzata e sulla guida autonoma. aiMotive opererà come consociata di Stellantis, mantenendo la sua indipendenza e la sua cultura di startup.

Il fondatore László Kishonti rimarrà ceo di aiMotive. Continuerà a vendere ad altri partner i prodotti presenti nelle tre gamme tecnologiche, inclusi aiData, aiSim e aiWare. Stellantis creerà un Consiglio di Amministrazione per monitorare aiMotive e per preservare la sua logica di startup impegnata in soluzioni di innovazione rapida. Il team di aiMotive collaborerà fianco a fianco con i team Stellantis sulla guida autonoma e sull’intelligenza artificiale. Il completamento dell’acquisizione è soggetto alle abituali condizioni di chiusura, incluso il soddisfacimento dei requisiti antitrust.

Staremo a vedere cosa accadrà.

Federica Colucci

Napoletana, classe 1990, Federica Colucci è giornalista, HR e communication specialist. Già responsabile della comunicazione dell'Assessorato al Lavoro e alle Politiche Sociali del Comune di Napoli, ha come expertise i temi del lavoro, del welfare e del terzo settore. Condirettore di FMag.it

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button