Cultura e Spettacoli

GreenBlue Days, da Taranto il vento del cambiamento per una società più sostenibile

GreenBlue Days è un progetto culturale e scientifico itinerante per il Sud che mira appunto a divulgare la cultura dello sviluppo sostenibile ed a creare le condizioni di incontro tra i tanti soggetti impegnati nel settore, coinvolgendo in particolare modo i giovani attraverso azioni concrete.

I giovani saranno al centro della seconda edizione di GreenBlue Days che farà tappa a Taranto dopo Napoli. Due città al centro dell’attenzione all’ambiente e della necessità di dare una svolta decisiva. Svolta ben rappresentata dal tema scelto per l’edizione che coinvolgerà Taranto dal 9 all’11 ottobre:  Vento, protagonista anche dell’apertura dell’evento con una Veleggiata nelle acque del Golfo.

“Vento del cambiamento, vento capace di far germinare idee, di creare sinergie, di fare networking e di vincere le sfide. Chi da Taranto va via per allargare i propri orizzonti difficilmente vi fa ritorno e questo è un enorme problema per un territorio ricco di risorse e di possibilità. Serve un cambio di mentalità”, commentano le ideatrici del progetto e fondatrici di GreenBlue Days Sonia Cocozza – Creative Director, Rosy Fusillo – Project & Design Manager, Elisabetta Masucci – Event Manager.

Tre donne che stanno operando per contaminare i territori con il loro lavoro sullo sviluppo sostenibile che a Taranto si svilupperà attraverso i forum e i workshop nell’ex convento di San Francesco – Sede del Dipartimento Jonico dell’Università degli Studi di Bari Aldo Moro mentre le exhibition si terranno al Castello Aragonese di Taranto.

Cos’è GreenBlue Days

GreenBlue Days è un progetto culturale e scientifico itinerante per il Sud che mira appunto a divulgare la cultura dello sviluppo sostenibile ed a creare le condizioni di incontro tra i tanti soggetti impegnati nel settore, coinvolgendo in particolare modo i giovani attraverso azioni concrete.

Tre giorni che vedranno protagonisti oltre duecento soggetti del mondo della ricerca e dell’università, istituzionale, imprenditoriale, associativo e giovanile finalizzati alla comunicazione multidimensionale della sostenibilità secondo una visione integrata delle diverse realtà: ambientale, economica, sociale. Madrina e ambasciatrice anche della seconda edizione Veronica Maya, conduttrice televisiva RAI.

“GreenBlue Days è un progetto coordinato dall’Istituto di Ricerca su Innovazione e Servizi per lo Sviluppo del Consiglio Nazionale delle Ricerche.  Il CNR IRISS è impegnato nello sviluppo di progetti di ricerca sui processi collaborativi e di innovazione sociale. Il fine è quello di costruire il collegamento tra le comunità e l’ambiente che li circonda, rendendole partecipi nel pianificare e gestire città sostenibili. Questo in linea anche con gli obiettivi dei ‘Sustainable Development Goals’ (SDGs) dell’Agenda 2030, in particolare con il goal 11 Città e comunità sostenibili”, ha dichiarato Massimo Clemente, Direttore del CNR IRISS, chair dell’evento con Antonio Uricchio Presidente del Consiglio Direttivo dell’Agenzia Nazionale di Valutazione del Sistema Universitario e della Ricerca (ANVUR).

Uno stimolo ed un orientamento per migliorare e andare nella direzione che l’Agenda 2030 delle Nazioni Unite indica per lo sviluppo sostenibile con il mare sempre protagonista e infatti tra le iniziative previste, in particolare, ci sono le visite a bordo della nave idro-oceanografica Magnaghi della Marina Militare.

Per questa seconda edizione vogliamo coinvolgere in modo più concreto la GEN Z che molto spesso preferisce andar via dal nostro territorio Sud. L’obiettivo è contribuire, tramite le visioni delle nuove generazioni, a definire strategie innovative di sostenibilità in grado di incentivare la nascita di nuove attività imprenditoriali e di nuovi progetti, estendere e contaminare i contesti di ricerca e produzione a livello locale ed in particolare nei territori del Sud Italia”, spiegano le ideatrici del progetto e fondatrici di GreenBlue Days Sonia Cocozza – Creative Director, Rosy Fusillo – Project & Design Manager, Elisabetta Masucci – Event Manager.

Enrico Parolisi

Giornalista, addetto stampa ed esperto di comunicazione digitale, si occupa di strategie integrate di comunicazione. Insegna giornalismo e nuovi media alla Scuola di Giornalismo dell'Università Suor Orsola Benincasa. Aspirante re dei pirati nel tempo libero.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button