Sociale

Il Natale ad economia solidale e circolare con l’e-commerce di Fondazione Con il Sud e Gioosto

Per il Natale 2021 la parola d’ordine è: solidarietà. Ma anche economia circolare, valorizzazione dei territori, riconoscimento del valore aggiunto che spesso resta celato dietro i progetti del Terzo Settore.

Fondazione Con il Sud, con la volontà di mettere in vetrina e dare rilievo alle esperienze più valorose che nascono da progetti sociali e di solidarietà, ha lanciato una collaborazione con Gioosto, l’e-commerce etico e sostenibile, per promuovere l’acquisto dei prodotti realizzati dalle organizzazioni di Terzo settore coinvolte dai progetti sostenuti dalla Fondazione.

L’obiettivo esplicito è di facilitare e favorire la vendita online di prodotti “buoni manco a dirlo” e con un grande valore aggiunto: ognuno, infatti, racchiude storie di resilienza che interessano persone e comunità, che ogni giorno si adoperano per una società più inclusiva e sostenibile. In una parola, una società più giusta.

Fondazione Con il Sud e Gioosto, il progetto

Carlo Borgomeo, presidente della Fondazione Con il Sud, spiega: “Vogliamo rendere partecipe e responsabile anche il cittadino-consumatore che, attraverso l’acquisto dei prodotti, decide di premiare il ‘cambiamento’ promosso dalle organizzazioni non profit al Sud, contribuendo a non farlo arrestare. Un processo che si basa sulla promozione della coesione sociale, è orientato alla ‘sostenibilità sociale’ e incide sullo sviluppo“.

Attraverso l’acquisto di questi prodotti si sceglie di aiutare direttamente le organizzazioni, giovani, donne e uomini, che hanno avuto il coraggio di non mollare e di guardare con fiducia al futuro, impegnandosi con la comunità attraverso la promozione della legalità e il riuso dei beni confiscati alle mafie, il recupero e la valorizzazione di terreni incolti o abbandonati, avviando percorsi di inclusione che interessano persone con disabilità, donne vittima di violenza, persone detenute, giovani italiani e stranieri, ragazzi a rischio.

Quelli disponibili sul portale sono prodotti “realizzati con amore per la terra e rispetto per le persone – sostengono dalla Fondazione – Vini, olio, sughi e salse, legumi, friarielli e cime di rapa, confetture e dolciumi, mascherine, borse e accessori, fino ad arrivare ai cosmetici“, per esempio la manna, che non è una sostanza ‘che non cade dal cielo’, ma che viene estratta con sapienza e pazienza dai frassini di Castelbuono.

Sono il dato tangibile del processo di cambiamento, in atto nelle regioni del Sud Italia, messo in moto da una rete di oltre 6.700 organizzazioni attraverso più di 1.300 progetti, sostenuti dalla Fondazione Con il Sud.

Hanno già aderito alla campagna: Consorzio Manna Madonita, Consorzio Nco – Nuova Cooperazione Organizzata, Consorzio Sale della Terra, Cooperativa sociale Al di là dei sogni, Cooperativa sociale Altereco, Cooperativa sociale E.v.a. Cooperativa sociale Etnos, Cooperativa sociale Filodolio, Cooperativa sociale L’Arcolaio, Cooperativa sociale Lazzarelle, Cooperativa sociale Litografi Vesuviani, Cooperativa sociale Pietra di scarto, Cooperativa sociale Stalker, Cooperativa sociale Verbumcaudo, Cotti in fragranza, Goel Bio, Made in carcere.

Negli anni Fondazione Con il Sud, offrendo ai progetti sostenuti una vetrina sul proprio sito e sui social durante il periodo natalizio, ha potuto constatare le difficoltà nell’incontro tra domanda e offerta, per l’assenza di canali ufficiali di e-commerce e per oggettive complessità nell’acquisto dei prodotti.

Criticità che penalizzano sia gli acquirenti, che le organizzazioni sul piano economico e sulla possibilità reale di diffondere modelli di sviluppo e di economia sostenibile, a livello ambientale e sociale. Da qui, la sperimentazione avviata in collaborazione con Gioosto, piattaforma di vendita online di NeXt Social Commerce, esperienza di Terzo settore nata anche con il sostegno della Fondazione Con il Sud, per ridurre le difficoltà e aumentare la scelta dei prodotti da un Sud Italia che si adopera per il cambiamento in maniera agevole.

Federica Colucci

Napoletana, classe 1990, Federica Colucci è giornalista, HR e communication specialist. Già responsabile della comunicazione dell'Assessorato al Lavoro e alle Politiche Sociali del Comune di Napoli, ha come expertise i temi del lavoro, del welfare e del terzo settore. Condirettore di FMag.it

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button