Sociale

I’Mperfetta Project, l’agenzia di moda inclusiva e body positive

Chi l'ha detto che la bellezza è perfezione? Arriva I'Mperfetta Project, la "real people agency" che fa dell'inclusione e del body positive la sua battaglia

I canoni estetici della bellezza che vogliono le donne sempre più magre, belle, ritoccate e perfette negli ultimi tempi sono stati messi in discussione: dalle sfilate alle pubblicità, piano piano la società sta reagendo alla dittatura del corpo giovane e perfetto per riscoprire la bellezza inclusiva, autentica, naturale che rende ogni donna unica per come è. La rivoluzione passa anche per i social network, come nel caso di I’Mperfetta Project, un’iniziativa nata su Instagram per costruire una community di donne, tutte diverse, ed elogiarne la bellezza attraverso le loro imperfezioni.

I’Mperfetta Project, dai social alla moda inclusiva

Partendo dai social, il progetto ha coinvolto velocemente tantissime protagoniste, che hanno accettato di raccontare la loro storia, trasmettendo pubblicamente un messaggio di body positive e un invito all’accettazione così come all’inclusione sociale. Dato il successo ottenuto, con più di 6.000 follower in poco tempo, il progetto si è trasformato in un’agenzia di moda inclusiva, che si pone l’obiettivo di abbattere i pregiudizi, superando l’idea di bellezza perfetta e stereotipata imposta dalla società, e proponendo le sue ‘muse imperfette’ al mondo della moda e dei media.

L’idea è di Carlotta Giancane, che per I’Mperfetta Project lavora insieme a un team tutto al femminile under 40, composto da cinque professioniste. “Le nostre muse non sono dei manichini, esprimono se stesse attraverso le proprie qualità rare e il proprio talento”, afferma la project manager, romana d’adozione ma di origini pugliesi. Dichiarando, in merito all’iter di selezione delle candidate: “Non poniamo limiti di misure, altezza, età o peso, non vogliamo che cambino nulla del proprio aspetto. Non chiediamo di pagare niente, né di fare book fotografici. Non siamo alla ricerca di modelle, ma di persone che vogliano mettersi in gioco, raccontando casi ispirazionali per le donne e non solo”.

La Real People Agency di I’Mperfetta è oggi composta da più di 70 muse di età compresa tra i 16 e i 60 anni, fieramente rappresentate da curve, cellulite, macchie e rughe, pubblicate sia sul sito internet del progetto che sul nuovo account Instagram @imperfettamodels. Donne che nella vita reale sono, oltretutto, vere creative oppure appassionate di arte, musica, spettacolo e moda.

“Un altro dei nostri scopi è promuovere le loro capacità e i loro talenti, facendoli conoscere alla gente”, conclude Giancane. All’iniziativa, inoltre, hanno recentemente aderito alcune già note tra cui l’atleta paralimpica Francesca Cipelli e l’attrice e cantante Stella Pecollo, autrice del libro ‘Io sono bella – La leggerezza non è questione di peso’. Per entrare a far parte di I’Mperfetta Project è possibile inviare un’e-mail con il racconto della propria storia e alcune foto, il più naturali possibile, all’email casting@imperfettaproject.com.

Intanto continua anche su Instagram il social casting per selezionare le nuove muse imperfette, che diventeranno ‘ambassador’ dell’iniziativa. Per candidarsi basta pubblicare una foto o un breve video con il tag @imperfettaproject.

Federica Colucci

Napoletana, classe 1990, Federica Colucci è giornalista, HR e communication specialist. Già responsabile della comunicazione dell'Assessorato al Lavoro e alle Politiche Sociali del Comune di Napoli, ha come expertise i temi del lavoro, del welfare e del terzo settore. Direttore editoriale di FMag.it

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button