Economia

Voucher TEM digitali: il bando per l’export delle PMI

Invitalia promuove i voucher TEM digitali, per favorire l'internazionalizzazione delle micro, piccole e medie imprese tessili italiane

Invitalia ha dato il via al bando “voucher TEM digitali”, il programma lanciato dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale in favore delle piccole imprese italiane che ha la finalità di inserire in azienda i temporary export manager (TEM), figure specializzate con competenze digitali in grado di accompagnare e potenziare i processi di internazionalizzazione delle piccole, medie e micro imprese del settore tessile.

Cosa fa un Temporary Export Manager

Il temporary export manager (TEM), come spiegato da ExportMe, è un professionista che cura in outsourcing l’ufficio commerciale di un’azienda al fine di svilupparne o consolidarne le vendite in mercati esteri.

Le attività svolte, in concerto con l’impresa, prevedono l’analisi dei mercati, dei prodotti e dei competitor. Assiste e coadiuva l’azienda in tutte le fasi del processo di vendita all’estero, dal controllo della solvibilità di potenziali clienti alla finalizzazione degli ordini.

Lo scopo di un TEM è sviluppare le vendite all’estero delle piccole medie imprese intervenendo in tutte le fasi del percorso commerciale export.

Il bando “voucher TEM digitali

In un’ottica di crescita, globalizzazione ed espansione dei mercati, nonché della valorizzazione del made in italy, il bando “voucher TEM digitali” mette a disposizione, in regime de minimis, 20.000 € per impresa e passa a 30.000 € se vengono raggiunti gli obiettivi previsti di crescita di fatturato export e di quota delle esportazioni sul fatturato totale.

Il voucher è destinato alle piccole imprese del settore manifatturiero, con meno di 50 addetti, che hanno necessità di assistenza professionale per avviare o accrescere la loro proiezione sui mercati esteri.

Per partecipare al bando sono ammesse anche le reti tra micro e piccole imprese. Per utilizzare il voucher, le imprese dovranno stipulare con i TEM, o le società di TEM, iscritti nell’apposito elenco del Ministero. Le prestazioni devono avvenire nell’ambito di un contratto di consulenza manageriale della durata di 12 mesi per le micro e piccole imprese e della durata di 24 mesi per le reti.

La domanda si presenta esclusivamente online tramite procedura informatica, attraverso il link alla piattaforma web che sarà pubblicato sulla pagina del sito Invitalia.

TEM, come iscriversi

Il decreto del Ministro degli Esteri del 18 agosto 2020 istituisce l’elenco dei Temporary Export Manager (TEM) e delle società di TEM con competenze digitali, abilitati a erogare i servizi oggetto dell’agevolazione.

Possono richiedere l’iscrizione all’elenco i professionisti e le società competenti in processi di sviluppo d’impresa e di digital transformation per l’export, che hanno maturato significative esperienze di affiancamento manageriale nei percorsi di internazionalizzazione d’impresa.

L’elenco contiene le stesse informazioni sia per i professionisti che per le società, ovvero:

  • codice domanda (equivalente e numero di iscrizione all’elenco)
  • nome/denominazione
  • partita IVA
  • PEC
  • regioni dove prestare i servizi
  • eventuali indirizzi web utili a rappresentare le competenze

I professionisti intenzionati a iscriversi nell’elenco dei Temporary Export Manager con competenze digitali istituito dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale potranno trovare informazioni aggiornate sul sito Invitalia.

Come funziona il bando “voucher TEM digitali”

Il contributo del voucher, come già detto, è concesso in “regime dei minimis”. In particolare le cifre riguardano:

  • 20.000 euro alle micro e piccole imprese a fronte di un contratto di consulenza di importo non inferiore, al netto dell’Iva, a 30.000 euro
  • 40.000 euro alle reti a fronte di un contratto di consulenza di importo non inferiore, al netto dell’Iva, a 60.000 euro

È possibile ricevere un contributo aggiuntivo di 10.000 euro se si raggiungono i seguenti risultati sui volumi di vendita all’estero:

  • incremento di almeno il 15% del volume d’affari derivante da operazioni verso paesi esteri registrato nell’esercizio 2022, rispetto allo stesso volume d’affari registrato nell’esercizio 2021
  • incidenza – nell’esercizio 2022 – almeno pari al 6% del volume d’affari derivante da operazioni verso paesi esteri sul totale del volume d’affari

Presentazione della domanda

Per partecipare al bando “voucher TEM digitali” sono previste due fasi:

  • una finestra temporale dalle ore 10.00 del 9 marzo 2021 alle ore 17.00 del 22 marzo 2021 per compilare la domanda, firmarla digitalmente e caricarla sul sistema di Invitalia, ricevendo un identificativo di domanda e un codice di predisposizione della domanda
  • una successiva finestra temporale dal 25 marzo al 15 aprile 2021, dalle ore 10.00 alle ore 17.00, con esclusione dei giorni festivi e prefestivi, in cui la domanda può essere presentata indicando l’identificativo di domanda e il codice di predisposizione della domanda ricevuto nella fase precedente. L’orario di arrivo, prodotto su apposita ricevuta, determinerà l’ordine cronologico di ammissione ai contributi.

Prima di redigere e inviare la domanda si ricorda che è necessario:

  • registrarsi tramite SPID
  • dotarsi di una firma digitale
  • disporre di un indirizzo di posta elettronica certificata (PEC) valido e attivo, poiché tutte le comunicazioni tra Invitalia e le imprese avverranno esclusivamente via PEC.

Federica Colucci

Napoletana, classe 1990, Federica Colucci è giornalista, HR e communication specialist. Già responsabile della comunicazione dell'Assessorato al Lavoro e alle Politiche Sociali del Comune di Napoli, ha come expertise i temi del lavoro, del welfare e del terzo settore. Direttore editoriale di FMag.it

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button