Innovazione

Connessioni di rete europee: Connecting Europe Facility mette a disposizione 277 milioni di euro

È stata pubblicata la seconda tranche di call nell’ambito del programma “Connecting Europe Facility” (CEF): sono disponibili otto tipologie diverse di bandi a seconda dell’argomento di interesse.

L’obiettivo principale del Connecting Europe Facility è quello di sostenere progetti per reti sicure, veloci e ad alta capacità, dorsali di rete (backbone), comprese comunicazioni quantistiche, cloud federation e cavi sottomarini, rafforzando le reti che collegano le aree rurali, periferiche e d’oltremare.

Cos’è il progetto Connecting Europe Facility

Infatti, il progetto Connecting Europe Facility sostiene lo sviluppo di reti transeuropee ad alte prestazioni, sostenibili ed efficientemente interconnesse nei settori dei trasporti, dell’energia e dei servizi digitali. Gli investimenti del CEF colmano gli anelli mancanti nella dorsale europea dell’energia, dei trasporti e del digitale.

Il Connecting Europe Facility avvantaggia le persone in tutti gli Stati membri, poiché rende i viaggi più facili e più sostenibili, migliora la sicurezza energetica dell’Europa consentendo al contempo un uso più ampio delle energie rinnovabili e facilita l’interazione transfrontaliera tra pubbliche amministrazioni, imprese e cittadini.

Oltre alle sovvenzioni, il Connecting Europe Facility offre sostegno finanziario ai progetti attraverso strumenti finanziari innovativi come garanzie e project bond. Questi strumenti creano un effetto leva significativo nell’utilizzo del bilancio dell’UE e fungono da catalizzatore per attrarre ulteriori finanziamenti dal settore privato e da altri attori del settore pubblico.

I progetti aperti di Connecting Europe Facility

Di seguito l’elenco dei progetti aperti di Connecting Europe Facility e i relativi dettagli:

European Quantum Communication Infrastructure – The EuroQCI initiative – Works:

verrà cofinanziato lo sviluppo e l’implementazione di componenti della rete dorsale terrestre per sostenere collegamenti transfrontalieri tra due o più reti nazionali di comunicazione quantistica negli Stati membri e/o sul collegamento tra i segmenti terrestri e spaziali di EuroQCI.

Questo bando supporta le seguenti azioni:

  • rafforzamento delle reti dorsali quantistiche terrestri transfrontaliere per l’interconnessione transfrontaliera;
  • collegamento con il segmento spaziale di EuroQCI, sviluppato nell’ambito del programma Secure Connectivity;
  • fornitura di collegamenti in fibra tra EuroQCI e una rete paneuropea di Security
  • Operation Centers (SOC).

Sono disponibili 90 milioni € per le azioni del primo bando di Connecting Europe Facility.

Interconnection of backbone networks for cloud federations – Studies:

verranno finanziate le ricerche nell’ambito dei collegamenti Gigabit per l’interconnessione tra i driver socioeconomici, ossia le pubbliche amministrazioni, enti pubblici o privati incaricati della gestione di servizi di interesse generale (SGI) o di servizi di interesse economico generale (SIEG) e reti backbone per le cloud federation. Le attività finanziate saranno:

  • analisi delle esigenze di investimento relative allo sviluppo e alla diffusione di infrastrutture transfrontaliere e nazionali per le interconnessioni cloud e le interconnessioni cloud con HPC e infrastrutture edge sia a livello fisico, tenendo conto della sostenibilità;
  • studio della sovranità economica delle alternative impiegate;
  • indagine dei fabbisogni tecnologici e dell’impronta di carbonio rilevanti per l’interconnessione delle reti e risorse;
  • analisi dei rischi per la sicurezza informatica.

Sono disponibili 3 milioni di euro per le ricerche in questo ambito di Connecting Europe Facility.

Backbone connectivity for Digital Global Gateways – Works:

l’obiettivo della call è diffondere reti nell’ambito della strategia di accesso globale digitale dell’UE, contribuendo a rafforzare la qualità della connettività all’interno dell’Unione e con i paesi terzi. Chi partecipa, dovrà utilizzare tecnologie neutrali per rafforzare la connettività e stimolare il mercato.
Il finanziamento per questo bando di Connecting Europe Facility è di 100 milioni di euro, fondo che contiene anche la parte della ricerca.

5G coverage along transport corridors – Studies:

questo bando sostiene le azioni preliminari per i progetti di implementazione a sostegno degli investimenti in aree difficili, in cui le forze di mercato da sole non riescono a fornire i servizi 5G con la
necessaria qualità del servizio, coinvolgendo due o più Stati membri.
Il budget della call per le azioni e le ricerche di questa parte di Connecting Europe Facility è pari a 28 milioni di euro.

5G coverage along transport corridors – Works: verranno finanziate attività che supportano gli investimenti in aree difficili, in cui i servizi 5G non riusciranno a essere adottati con la necessaria qualità del servizio. L’obiettivo è fornire connettività lungo i principali percorsi di trasporto europei, nelle tratte transfrontaliere che coinvolgono due o più Stati membri, con un tasso di cofinanziamento del 50%

Alle azioni di coordinamento e supporto verrà destinato un sostegno di 2 milioni €.

Preparation of works for Operational digital platforms:

la call finanzian di Connecting Europe Facility la realizzazione di piattaforme digitali per sostenere gli obiettivi ambientali ed energetici dell’UE a fronte della crisi energetica in corso, fornendo sia tecnologie che connettività. Questa azione di coordinazione e supporto preparerà progetti di lavoro futuri identificando in questi ambiti:

  • studio esplorativo per identificare i casi d’uso nell’energia e nella mobilità;
  • analisi di fattibilità per i casi preselezionati;
  • preparativi dettagliati per i casi selezionati;
  • assistenza ai progetti provenienti dal primo bando.

Saranno finanziati 4 milioni € per questo bando di Connecting Europe Facility.

Integration of 5G with edge computing and federated cloud facilities:

questa azione di coordinazione e supporto di Connecting Europe Facility raccoglierà informazioni sui progetti nell’ambito dei programmi europei e nazionali e sulle principali iniziative del settore privato con
lo scopo di collegare le infrastrutture 5G lungo i corridoi di trasporto e le comunità intelligenti 5G al nodo perimetrale e all’infrastruttura cloud federata. Gli obiettivi sono:

  • soddisfare i requisiti di servizio per la mobilità connessa e automatizzata;
  • generare efficienza di mercato: la piattaforma globale 5G-edge-cloud dovrebbe soddisfare le esigenze di varie comunità e settori, in particolare il settore socioeconomico e quello della mobilità.

Per questa azione di coordinazione e supporto sono stati stanziati 6 milioni di €.

Infine, l’ultima call aperta di Connecting Europe Facility è 5G for Smart Communities – Works:

questo bando finanzierà i progetti che:

  • implementano le infrastrutture 5G in grado di fornire una connettività innovativa (come prestazioni Gigabit, alta densità di utenti, copertura onnipresente, capacità di connettere dispositivi IoT, bassa latenza e affidabilità) in grado di supportare modalità innovative per migliorare la fornitura di servizi pubblici e SIG o SIEG;
  • raggruppano le reti 5G distribuite con uno stack middleware cloud-to-edge in grado di supportare i casi d’uso e le applicazioni ad alta intensità di dati richiesti dai SED coinvolti.

Alle attività verranno concessi 50 milioni €.
Possono partecipare alle call Connecting Europe Facility Digital: le persone giuridiche, gli enti pubblici o privati (comprese le joint venture) con sede nei paesi dell’UE, inclusi Paesi o Territori d’Oltremare. La scadenza delle call di Connecting Europe Facility è fissata per il prossimo 23 febbraio 2023: per maggiori informazioni si consiglia di visionare il bando.

Federica Colucci

Napoletana, classe 1990, Federica Colucci è giornalista, HR e communication specialist. Già responsabile della comunicazione dell'Assessorato al Lavoro e alle Politiche Sociali del Comune di Napoli, ha come expertise i temi del lavoro, del welfare e del terzo settore. Condirettore di FMag.it

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button