Green

Impianti green, al via il bonus: pronto il credito di imposta per pannelli fotovoltaici da marzo 2023

Pronto il bonus, sotto forma di credito di imposta, per quanti acquisteranno impianti green ad energia pulita entro il 31 dicembre 2022

Quanto conviene investire in impianti green nella propria casa? Stando all’attuale congiuntura economica, la risposta potrebbe essere scontata: con i costanti aumenti dei costi dell’energia e le indicazioni della comunità europea che spingono ad utilizzare impianti green anche per le abitazioni, dotarsi di pannelli fotovoltaici per l’energia domestica potrebbe essere la scelta giusta per risparmiare sulle spese.

Inoltre, in queste ore l’Agenzia delle Entrate ha reso noto che è pronto a partire il bonus per l’installazione di sistemi di energia collegati ad impianti green: vediamo di cosa si tratta.

Impianti green e credito di imposta: di cosa si tratta

Sebbene vi siano alcune perplessità sulla misura – e vedremo perché – la notizia c’è: l’Agenzia delle Entrate ha diffuso le istruzioni per usufruire del bonus, in forma di credito d’imposta, per l’acquisto e l’utilizzo di impianti green (soprattutto domestici).

L’agevolazione sugli impianti green è stata prevista dalla Legge di Bilancio 2022 per le spese sostenute dal primo gennaio al trentuno dicembre 2022 ed è stata approvato, in queste ore, il modello di istanza da trasmettere all’Ente.

Quello che fa sorridere – e sperare che non si tratti poi di una misura controproducente – è che ad oggi non è stato ancora quantificata la percentuale del credito d’imposta per coloro che si doteranno di impianti green: insomma, non è un buon modo per incentivare la transizione ecologica anche per le utenze domestiche.

La notizia certa è che per l’anno 2022 sono stati stanziati tre milioni di euro, che saranno poi utilizzati per il credito d’imposta.

Chi può beneficiare della misura

Il credito d’imposta riconosciuto per le spese di installazione di sistemi di accumulo dell’energia collegati ad impianti green alimentati da fonti rinnovabili, come i pannelli fotovoltaici, è rivolto alle persone fisiche che, dal 1° gennaio al 31 dicembre 2022, hanno sostenuto spese documentate relative all’installazione di sistemi di accumulo integrati in impianti di produzione elettrica alimentati da fonti rinnovabili, anche se già esistenti e beneficiari degli incentivi per lo scambio sul posto (Dl n. 91/2014).

Come anticipato nel paragrafo precedente, solo con successivo provvedimento l’Agenzia delle Entrate, sulla base del rapporto tra ammontare delle risorse stanziate (3 milioni di euro per il 2022) e ammontare complessivo delle spese agevolabili indicate nelle istanze, renderà nota la percentuale del credito d’imposta spettante a ciascun soggetto.

L’istanza andrà comunque inviata dal 1° marzo al 30 marzo 2023 esclusivamente con le modalità telematiche, utilizzando il servizio web disponibile nell’area riservata del sito internet dell’Agenzia delle Entrate, direttamente dal contribuente o tramite un intermediario. Entro 5 giorni dall’invio viene rilasciata una ricevuta che attesta la presa in carico della domanda (o lo scarto, con le relative motivazioni).

Il bonus per l’acquisto di impianti green è utilizzabile nella dichiarazione dei redditi relativa al periodo d’imposta 2022, in diminuzione delle imposte dovute e l’eventuale ammontare non utilizzato potrà essere fruito negli anni successivi.

Federica Colucci

Napoletana, classe 1990, Federica Colucci è giornalista, HR e communication specialist. Già responsabile della comunicazione dell'Assessorato al Lavoro e alle Politiche Sociali del Comune di Napoli, ha come expertise i temi del lavoro, del welfare e del terzo settore. Condirettore di FMag.it

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button