Sociale

Empowerment femminile e rappresentanza: Prime Minister apre il corso per le adolescenti

"Le donne possono essere tutto. Anche Prime Ministre". Uno spazio di formazione, di ascolto e di confronto con esperte, docenti e formatrici per supportare i percorsi verso il futuro delle ragazze dai 14 ai 19 anni.

Nei giorni scorsi è partito il processo di selezione per le nuove generazioni di Prime Minister, la scuola di formazione politica “femminista”, che rinnova per la quarta volta il suo impegno volto a contrastare lo stigma della rappresentanza femminile nelle istituzioni, lavorando con le giovani adolescenti in direzione della consapevolezza, della formazione e del networking al femminile.

Una presa di posizione forte, come recita il claim della Scuola: “Le donne possono essere tutto. Anche Prime Ministre”. Uno spazio di formazione, di ascolto e di confronto con esperte, docenti e formatrici per supportare i percorsi verso il futuro delle ragazze dai 14 ai 19 anni.

Come funziona la scuola di Prime Minister

La scuola di Prime Minister in tutta Italia e a Napoli ha aperto – fino al 10 ottobre – la selezione per le prossime Prime Minister: in un momento complicato per il Paese le elezioni e il processo di formazione del nuovo governo stanno facendo emergere alcune riflessioni importanti. Spiccano in particolare l’astensionismo giovanile e la scarsa rappresentanza femminile all’interno dei partiti.

Ad affrontare entrambi i problemi sarà proprio il corso di formazione di Prime Minister, Scuola di Politica per giovani donne dai 14 ai 19 anni, nata al Mezzogiorno e presente su scala nazionale. L’iscrizione è gratuita ed è possibile candidarsi online.

Le lezioni riguarderanno argomenti poco trattati nelle aule scolastiche come il diritto costituzionale, l’ambientalismo, i vari tipi di discriminazione, la sessualità e il rapporto tra dati e linguaggio. Il progetto interesserà l’intero territorio napoletano, dalle periferie al centro storico. Attraverso il sito e i canali ufficiali (Facebook, Instagram e Linkedin) sarà possibile trovare aggiornamenti su form da compilare, i prossimi appuntamenti e le scadenze da rispettare.

“Nel team è forte l’entusiasmo nell’inaugurare la quarta edizione napoletana – ha dichiarato Angela Laurenza, ingegnera e cofondatrice di Prime Minister – e la nostra speranza è di apportare un cambiamento significativo nella società fornendo strumenti utili per capire il mondo intorno a noi”.

Una volta concluso il processo di selezione si inizierà il 22 ottobre con una riflessione su patriarcato e comportamenti tossici e a intervenire saranno figure istituzionali e testimonial del mondo culturale e sociale.

Un percorso che non è solo teorico ma che ha come obiettivo un impegno concreto ed efficace sul territorio da parte delle giovani generazioni. Queste ultime saranno infatti promotrici di alcune iniziative di attivismo civico come La Ginestra, movimento ambientalista che propone alternative al fast fashion, e Angulus, mostra itinerante contro gli stereotipi di genere. O ancora ci si potrà dedicare alla formulazione di una proposta di legge da presentare in Parlamento, riguardante la rappresentanza studentesca in Italia.

Redazione

Questo è lo spazio dedicato ai contenuti redazionali generici di FMag.it.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button