Tecnologia

Cybersecurity: NTT DATA avvia 1000 nuove assunzioni nei prossimi cinque anni, 200 entro fine anno

“Queste opportunità rappresentano una nuova partenza per i giovani che saranno coinvolti: tra formazione, mentoring e programmi di empowerment, il nostro sistema è pensato perché i giovani che ci scelgono arrivino per poi restare”.

NTT DATA, multinazionale giapponese nel settore dell’IT, dà il via a un ambizioso piano di assunzioni nel settore della cybersecurity e punta entro i prossimi cinque anni a inserire in azienda mille nuove risorse, quasi raddoppiando l’organico attuale specializzato in sicurezza digitale.

Obiettivo del 2022 è raggiungere già quota 200 nuove assunzioni, posizioni aperte in tutte le sedi italiane per i profili di Cybersecurity Architect, Cybersecurity Advisor, specialisti di soluzioni di gestione dell’identità e in ambito Threat detection e incident response. Background richiesto: IT e nuove tecnologie, con focus specifico sulle tematiche di cybersecurity includendo gli aspetti di natura tecnologica, organizzativa e normativa.

Le prospettive per il futuro di NTT DATA

Attualmente nell’area Cybersecurity di NTT DATA Italia sono già impiegati quasi 800 professionisti, più dell’80% ha meno di 30 anni. Questo programma di assunzioni si inserisce in un vasto progetto aziendale di miglioramento e ampliamento dei servizi nel settore, che dà seguito agli investimenti annunciati lo scorso novembre: 200 milioni di euro e 5.000 nuove assunzioni totali entro il 2025.

Il piano di assunzioni mira a rispondere a una delle nuove principali sfide del mondo del lavoro, quello della digitalizzazione, di cui si è discusso in occasione della tavola rotonda organizzata da IAI – Istituto Affari Internazionali Tra cloud e cyber security: rischi, opportunità e nuove competenze per la digitalizzazione della Pubblica Amministrazione”, a cui NTT DATA ha partecipato portando il punto di vista delle aziende sulla formazione delle competenze a supporto della transizione digitale.

Walter Ruffinoni, CEO di NTT DATA Italia, nel corso della tavola rotonda ha parlato anche della necessità di creare un ecosistema virtuoso in grado di attrarre e mantenere i nostri talenti e ha commentato:

In un momento di profonda e rapida trasformazione digitale, la cybersicurezza sta diventando oggi un tema sempre più centrale. Gli investimenti del PNRR rappresentano un’opportunità che non possiamo non cogliere, ma devono essere accompagnati da iniziative di supporto per la formazione delle competenze digitali. In NTT DATA abbiamo sempre creduto fermamente nell’importanza di fare sistema con gli altri attori dello scenario tecnologico del Paese per cogliere queste innumerevoli sfide”.

I candidati ideali in NTT DATA

Professionisti giovani e dinamici, attratti dalle possibilità di formazione aggiuntiva e dalle attività di inserimento che l’azienda propone: questo l’identikit del candidato che ricerca NTT DATA. Durante il primo anno di lavoro, infatti, i neoassunti operano esclusivamente in team, sono affiancati da un tutor e possono conseguire certificazioni riconosciute a livello nazionale e internazionale, finanziate interamente dall’azienda. Molte le partnership attive con le Università, tra cui quella con il Politecnico di Milano e l’Università Bocconi da cui provengono dieci dei novanta neoassunti 2021.

Il percorso lavorativo che costruiamo insieme a ciascuno dei nostri dipendenti è ritagliato sulle loro esigenze, aspirazioni e predisposizioni” – ha commentato Dolman Aradori, Head of Security di NTT DATA Italia. – “Queste opportunità rappresentano una nuova partenza per i giovani che saranno coinvolti: tra formazione, mentoring e programmi di empowerment, il nostro sistema è pensato perché i giovani che ci scelgono arrivino per poi restare”.

È possibile candidarsi inviando il proprio curriculum sul sito dedicato.

Redazione

Questo è lo spazio dedicato ai contenuti redazionali generici di FMag.it.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button