Green

Gli elettrodomestici? Mandateli in vacanza: 7 consigli per la sostenibilità domestica

Ormai è agosto e, secondo i dati diffusi da Coldiretti, quasi 22 milioni di italiani sono pronti a preparare le valigie e partire per la tanto attesa vacanza: un aumento del 4% rispetto allo scorso anno, con una corsa a spiagge, campagne e montagna che riempie le autostrade per il primo grande esodo estivo.

Ma se è chiaro cosa fare per tutelarsi da truffe e da annunci-civetta di case vacanze, b&b e hotel, occorre essere anche pronti a preparare la casa per l’assenza durante le vacanze, evitando gli sprechi di energia, soprattutto visto l’aumento delle bollette.

Gli elettrodomestici? In vacanza anche loro!

Nen, prima EnerTech in Italia, ha consigliato sette azioni green che possono aiutare a non far lievitare i consumi energetici e le spese: alcune aiutano a prepararsi alla partenza, altre valgono anche in vacanza, in modo tale da evitare aumenti in bolletta al rientro delle ferie.

Ecco i 7 consigli per risparmiare:

Mandare in vacanza anche gli elettrodomestici. L’estate è il momento in cui si stacca la spina. Anche quella degli elettrodomestici. Per chi sta via più di una settimana, il classico errore è lasciare l’appartamento completamente ‘acceso’, anche quando non c’è nessuno in casa.

Svuotare e staccare frigo e freezer. Svuotare frigo e freezer, sbrinarli, pulirli e lasciarli con le porte aperte (staccando anche la spina, ovviamente) è un buon modo per tagliare i consumi. Il consumo del frigo, infatti, può valere fino al 40% della bolletta.

Spegnere le spie rosse. Per chi non ha modo di affrontare l’intervento di manutenzione su frigo e freezer, la raccomandazione è quella di spegnere almeno le spie rosse. Lo stand-by, cioè quella lucina che si vede sulla TV spenta, sulla batteria dell’aspirapolvere, sugli altoparlanti o sugli assistenti personali smart, vale, secondo Nen, fino all’8% della bolletta.

Occhio agli spifferi. L’isolamento termico è importante, anche d’estate. Per evitare di trasformare la casa in un vero e proprio forno, prima di andare è importante abbassare le tapparelle e chiudere tutte le finestre. Può sembrare un controsenso, ma in questo modo il calore non entrerà nelle stanze.

Non solo luce. Prima di chiudere la porta di casa per le vacanze, è sempre una buona cosa chiudere la valvola del gas e il tubo dell’acqua.

Questi i consigli per il ‘prima’. Ma cosa si può fare per tenere sott’occhio i consumi quando siamo in vacanza? Lavare i vestiti a bassa temperatura perché il lavaggio a bassa temperatura rispetta i tessuti e il portafogli.

Meglio fare una sola lavastoviglie a pieno carico che lavare i piatti a mano. Un consiglio che vale tutto l’anno: la lavastoviglie consuma meno dei lavaggi a mano, soprattutto se è a pieno carico.

E occhio ai condizionatori: sempre meglio non lasciarli accesi quando ci sono le finestre aperte o quando non si è in casa.

Romolo Napolitano

Giornalista professionista dal 2011 è stato, non ancora trentenne, caporedattore dell’agenzia di informazione videogiornalistica Sicomunicazione. Ha lavorato 3 anni negli Stati Uniti in MSC. Al suo ritorno in Italia si è occupato principalmente di uffici stampa e comunicazione d'impresa. Attualmente è giornalista, copywriter e videomaker freelance. Si occupa, tra le altre cose, di tecnologie, nautica e sociale.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button