Impresa e Startup

Women TechEu, si bissa: con la seconda edizione 10mln alle startup deep tech femminili

Women TechEU è la risposta dell'Europa alla scarsissima rappresentazione delle donne nel deep tech oggi. Infatti, la tecnologia rappresenta più di un quarto dell'ecosistema di startup in Europa e le società europee di tecnologia profonda sono ora valutate a 700 miliardi di euro. Eppure le donne rimangono ampiamente sottorappresentate in questo settore. 

In queste ore riparte il bando di Women TechEu, il progetto della Commissione Europea rivolto alle startup deep tech guidate da donne. La novità della seconda edizione è che quest’anno la selezione sarà aperta per circa 130 startup con un budget raddoppiato: sul piatto ci sono dieci milioni di euro per servizi di finanziamento accelerazione del business che vede le donne protagoniste della leadership tecnologica del domani.

Women Tech Eu, di cosa si tratta

A seguito della risposta molto incoraggiante del primo progetto pilota nel 2021, la Commissione Europea ha quindi deciso di rilanciare anche per quest’anno il bando Women TechEu: le candidature per 130 startup saranno fino al 4 ottobre 2022, alle ore 17:00.

Mariya Gabriel, Commissaria per l’Innovazione, la ricerca, la cultura, l’istruzione e la gioventù, ha dichiarato:

Abbiamo ricevuto una risposta molto positiva a questo primo progetto pilota, con quasi 400 domande provenienti da tutta l’UE e dai Paesi associati. Sono orgogliosa del fatto che ora stiamo supportando 50 ambiziose aziende guidate da donne provenienti da 16 paesi. Questo è un enorme passo avanti nella giusta direzione per colmare il profondo divario di genere tecnologico e incoraggiare le donne a realizzare il loro vero potenziale. Le aziende di deep-tech guidate da donne dovrebbero costruire il DNA dell’innovazione dell’UE e quest’anno ne sosterremo un numero ancora maggiore.

Women TechEU fornisce supporto alle startup guidate da donne nella fase più precoce e rischiosa della crescita della loro azienda. Oltre a una sovvenzione di 75000 euro, i finalisti ricevono tutoraggio e coaching per leadership, internazionalizzazione, modelli di business, strategia di attuazione, ingresso nel mercato, raccolta fondi, negoziazione con gli investitori e molto altro, attraverso il programma di leadership femminile dell’EIC .

L’obiettivo di WomenTech Eu

Sostenendo le startup deep tech guidate da donne, la Commissione europea mira a creare un ecosistema deep-tech europeo equo e più prospero, aperto all’innovazione e al superamento del gender gap. Inoltre, il programma Women TechEU promuove le donne leader nei loro settori, ma anche nella loro capacità di decisori. L’etichetta di finanziamento della Commissione mira a sfruttare la loro posizione nel settore degli investimenti, dove le donne rimangono sottorappresentate.

Women TechEU è una delle numerose iniziative dell’UE volte a sostenere e responsabilizzare le donne nella tecnologia e nell’innovazione, tra cui il Premio annuale dell’UE per le donne innovatrici e il nuovo programma di leadership femminile dell’EIC.

Women TechEu è finanziato nell’ambito del programma di lavoro sugli ecosistemi dell’innovazione europea di Horizon Europe, con il sostegno del Consiglio europeo per l’innovazione (EIC) .

Il contesto in cui si inserisce

Women TechEU è la risposta dell’Europa alla scarsissima rappresentazione delle donne nel deep tech oggi. Infatti, la tecnologia rappresenta più di un quarto dell’ecosistema di startup in Europa e le società europee di tecnologia profonda sono ora valutate a 700 miliardi di euro. Eppure le donne rimangono ampiamente sottorappresentate in questo settore. 

Oggi, le donne ottengono solo il 10% delle domande di brevetto nell’Eurozona e meno del 15% delle startup sono fondate o co-fondate da donne (e solo il 6% da squadre di sole donne). Ciò si traduce in bassi importi di capitale investiti in aziende guidate da donne, creando un circolo vizioso. Solo il 5% del capitale di rischio va a squadre miste (con uomini e donne) e solo il 2% a squadre di sole donne. La crisi del Covid ha solo peggiorato le cose. I finanziamenti alle fondatrici donne durante la pandemia sono diminuiti del 31% rispetto al 2019, mentre i finanziamenti per le squadre di soli uomini sono diminuiti di appena il 16% nello stesso periodo.

Spesso basate sulla ricerca scientifica, le startup deep tech tendono ad avere cicli di ricerca e sviluppo più lunghi e di solito richiedono più tempo e capitale per crescere rispetto alle startup tecnologiche. Queste aziende possono avere successo se ricevono il giusto supporto e gli investimenti in anticipo ed è proprio per questo che Women TechEu ha l’obiettivo di colmare questo divario.

Federica Colucci

Napoletana, classe 1990, Federica Colucci è giornalista, HR e communication specialist. Già responsabile della comunicazione dell'Assessorato al Lavoro e alle Politiche Sociali del Comune di Napoli, ha come expertise i temi del lavoro, del welfare e del terzo settore. Condirettore di FMag.it

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button