Innovazione

Intelligenza artificiale e manifatturiero: AI REGIO apre la seconda call europea per PMI da 1,3mln

AI REGIO ha l'obiettivo di sperimentare le soluzioni basate sull'intelligenza artificiale incentrate sulla produzione efficiente e sostenibile

Al via la seconda open call del progetto AI REGIO per soluzioni di intelligenza artificiale (AI) nel settore manifatturiero. Ma di cosa stiamo parlando? L’alleanza AI REGIO è il progetto europeo “Regioni e hub per l’innovazione digitale per la trasformazione digitale guidata dall’intelligenza artificiale delle PMI manifatturiere europee”, realizzerà una piattaforma unica che consentirà l’accesso alle risorse per soluzioni basate sull’intelligenza artificiale nella produzione efficiente e sostenibile, con particolare enfasi sulle risorse che possono abbassare gli ostacoli all’adozione dell’IA per le PMI.

Entro il 2030, secondo le premesse del progetto AI REGIO, “l’Europa guiderà la competizione mondiale per un’adozione etica e sostenibile dell’IA nella produzione, integrando hub di innovazione digitale regionali e piattaforme di produzione digitale aperte paneuropee attraverso una rete transfrontaliera di esperimenti industriali guidati dalle PMI e strutture sperimentali didattiche”.

Inoltre, il regolamento generale sulla protezione dei dati (GDPR) e la sovranità dei dati guideranno la strategia europea di IA per gli spazi di condivisione dei dati personali e non personali.

Il contesto di AI REGIO

Per questo motivo, l’azione di innovazione di AI REGIO mira a consolidare la collaborazione nella rete paneuropea dei Digital Innovation Hub (DIHs) valorizzando l’offerta di DIH regionali alle PMI manifatturiere su tre livelli:

1. IMPATTO SULLA POLITICA con un migliore coordinamento delle strategie regionali di specializzazione intelligente:

AI REGIO promuoverà una più stretta cooperazione tra le regioni europee, i paesi dell’Eurozona e quelli non europei per garantire che le innovazioni possano scalare sui mercati europei e globali, basandosi sul movimento Four Motors for Europe e sulla piattaforma I4MS Community and Innovation Collaboration.

2. IMPATTO TECNOLOGICO per migliorare il trasferimento delle conoscenze attraverso la rete dei DIH:

AI REGIO si baserà sulle piattaforme di produzione digitale di precedenti progetti finanziati dall’Unione Europea come BEinCPPS, MIDIH, L4MS e AI4EU e contribuirà a integrarle nelle offerte di Digital Innovation Hub. Queste piattaforme di produzione digitale beneficeranno a loro volta degli attuali servizi di Digital Innovation Hub per quanto riguarda le loro sfide aziendali e di impatto sociale. Le attuali risorse tecnologiche abilitate all’IA saranno ulteriormente estese.

3. IMPATTO AZIENDALE per aggiornare l’offerta di DIH con applicazioni basate sull’intelligenza artificiale:

I DIH e le PMI che partecipano ad AI REGIO condurranno congiuntamente 30 esperimenti applicativi regionali basati sull’intelligenza artificiale incentrati sull’adozione delle tecnologie di intelligenza artificiale da parte delle PMI, considerando lo sviluppo delle competenze, nonché la tutela della privacy e della sovranità.

La call di AI REGIO

L’obiettivo di AI REGIO è selezionare esperimenti innovativi e rivoluzionari di intelligenza artificiale, secondo le seguenti tipologie di progetti:
TIPO A – progetti con un unico partecipante, presentati da PMI
TIPO B – progetti presentati da mini-consorzi composti da una PMI nel campo della manifattura, un Digital Innovation Hub (DIH) e una soluzione ICT o un RTO tecnologico

I topic previsti per la call appena aperta sono i seguenti:
• ARGOMENTO #1
Produzione di spazi dati e pipeline Data4AI:

L’obiettivo principale delle proposte del primo topic è quello di costruire spazi di dati embrionali per la produzione, mostrando al contempo i vantaggi di aumentare il valore dei dati di produzione, prima che vengano utilizzati in applicazioni di intelligenza artificiale avanzate. I dati provenienti da diverse fonti di dati hanno valori diversi per ulteriori analisi e sono caratterizzati da livelli di qualità eterogenei, per cui è necessaria una pipeline di Data Quality flessibile e configurabile.

AI REGIO definisce un’architettura di alto livello per le applicazioni Data4AI e consiglia l’utilizzo di Data Pipeline end-to-end. Le proposte in questo argomento forniranno scenari aziendali end-to-end, riflettendo le sfide del settore reale e definendo e misurando KPI aziendali realistici basati sui dati. In questa prospettiva, si prevede che gli esperimenti applicativi forniscano i propri set di dati e l’impegno delle PMI manifatturiere a definire e misurare i vantaggi aziendali delle applicazioni Data4AI.

• ARGOMENTO #2
AI per applicazioni di produzione e contributi della piattaforma AI-on-demand

Questo topic abbraccia diverse aree come la produzione intelligente, i sistemi di servizi di prodotti intelligenti, le catene del valore agili e dinamiche, l’industria 5.0 e l’interazione uomo-AI. Si prevede, infatti, che gli esperimenti applicativi della seconda ondata di AI REGIO contribuiranno alla piattaforma europea di intelligenza artificiale su richiesta come sportello unico pan-UE per la conoscenza, la tecnologia, gli strumenti, i servizi e gli esperti dell’IA.

La piattaforma funge da facilitatore del trasferimento di conoscenza dalla ricerca a più domini aziendali, tra cui la produzione. L’obiettivo principale di queste proposte è sviluppare applicazioni AI avanzate per prodotti, processi e catene del valore, che potrebbero arricchire la piattaforma AI on demand in uno o entrambi i seguenti aspetti:
• Risorse AI, casi di studio nella verticale manifatturiera del portale AI4Europe.
• AI Esperimenti e risorse Mercato della struttura sperimentale basata su AI4Europe ACUMOS.

• ARGOMENTO #3
Fabbriche didattiche AI ​​per la produzione e sperimentazioni TERESA

La Rete AI REGIO delle Fabbriche Didattiche (DF) mira a costruire un ecosistema di strutture sperimentali in grado di combinare gli aspetti di Sviluppo delle Competenze delle Fabbriche di Apprendimento/Insegnamento con gli aspetti pratici del “test prima di investire” di Pilotaggio Tecnologico degli European Digital Innovation Hubs e dell’IA TEF for Manufacturing bandi nel Programma Europa Digitale.

Inoltre, nella rete AI REGIO DF, TERESA potrebbe operare con l’obiettivo di sperimentare aspetti etici di interazione Uomo-IA relativi ad esempio la sicurezza, l’essere, il comfort e l’accettazione da parte dei lavoratori umani; miglioramento delle condizioni di lavoro nei luoghi di lavoro e inclusione sociale di particolari categorie di lavoratori svantaggiati.

L’obiettivo principale di queste proposte è sviluppare un esperimento guidato dalle PMI che sfrutta i servizi di remotizzazione forniti da un DF (DIH). Facoltativamente, potrebbero essere implementate anche le sperimentazioni TERESA che affrontano le interazioni uomo-IA e le questioni normative

Il budget disponibile per questa call di AI REGIO è pari a 1.300.000 euro che serviranno a finanziare 17 esperimenti. In particolare, saranno finanziati 10 esperimenti di tipo A, con un massimo di 60.000 euro ciascuno, e 7 di tipo B, con un massimo di 100.000 euro ciascuno.

La scadenza per la presentazione delle domande è fissata al prossimo 29 luglio. Si consiglia di visionare il sito dedicato per proseguire all’application.

Federica Colucci

Napoletana, classe 1990, Federica Colucci è giornalista, HR e communication specialist. Già responsabile della comunicazione dell'Assessorato al Lavoro e alle Politiche Sociali del Comune di Napoli, ha come expertise i temi del lavoro, del welfare e del terzo settore. Condirettore di FMag.it

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button