Sociale

Bper, parte crowdfunding per finanziare 5 progetti educativi

Bper Banca ha appena lanciato la quinta edizione dell’iniziativa “Il futuro a portata di mano”, il bando dedicato a progetti educativi inediti di inclusione sociale, promossi da Enti del Terzo Settore e rivolti ai giovani dai 3 ai 19 anni con un budget massimo di 15.000 euro. Lo annuncia una nota.

L’iniziativa Bper per il sociale

Dopo il grande successo delle precedenti call for ideas, si legge, Bper Banca ha confermato il concorso a sostegno di iniziative che vedono protagonisti i giovani, il vero motore del cambiamento per la costruzione di una società più equa e sostenibile.

“Il futuro a portata di mano” rappresenta una preziosa opportunità per tutte le realtà del Terzo Settore che hanno come target gli under 19, i quali, grazie a questo bando, possono essere coinvolti attivamente in progetti di natura culturale o sociale per promuovere l’inclusività e la solidarietà.

C’è tempo fino alle ore 12 del prossimo 17 giugno per presentare la propria proposta su Produzioni dal Basso, prima piattaforma italiana di crowdfunding e social innovation, e accedere così all’opportunità di cofinanziamento a fondo perduto da parte di Bper Banca: se i progetti riusciranno a raggiungere il goal del 30% del budget previsto grazie alla raccolta fondi, l’Istituto contribuirà con il restante 70%.

Il bando riguarda progetti di importo pari a massimo 15.000€ orientati prevalentemente all’inclusione sociale dei bambini e dei giovani da realizzare sul territorio nazionale secondo modelli progettuali innovativi che abbiano un impatto sociale misurabile.

Chi può partecipare al bando

Possono partecipare al bando le organizzazioni del Terzo settore che rispettino i seguenti requisiti:

  1. abbiano sede in Italia;
  2. possiedano i requisiti degli Enti del Terzo Settore necessari per l’iscrizione al RUNTS (Registro Unico Nazionale del Terzo Settore) di recente attivazione e gli Enti già iscritti (a titolo di esempio, OdV, Aps, Onlus, cooperative e imprese sociali, reti associative, enti religiosi, società di mutuo soccorso, ecc.), in particolare che:
    a. perseguano finalità civiche, solidaristiche e di utilità sociale
    b. svolgano una o più attività di interesse generale.
  3. svolgano attività da almeno due anni.
    Si specifica che possono partecipare anche le Associazioni aventi la qualifica di ADS (Associazione Sportivo Dilettantistica), iscritte al Registro CONI o al Registro parallelo CIP, che svolgono attività di interesse generale ai sensi dell’articolo 5 del decreto legislativo n. 117 del 2017 da almeno 2 anni.
    Il possesso dei requisiti sarà accertato con autodichiarazione

I progetti selezionati potranno partecipare al programma di crowdfunding di BPER Banca finalizzato alla raccolta delle risorse finanziarie necessarie all’effettiva realizzazione del progetto; quelli che raggiungeranno almeno il 30% del traguardo fissato, potranno essere cofinanziati per il restante 70%.

Il Format di domanda dovrà essere completo e corretto nelle sue informazioni principali e dovrà contenere obbligatoriamente le seguenti informazioni:
Scheda sintetica del Progetto con descrizione del proponente che evidenzi le esperienze rispetto all’attività in oggetto (es. referenze e rete di partnership attivate, precedenti esperienze di crowdfunding, capacità o competenze nella costruzione di network o gestione di comunità on-line e attività nei social media, modalità di valutazione dell’impatto sociale, etc.) e presenti gli indicatori di valutazione dell’impatto sociale e l’indicazione di almeno 3 Obiettivi dell’Agenda 2030 che saranno perseguiti;
• Piano economico-finanziario di previsione e gestione delle spese del progetto (comprensivo dei costi di
campagna o attività legate all’azione di crowdfunding, eventuali ricompense, costi di servizio etc.);
Piano di Comunicazione di supporto al fundraising, creazione e gestione della comunità di supporto, sistema delle ricompense-reward studiato al riguardo ed ogni elemento che aiuti nella promozione dell’iniziativa.

BPER Banca, per questa iniziativa, ha stanziato un plafond di 50.000 euro. Le candidature, che dovranno avere obiettivi coerenti con gli obiettivi dell’Agenda 2030, saranno vagliate da un’apposita commissione tecnica che le valuterà in base a criteri come l’originalità, l’attinenza ai temi da valorizzare, la sostenibilità economica, eventuali precedenti esperienze di crowdfunding, ma soprattutto la capacità di impatto sociale e di partenariato o co-progettazione con le altre realtà del territorio.

Il bando sarà presentato anche alle associazioni presenti al prossimo Festival del Fundraising, mentre i progetti vincitori, saranno comunicati entro il 10 luglio.

Redazione

Questo è lo spazio dedicato ai contenuti redazionali generici di FMag.it.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button