Tecnologia

Incentivi per l’elettronica innovativa: domande al via da oggi

"rafforzare l’autonomia strategica dell’Italia e dell’Unione europea nei componenti e sistemi elettronici all’avanguardia, al fine di agevolare il trasferimento tecnologico verso il mondo dell’impresa di piattaforme di sensori innovativi basati sull’intelligenza artificiale"

Elettronica innovativa al via. Il Ministero dello Sviluppo economico comunica che a partire da oggi e fino al 16 maggio le imprese italiane potranno presentare domanda per richiedere incentivi a sostegno della ricerca, progettazione e produzione di elettronica innovativa.

Lo avevamo già preannunciato qualche settimana fa: si tratta del progetto Key Digital Technologies Joint Undertaking (KDT JU) che supporta la ricerca e innovazione nella progettazione di componenti elettronici all’avanguardia tecnologica, nonché la loro produzione e integrazione in sistemi intelligenti con l’obiettivo di raddoppiare il valore di tali attività entro il 2030 e favorire la competitività, la sostenibilità e la crescita economica dei paesi Ue.

Elettronica innovativa: gli obiettivi

Per favorire gli investimenti nel settore dell’elettronica innovativa e sviluppare una industria manifatturiera forte e competitiva, il ministro Giancarlo Giorgetti spiega di aver destinato i primi 10 milioni di euro di finanziamento, su 200 milioni complessivi stanziati per l’intervento Partenariati-Horizon Europe del Pnrr, ai bandi emanati nel 2021 nell’ambito della iniziativa europea Kdt Ju (Key Digital Technologies Joint Undertaking).

L’obiettivo, si legge in una nota del Mise, è “rafforzare l’autonomia strategica dell’Italia e dell’Unione europea nei componenti e sistemi elettronici all’avanguardia, al fine di agevolare il trasferimento tecnologico verso il mondo dell’impresa di piattaforme di sensori innovativi basati sull’intelligenza artificiale”

I membri fondatori della Kdt Ju sono la Commissione Ue, gli Stati membri o associati, tra cui l’Italia, e le associazioni industriali europee che puntano a raddoppiare il valore di queste attività.

L’impresa comune KDT JU, istituita con il Regolamento (UE) del 19 novembre 2021, n. 2021/2085 del Consiglio, ha come obiettivi generali:

  • sostenere l’industria europea dei componenti e dei sistemi elettronici all’avanguardia tecnologica
  • rafforzare l’autonomia strategica dell’Unione in materia di componenti e sistemi elettronici per sostenere le esigenze future delle industrie e dell’economia in generale
  • contribuire a raddoppiare il valore della progettazione e produzione di componenti e sistemi elettronici in Europa entro il 2030, in linea con il peso dell’Unione in prodotti e servizi.

Come partecipare al bando per l’elettronica innovativa

Potranno beneficiare delle agevolazioni previste per l’elettronica innovativa:
a) le imprese che esercitano le attività di cui all’articolo 2195 del codice civile, numeri 1) e 3), ivi comprese le imprese artigiane di cui alla legge 8 agosto 1985, n. 443;
b) le imprese agro-industriali che svolgono prevalentemente attività industriale;
c) le imprese che esercitano le attività ausiliarie di cui al numero 5) dell’articolo 2195 del codice civile, in favore delle imprese di cui alle lettere a) e b);
d) i Centri di ricerca.

I bandi emanati complessivamente dalla KDT JU nel 2021, ai quali partecipa il Ministero sono:

  • HORIZON-KDT-JU-2021-1-IA
  • HORIZON-KDT-JU-2021-1-IA – Focus Topic 1: Development of open-sources RISC-V building blocks
  • HORIZON-KDT-JU-2021-2-RIA
  • HORIZON-KDT-JU2021-2-RIA – FocusTopic 1: Processing solutions for AI at the edge addressing the design stack and Middleware

Le call KDT prevedono la presentazione delle Full Project Proposal in un unico step, entro il 27 aprile 2022.

Le domande di agevolazione devono, invece, essere presentate al Ministero entro il 16 maggio 2022, secondo le modalità e la modulistica, di cui al decreto direttoriale 28 aprile 2022, da cui è possibile scaricare tutti i documenti necessari da compilare.

Federica Colucci

Napoletana, classe 1990, Federica Colucci è giornalista, HR e communication specialist. Già responsabile della comunicazione dell'Assessorato al Lavoro e alle Politiche Sociali del Comune di Napoli, ha come expertise i temi del lavoro, del welfare e del terzo settore. Condirettore di FMag.it

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button