Impresa e Startup

Parte Impresa formativa: incentivi a giovani e donne del Lazio per autoimprenditorialità

Il Fondo Impresa Formativa prevede contributi a fondo perduto per donne e under 35, finalizzati alla strutturazione di percorsi di autoimprenditorialità

La Regione Lazio ha approvato l’avviso pubblico “Impresa formativa: incentivi per la creazione d’impresa a favore dei giovani e delle donne del Lazio” che mira ad attuare azioni sperimentali che determinino un impatto positivo sul mondo del lavoro e finalizzate a promuovere e sostenere processi di autoimprenditorialità con l’obiettivo di contribuire a creare nuove opportunità di occupazione, con particolare riferimento alla popolazione femminile ed in età giovanile

Impresa formativa, di cosa si tratta

Il Fondo Impresa Formativa, che rientra nell’Obiettivo di Policy 4 “Un’Europa più sociale” (OP 4) Priorità “Giovani” e “Occupazione” del FSE+, si caratterizza per la concessione di un contributo a fondo perduto, finalizzato alla strutturazione di percorsi di autoimprenditorialità della durata di 24 mesi, per la costituzione e all’avviamento di attività di micro e piccole imprese femminili e giovanili, anche di tipo cooperativo e a finalità sociali, con sede e/o unità locale operativa nel territorio della Regione Lazio.

L’impresa potrà essere individuale o societaria. In caso di impresa individuale il titolare deve essere un giovane con età tra 18 e 35 anni oppure una donna di età superiore a 18 anni. In caso di impresa societaria, la società o l’associazione professionale dovrà essere partecipata per almeno la metà, sia del capitale sia del numero di soci, da soggetti appartenenti ad una delle seguenti categorie:

• giovani con età tra 18 anni e 35 anni (Priorità “Giovani”);
• donne di età superiore a 18 anni (Priorità “Occupazione”).

L’impresa da costituire nell’ambito del bando Impresa Formativa deve avere meno di 10 addetti. Per le attività di consulenza o professionali è possibile accedere alle agevolazioni esclusivamente in forma di associazione o società tra professionisti.

Il bando Fondo Impresa Formativa si articola in quattro fasi:

  • Fase A: Percorso di accompagnamento all’accesso all’iniziativa;
  • Fase B: Accesso e selezione delle idee progettuali;
  • Fase C: Definizione del Business Plan e presentazione della domanda di contributo;
  • Fase D: Costituzione dell’impresa e acquisizione del finanziamento.

Requisiti per partecipare

Un chiarimento: per persone fisiche di età non superiore a 35 anni si intendono coloro che, alla data di presentazione della domanda di contributo, non hanno compiuto il trentaseiesimo anno di età. I soggetti richiedenti il contributo del Fondo Impresa Formativa sono esclusivamente i destinatari che sono stati ammessi alla Fase D: Costituzione di impresa e acquisizione del finanziamento.

Alla data di presentazione della domanda di partecipazione, i richiedenti dovranno essere in possesso dei seguenti requisiti:

• giovani con età tra 18 anni e 35 anni (Priorità “Giovani”); oppure donne di età superiore a 18 anni (Priorità “Occupazione”);
• trovarsi nello stato di disoccupazione ai sensi dell’articolo 19 d.lgs. n. 150/2015;
• residenti e/o domiciliati nella Regione Lazio;
• non avere a proprio carico alcuna condanna, con sentenza passata in giudicato, per qualsiasi reato che determina l’incapacità a contrattare con la P.A;
• non avere procedimenti in corso ai sensi dell’art. 416/bis del codice penale;
• se cittadino non comunitario, essere in possesso del permesso di soggiorno che consente attività lavorativa;
• non essere già beneficiario di provvedimenti di concessione a valere su altre misure a favore dell’autoimprenditorialità, anche rientranti in azioni finanziate con il PNRR, né risultare titolare di una quota di una società beneficiaria di agevolazioni pubbliche.

I requisiti, pena l’inammissibilità, dovranno essere posseduti alla data di presentazione della domanda di partecipazione al Fondo Impresa Formativa. Si precisa che, nel caso di impresa in forma associata, i requisiti sopraindicati devono essere soddisfatti da tutti i componenti della costituenda impresa.

In più, il requisito di disoccupazione deve essere posseduto oltre che alla data di presentazione della domanda di partecipazione anche alla data di presentazione del business plan (Fase C) e alla data immediatamente precedente la costituzione dell’impresa (Fase D).

Le agevolazioni di Impresa Formativa

La dotazione finanziaria del Fondo Impresa Formativa sono pari a euro 10.000.000, così suddivise:

• euro 5.000.000 per imprese giovanili (Priorità “Giovani”);
• euro 5.000.000 per imprese femminili (Priorità “Occupazione”)

La Regione, in funzione della numerosità delle domande di incentivo, si riserva la facoltà di incrementare la dotazione finanziaria dell’Avviso. Il riconoscimento del contributo a fondo perduto Impresa Formativa è articolato, per ambedue le Priorità, nel modo seguente:

• per investimenti ricompresi tra € 30.000 ed € 50.000 l’agevolazione è pari al 100% dell’importo totale richiesto come da Piano Finanziario presentato;
• per investimenti ricompresi tra € 50.000 ed € 75.000 l’agevolazione è pari al 90% dell’importo totale richiesto come da Piano Finanziario presentato;
• per investimenti ricompresi tra € 75.000 ed € 100.000 l’agevolazione è pari all’80% dell’importo totale richiesto come da Piano Finanziario presentato.

Le domande di erogazione del contributo dovranno comunque essere trasmesse dalle ore 09.00 del 29 marzo 2022. Il bando Fondo Impresa Formativa scade il prossimo 27 giugno 2022. Ulteriori informazioni e gli allegati da presentare per la partecipazione sono rintracciabili nel bando Fondo Impresa Formativa.

Federica Colucci

Napoletana, classe 1990, Federica Colucci è giornalista, HR e communication specialist. Già responsabile della comunicazione dell'Assessorato al Lavoro e alle Politiche Sociali del Comune di Napoli, ha come expertise i temi del lavoro, del welfare e del terzo settore. Condirettore di FMag.it

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button