Economia

Carburanti, prezzi alle stelle a causa della crisi russo-ucraina

"Le quotazioni di greggi e carburanti sono salite vorticosamente al suono dei tamburi di guerra in Ucraina"

Il report di questo lunedì della Staffetta Quotidiana riprende un dato ormai prevedibile e inevitabile: l’aumento del prezzo dei carburanti, che continua ad essere in crescita a causa delle incertezze geopolitiche dovute alla guerra russo-ucraina.

I mercati petroliferi, secondo la Staffetta, sono

estremamente nervosi, sullo sfondo dell’invasione russa in Ucraina. Dopo aver toccato giovedì i cento dollari al barile, venerdì il Brent è precipitato a 93, per risalire in queste ore verso i 99. Le quotazioni internazionali di benzina e gasolio hanno perso venerdì tutto quello che avevano guadagnato giovedì.

Il precipitare della crisi russo-ucraina ha fatto schizzare le quotazioni internazionali di benzina e gasolio, salite in un solo giorno dell’equivalente di cinque centesimi al litro.

Il mercato internazionale dei carburanti

Negli ultimi sette giorni monitorati, nel mercato internazionale le quotazioni di greggi e carburanti

sono salite vorticosamente al suono dei tamburi di guerra in Ucraina, per correggere un po’ nel finale, quando il presidente Usa Joe Biden ha escluso l’ingresso delle truppe Nato in Ucraina. 

Prezzi alla pompa, come previsto, in fortissimo rialzo. Stando alla consueta rilevazione di Staffetta Quotidiana, nel fine settimana IP ha aumentato di tre centesimi al litro i prezzi di benzina e gasolio. Per Tamoil rialzo di due centesimi al litro.

Queste sono le medie dei prezzi praticati sui carburanti comunicati dai gestori all’Osservatorio prezzi del ministero dello Sviluppo economico ed elaborati dalla Staffetta, rilevati alle 8 di ieri mattina su circa 15mila impianti: benzina self service a 1,876 euro/litro (+17 millesimi, compagnie 1,883, pompe bianche 1,861), diesel a 1,751 euro/litro (+18, compagnie 1,756, pompe bianche 1,741). Benzina servito a 2,002 euro/litro (+16, compagnie 2,048, pompe bianche 1,915), diesel a 1,883 euro/litro (+18, compagnie 1,928, pompe bianche 1,795). Gpl servito a 0,819 euro/litro (+1, compagnie 0,825, pompe bianche 0,811), metano servito a 1,789 euro/kg (+13, compagnie 1,819, pompe bianche 1,766), Gnl 2,150 euro/kg (+4, compagnie 2,158 euro/kg, pompe bianche 2,144 euro/kg).

Questi sono i prezzi sulle autostrade: benzina self service 1,92 euro/litro (servito 2,180), gasolio self service 1,851 euro/litro (servito 2,079), Gpl 0,928 euro/litro, metano 2,031 euro/kg, Gnl 2,152 euro/kg.

Redazione

Questo è lo spazio dedicato ai contenuti redazionali generici di FMag.it.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button