Sociale
Trending

Il 2021 di Google vi farà commuovere fino alle lacrime (VIDEO)

Un mondo spezzato che "chiede" come ripartire. Google presenta il suo 2021 con un video carico di emozione che riporta l'utente alla realtà, alla comprensione di quanto accaduto in questi due anni di pandemia.

“I’m broken. And I’m healing”. Mi sono rotta, e ora sto guarendo. Nel mentre, scorrono le keyword cercate dagli utenti: “Como sanar” (spagnolo), “Cara pemulihan” (indonesiano) e ancora inglese e russo. “Come guarire”. Il video con cui Google decide di introdurre il suo ormai consueto Anno di ricerche Google 2021 è carico di emozione ed emotività. La finestra sul mondo che offre il motore di ricerca elencando le parole e le frasi più ricercate offre uno spettacolo commovente e vibrante su un Pianeta che ancora oggi fa i conti con il Coronavirus.

Lo fa nella spasmodica volontà di superare e ripartire, “How to stay strong”, che potremmo tradurre in “Come tenere duro”, o ancora “How to be resilient” (come essere resiliente), insieme a domande come “Quando potrò fare il vaccino” ci riportano alla realtà mentre ormai nelle nostre bolle convivere con il virus è una costante spaventosa che affianca le nostre giornate. Scontate ormai come le mascherine che siamo obbligati a indossare la maggior parte del tempo.

google anno di ricerche 2021 video frame
Un frame del video Google di presentazione di un anno di ricerche 2021

Ma c’è spazio anche per la speranza con le immagini del calcio inglese, di Billie Elish e Lin Manuel Miranda che diventano l’icona della riapertura di teatri e concerti. Una ripartenza che passa anche per i diritti civili e per la salvaguardia del Pianeta, prima di chiudere con un invito carico di significato:

“… per tutti coloro che combattono per tornare ad essere più forti: search on (cercate)”

Google Anno Di Ricerche 2021

Un anno di ricerche 2021 Google per gli italiani

Ma cosa hanno cercato gli italiani nel 2021? Le parole più cercate nell’anno d’oro per lo sport italiano recitano al primo e secondo posto Serie A ed Europei, mentre al quinto posto c’è Champions League. Ma la lunga coda della pandemia colpisce la classifica posizionando al terzo posto Classroom, evidente riflesso della Didattica a distanza (Dad) entrata nella vita delle famiglie italiane prepotentemente insieme al Covid. Quarto posto per la compianta Raffaella Carrà, che è anche l’addio più sentito.

Il fondatore di Emergency Gino Strada (foto: Cesare Abbate)
Il fondatore di Emergency Gino Strada all’esterno del Carcere di Poggioreale in occasione di un incontro promosso dal Festival del Cinema dei Diritti Umani di Napoli (foto: Cesare Abbate / ANSA)

Nel 2021 gli italiani hanno salutato, oltre alla grande Raffaella, il cantante di Amici Michele Merlo (secondo), Franco Battiato (terzo), il fondatore di Emergency Gino Strada (quarto) e Carla Fracci (quinta).

Tra i personaggi più cercati invece il primo posto (a sorpresa) è per Christian Eriksen, il centrocampista danese in forza all’Inter che deve tantissima attenzione a causa del malore che ha tenuto gli sportivi di tutto il mondo con il fiato sospeso durante gli ultimi Europei. Segue l’astro nascente del tennis italiano Matteo Berrettini, solo terza posizione per il Presidente del Consiglio Mario Draghi che però batte il portere azzurro Gianluigi Donnarumma e i Maneskin.

Politico anche il primo posto delle query “Perché”. Al primo posto dei “perché” degli italiani sul popolare motore di ricerca c’è infatti “Perché Conte si è dimesso“, seguito da un classico “Perché Whatsapp non funziona“, “Perché gli inglesi hanno tolto la medaglia”, “Perché si festeggia l’8 marzo” e “Perché Israele attacca Gaza“.

Impasto per pane - pizza fatto in casa
Impasto fatto in casa (foto: Enrico Parolisi)

Nei “Come” invece, gli italiani dimostrano di voler sapere soprattutto “Come scaricare il Green Pass“. Nella top five anche “Prenotare il Vaccino” e “Prenotare la terza dose”, insieme a “Come fare lo SPID”. Spezza questo monopolio di informazioni utili quella meno utile di “Come finisce Masha e Orso“. E se per “Come fare” le prime due posizioni sono per SPID e Green Pass, in cucina invece gli italiani vogliono sapere come si fa la pizza in casa (prima), il pesto in casa (secondo), la besciamella, la conserva di pomodoro e il sushi (e anche in questa top five un po’ di strascico di Covid sembra esserci).

Enrico Parolisi

Giornalista, addetto stampa ed esperto di comunicazione digitale, si occupa di strategie integrate di comunicazione. Insegna giornalismo e nuovi media alla Scuola di Giornalismo dell'Università Suor Orsola Benincasa. Aspirante re dei pirati nel tempo libero.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button