Interviste

Il prestito gestito con il robot intelligente: l’innovazione del Gruppo Santamaria

"Durante il lockdown ci siamo dovuti adattare a nuovi approcci per soddisfare i nostri bisogni. Inoltre, come molte attività online, abbiamo ricevuto una impennata di richieste attraverso questo canale e bisognava trovare una soluzione per soddisfare tutti i consumatori, in maniera semplice, intuitiva e veloce".

Il Gruppo Santamaria, intermediario finanziario attivo principalmente in Sicilia, ha lanciato sul mercato una rivoluzione: il prestito totalmente gestito attraverso un robot intelligente. L’assistente virtuale della piattaforma Prestiti fai da te è, infatti, in grado di individuare la soluzione migliore di finanziamento per l’utente, con tassi di interesse piuttosto competitivi.

Di questo servizio innovativo e ad alto tasso tecnologico e user friendly per il consumatore ne abbiamo parlato con Mario Scandura, Amministratore Delegato di Prestiti fai da te.

Un’assistente virtuale per l’accesso al credito, senza la necessità di recarsi in un luogo fisico come la banca. Come nasce l’idea e a chi è rivolta?

Durante il lockdown ci siamo dovuti adattare a nuovi approcci per soddisfare i nostri bisogni. Inoltre, come molte attività online, abbiamo ricevuto una impennata di richieste attraverso questo canale e bisognava trovare una soluzione per soddisfare tutti i consumatori, in maniera semplice, intuitiva e veloce. Abbiamo dunque pensato di abbinare l’Intelligenza Artificiale a questo settore ed iniziato la cosiddetta fase di apprendimento del Nostro Consulente Digitale. Oggi, il nostro BOT si rivolge a privati consumatori, per lo più dipendenti e pensionati. Quest’ultima categoria ha molto apprezzato questo servizio perchè è ritenuto molto facile nell’utilizzo”.

Dopo la pandemia e le implicazioni connesse, ivi compreso il distanziamento sociale e la necessità di affidarsi alle piattaforme telematiche per ottenere un servizio, sta cambiando anche il mercato del credito di consumo? In che modo?

“Assolutamente Si. Basti pensare che nei primi 9 mesi del 2021 quasi l’86,5% dei clienti che abbiamo intervistato nella fase post vendita ha dichiarato che prima di concludere il finanziamento ha effettuato ricerche online, preventivi e richiesto informazioni sui prodotti di prestito. Solo il 23,5% ha prima consultato la propria banca. Ritengo che questo dato ci può dare una fotografia molto chiara di come sono già cambiate le nostre abitudini in questo settore”.

Come funziona, di preciso, il portale?

“Il servizio come dicevo è molto semplice, pensato per qualsiasi pubblico. Innanzitutto si può fare tutto con lo smartphone. Basta collegarsi in uno dei siti ed avanzare in una richiesta di finanziamento scegliendo l’offerta commerciale proposta dal nostro simulatore. Una volta bloccata l’offerta, il cliente inserisce i propri dati anagrafici e viene guidato fino all’inserimento dei documenti necessari (es. doc di riconoscimento e di reddito) attraverso una semplice foto fatta con il cellulare. Dopo di che il cliente riceve una mail di convalida con un link guidato per il videoriconoscimento. Finita l’identificazione, parte l’istruttoria della pratica. L’esito viene comunicato con un SMS ed infine arriva l’erogazione sul conto corrente del cliente”.

In questo progetto avete unito tecnologia, finanza e servizi user friendly: quale altra suggestione si prevede nel vostro futuro?

“Chiaramente, la tecnologia è in continua evoluzione, pertanto anche noi stiamo seguendo questa logica. In futuro pensiamo di poter incontrare il nostro cliente in uno spazio virtuale cercando di coniugare la qualità ed immediatezza del servizio all’empatia che solo l’Essere Umano può trasferire in una trattativa commerciale. Chissà, forse il Metaverso sarà il posto giusto”.

Federica Colucci

Napoletana, classe 1990, Federica Colucci è giornalista, HR e communication specialist. Già responsabile della comunicazione dell'Assessorato al Lavoro e alle Politiche Sociali del Comune di Napoli, ha come expertise i temi del lavoro, del welfare e del terzo settore. Condirettore di FMag.it

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button