Impresa e StartupIstituzioni

MISE, rifinanziata la Nuova Sabatini con altri 300 milioni

Il Ministero per lo Sviluppo Economico ha appena reso noto che verrà rifinanziata la Nuova Sabatini, la misura volta ad implementare l’aggiornamento tecnico e materiale delle aziende trasformandole in impianti di Industria 4.0.

Il rinnovo della Nuova Sabatini era stato previsto dal DL Imprese (Decreto Legge 30 giugno 2021, n.99) che anticipava di fatto le misure del DL Sostegni bis. L’art. 5 del DL Imprese prevedeva, per l’appunto, il rifinanziamento della Nuova Sabatini con ulteriori 300 milioni di euro a valere sul 2021.

Nuova Sabatini, le novità in arrivo

La Nuova Sabatini, lo ricordiamo, permette alle startup, alle micro e piccole – medie imprese di accedere a finanziamenti e a contributi a tasso agevolato (anche con leasing finanziario) per investire in macchinari innovativi, beni strumentali d’impresa, nuove attrezzature, impianti, parti hardware e software e tecnologie digitali del filone d’industria 4.0. 

In particolare, le aziende – a partire dalla nuova data di presentazione della domanda, che non è ancora nota – potranno continuare a beneficiare delle agevolazioni per l’acquisto di beni materiali (macchinari, impianti, beni strumentali d’impresa, attrezzature nuove di fabbrica e hardware) o immateriali (software e tecnologie digitali).

La Nuova Sabatini è quindi rifinanziata, secondo il DL Imprese, con 600 milioni, di cui 300 milioni di euro per il 2021, a cui si aggiungono ulteriori 300 milioni che saranno finanziati con la prossima legge di assestamento di bilancio per l’anno 2021, il cui disegno di legge è stato approvato sempre il 30 giugno dal Consiglio dei Ministri.

1. Al fine di accelerare i processi di erogazione dei contributi agli investimenti produttivi delle micro, piccole e medie imprese previsti dall’articolo 2, comma 4, del decreto-legge 21 giugno 2013, n. 69, convertito, con modificazioni, dalla legge 9 agosto 2013, n. 98, il Ministero dello sviluppo economico, con riferimento alle domande di agevolazione presentate in data antecedente al 1° gennaio 2021 per le quali sia stata gia’ erogata in favore delle imprese beneficiarie almeno la prima quota di contributo, procede, secondo criteri cronologici, nei limiti delle risorse autorizzate dal comma 2, ad erogare le successive quote di contributo spettanti in un’unica soluzione, anche se non espressamente richieste dalle imprese beneficiarie, previo positivo esito delle verifiche amministrative propedeutiche al pagamento.
2. Per le necessita’ derivanti dal comma 1 e al fine di assicurare continuita’ alle misure di sostegno agli investimenti produttivi delle micro, piccole e medie imprese attuate ai sensi dell’articolo 2 del decreto-legge 21 giugno 2013, n. 69, convertito, con modificazioni, dalla legge 9 agosto 2013, n. 98, l’autorizzazione di spesa di cui al comma 8 del medesimo articolo 2 e’ integrata di 425 milioni di euro per l’anno 2021, cui si provvede ai sensi dell’articolo 7.

art 5 DL Imprese (dalla Gazzetta Ufficiale)

Occorre solo attendere, quindi, la riapertura dello sportello per la Nuova Sabatini.

Federica Colucci

Napoletana, classe 1990, Federica Colucci è giornalista, HR e communication specialist. Già responsabile della comunicazione dell'Assessorato al Lavoro e alle Politiche Sociali del Comune di Napoli, ha come expertise i temi del lavoro, del welfare e del terzo settore. Direttore editoriale di FMag.it

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button