Impresa e StartupIstituzioni

Vertis: primo closing fondo per scaleup a 35,5mln ma si punta ai 100 entro il 2022

Qualche mese fa avevamo anticipato l’operazione finanziaria che sta portando avanti Vertis, unica sgr (società di gestione del risparmio) presente al Sud Italia, con sede a Napoli oltre che a Roma, attiva nella gestione di Fondi di private equity e di venture capital. Con il lancio del fondo “Vertis Venture 5 Scaleup“, sinteticamente VV5, Vertis punta a sostenere le scaleup – ossia, le startup innovative ormai mature e in fase di crescita – e a raccogliere, entro il mese di luglio 2022, 100 milioni di euro utili per gli investimenti.

Ebbene, l’autunno si apre con una notizia più che positiva: proprio in di queste la società ha comunicato di aver portato avanti, in tempi quasi da record e nonostante la congiuntura pandemica, il primo closing da 35,5 milioni di euro per il fondo VV5:

“L’investimento in “Vertis Venture 5 Scaleup” rappresenta per Cdp Venture Capital Sgr l’opportunità di supportare la crescita di un gestore consolidato del Venture Capital italiano con una forte presenza anche nelle regioni del Sud Italia. Siamo lieti che, grazie al nostro investimento, Vertis possa dare continuità alla propria strategia di investimento volta a supportare la crescita sia sul mercato domestico che a livello internazionale delle migliori aziende italiane in fase di scaleup”

Enrico Resmini, ceo e Direttore Generale di Cdp Venture Capital Sgr. Per Cdp Venture Capital

Primo closing, primo investimento di Vertis in Skinlabo

VV5 è il quinto fondo di venture capital di Vertis e il terzo dedicato a sostenere le imprese innovative in fase avanzata di sviluppo, già presenti sul mercato con i propri prodotti o servizi e ad alto potenziale di crescita, anche a livello internazionale. VV5 è nato grazie al supporto dell’anchor investor Cdp Venture Capital Sgr, intervenuta attraverso il Fondo di Fondi (FoF) VenturItaly e il Fondo di co-investimento MISE, al fianco della Fondazione di Sardegna e di diversi imprenditori e professionisti.

Ma in Vertis non hanno intenzione di fermarsi qui: la società ha siglato la prima operazione di investimento nella scaleup SkinLabo, il primo brand digitale dedicato alla cosmetica. Un round A da 9,1 milioni in cui VV5 è lead investor con un conferimento di 4,5 milioni e il primo investitore istituzionale presente nell’azionariato. L’investimento in SkinLabo è stato sottoscritto, oltre che da VV5, anche da investitori qualificati e business angel italiani tra i quali Immobiliare.it e Angelomario Moratti.

La società ha finora raccolto circa 17 milioni a supporto della crescita: oggi è presente in tutta Europa con 20 store online dedicati in lingua locale e numeri in continua crescita. I clienti attivi sono circa 900 mila e crescono con un ritmo di 70 mila al mese, la previsione di fatturato per il 2021 è di 15 milioni, con oltre 1 milione di clienti in 20 mercati europei. È prevista inoltre a breve l’apertura dello store digitale e l’avvio delle vendite negli USA e in Russia.

I capitali raccolti verranno utilizzati per l’internazionalizzazione e per rafforzare il team con nuove assunzioni. Sono inoltre previsti investimenti in IT (innovative piattaforme di CRM), in ricerca e sviluppo e per il potenziamento delle attività di marketing communication e brand awareness.

“Siamo entusiasti di poter sostenere questo progetto di crescita: SkinLabo ha un management team eccezionale e di grande esperienza, una proposta commerciale innovativa e veramente competitiva, in un settore come quello della cosmetica in forte espansione e in cui l’Italia è leader nel mondo. Abbiamo accelerato l’avvio di VV5 per portare a termine questa prima importante operazione di investimento e stiamo già lavorando su nuovi dossier di investimento”

Amedeo Giurazza, founder e ceo di Vertis Sgr.

Federica Colucci

Napoletana, classe 1990, Federica Colucci è giornalista, HR e communication specialist. Già responsabile della comunicazione dell'Assessorato al Lavoro e alle Politiche Sociali del Comune di Napoli, ha come expertise i temi del lavoro, del welfare e del terzo settore. Direttore editoriale di FMag.it

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Translate »