Impresa e StartupInnovazioneTecnologia

Vitesco e Zerynth: con IOT, l’Automotive prevede i guasti e si monitora da remoto

Vitesco Technologies Italia e Zerynth stanno rivoluzionando il settore dell’Automotive rendendolo più smart: la chiave della rivoluzione dell’Industria 4.0 italiana è nelle soluzioni IOT per l’industria che consentono il monitoraggio al 100% da remoto, il 50% in meno di operazioni manuali e la previsione dei malfunzionamenti in 24 ore.

Vitesco Technologies Italy è un’azienda italiana con sede a Pisa da anni leader nella produzione di componenti per motori a combustione che nel 2019 ha abbracciato una rivoluzione “verde” scegliendo di dedicarsi allo sviluppo di tecnologie all’avanguardia per la mobilità sostenibile. Nell’ottica di abbattere tempi, costi e sprechi nella produzione, ha deciso di adottare il sistema IoT progettato dalla italiana Zerynth, che supporta le aziende nella digitalizzazione dei processi industriali e nello sviluppo di prodotti connessi e innovativi.

La piattaforma IoT di Zerynth è un set completo di strumenti hardware-software, progettato per consentire la trasformazione digitale in modo veloce, flessibile e sicuro. Vitesco è infatti ora in grado di predire guasti in uno dei processi critici della sua produzione, ottimizzando così la produzione dei componenti per autoveicoli e riducendo significativamente i costi operativi. Il sistema, pertanto, permette alla società di prevedere i malfunzionamenti delle valvole pneumatiche in 24 ore, minimizzando i tempi di fermo.

L’IOT e la rivoluzione dell’Automotive smart con Vitesco e Zerynth

Secondo l’Osservatorio sulla componentistica automotive italiana 2020 realizzata dalla Camera di commercio di Torino, da ANFIA (Associazione Nazionale Filiera Industria Automobilistica) e dal Center for Automotive and Mobility Innovation (CAMI) del Dipartimento di Management dell’Università Ca’ Foscari Venezia,  oltre l’80% delle imprese italiane ha investito o ha intenzione di investire nell’innovazione data dalle tecnologie dell’Industria 4.0.

I principali benefici riscontrati vanno dalla capacità di analizzare ed eliminare malfunzionamenti alla riduzione dei costi di produzione. Come raccontano, in un comunicato stampa, Vitesco e Zerynth

“Da tempo stavamo cercando una tecnologia che potesse ridurre i tempi di fermo macchina di un modulo specifico all’interno di una catena di montaggio. Grazie alla nostra collaborazione con Zerynth siamo ora in grado di prevedere malfunzionamenti delle valvole pneumatiche entro 24 ore, il che riduce enormemente il downtime”, spiega Alessio Papucci, Chief Digital Officer (CDO) & Advanced Technology Leader di Vitesco Technologies Italy. “Queste metodologie avanzate ci hanno permesso di rispettare le nostre scadenze e i nostri obiettivi”. 

La soluzione fornita da Zerynth per Vitesco è caratterizzata da un’unità di controllo che raccoglie i dati disponibili dai sensori della macchina e li invia ad una piattaforma cloud a cui è collegata.

I segnali vengono quindi visualizzati sul cruscotto e sviluppati per il rilevamento precoce del guasto delle valvole. Tutti i dettagli vengono visualizzati su una dashboard personalizzabile. Il sistema è in grado di gestire tutti i dispositivi connessi, effettuare l’archiviazione temporale dei dati raccolti, visualizzare dati e messaggi inviati dai singoli dispositivi e organizzare questi ultimi per area di lavoro. Consente inoltre il download dei dati storici in Formato CSV, lo scambio dati con il cliente finale e l’invio di notifiche push in tempo reale.

“La possibilità di controllare le macchine a distanza e di acquisire i dati in modo continuativo da qualunque macchinario è fondamentale per aziende come Vitesco che possono così risparmiare tempo e risorse”, spiega Gabriele Montelisciani, CEO di Zerynth. “La nostra mission è proprio quella di supportare le aziende nella trasformazione digitale, rendendo digitali e connessi i macchinari e dimostrando come qualsiasi industria possa trarre benefici dall’Internet of Things”. 

Federica Colucci

Napoletana, classe 1990, Federica Colucci è giornalista, HR e communication specialist. Già responsabile della comunicazione dell'Assessorato al Lavoro e alle Politiche Sociali del Comune di Napoli, ha come expertise i temi del lavoro, del welfare e del terzo settore. Direttore editoriale di FMag.it

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Translate »