Impresa e StartupIstituzioni

Brevetti +, dal 28 settembre partono gli incentivi per le PMI

Il bando Brevetti + è pronto a partire, dal 28 settembre prossimo, con una dotazione finanziaria di 23 milioni di euro. La misura, promossa dal Ministero dello Sviluppo Economico, è la prima a partire fra quelle rifinanziate e previste dalle Linee di intervento strategiche sulla proprietà industriale per il triennio 2021-2023 che comprende contributi anche sugli asset di sviluppo Marchi + e Disegni + (che partiranno, rispettivamente, il 19 e il 12 ottobre 2021).

La misura Brevetti + si pone l’obiettivo di implementare lo sviluppo di una strategia brevettuale e l’accrescimento della capacità competitiva delle micro, piccole e medie imprese, attraverso la concessione ed erogazione di incentivi per l’acquisto di servizi specialistici finalizzati alla valorizzazione economica di un brevetto in termini di redditività, produttività e sviluppo di mercato.

Le Linee di intervento strategiche sulla proprietà industriale per il triennio 2021-2023 rappresentano il primo provvedimento di natura programmatoria di attuazione in Italia del PNRR, che annovera la “riforma del sistema della proprietà industriale” all’interno della missione 1, componente 2 “Digitalizzazione, innovazione e competitività del sistema produttivo” e che ha destinato ad un pacchetto di azioni un finanziamento straordinario di 30 milioni di euro.

In questo scenario, i diritti di proprietà industriale (DPI) rivestono un ruolo cruciale poiché consentono di proteggere le idee, le opere e i processi frutto dell’innovazione, assicurando un vantaggio competitivo a chi li ha ideati; aprono la possibilità di valorizzare l’innovazione acquisendo nuovi mercati e offrono la possibilità di continuare ad investire sul futuro.

Come accedere a Brevetti +

Per accedere alla misura Brevetti +, gestita da Invitalia, è fondamentale sapere che le agevolazioni sono finalizzate all’acquisto di servizi specialistici relativi a: industrializzazione e ingegnerizzazione; organizzazione e sviluppo; trasferimento tecnologico.

È prevista la concessione di un’agevolazione in conto capitale, nel rispetto della regola del de minimis, del valore massimo di 140.000 euro.

Le domande saranno gestite con una procedura a sportello che prevede la valutazione in ordine cronologico di arrivo fino a esaurimento dei fondi. Dopo la verifica formale di sussistenza delle condizioni di accesso all’incentivo, è prevista una valutazione di merito, che verte sulla credibilità della strategia di valorizzazione economica del brevetto, sulla funzionalità e coerenza dei servizi specialistici, sulla coerenza tra caratteristiche dei fornitori prescelti e servizi specialistici, congruità del costo dei servizi specialistici.

Per richiedere le agevolazioni del bando Brevetti + è necessario:

  1. registrarsi  ai servizi online di Invitalia indicando un indirizzo di posta elettronica ordinario
  2. una volta registrati accedere al sito riservato per compilare direttamente online la domanda e la documentazione da allegare

Per concludere la procedura di presentazione della domanda è necessario disporre di una firma digitale e di un indirizzo di posta elettronica certificata (PEC) del legale rappresentante della società.

Al termine della procedura di compilazione del piano di impresa e dell’invio telematico della domanda e dei relativi allegati, verrà assegnato un protocollo elettronico.

Redazione

Questo è lo spazio dedicato ai contenuti redazionali generici di FMag.it.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Translate »