SocietàImpresa e StartupSociale

Colmare il gender gap con più investimenti nella formazione femminile: il piano di Bitrock

Il gender gap è certamente uno dei temi protagonisti del dibattito pubblico e il colmare il divario fra uomini e donne, soprattutto in termini di opportunità lavorative, stipendi e accesso al welfare, resta un obiettivo fondamentale, seppur ancora lontano.

E’ una difficoltà riscontrata in tutto il mondo, soprattutto nel mondo del lavoro e in particolare nell’ambito STEM dove il gender gap tra uomini e donne rimane alto. Infatti, secondo i dati dell’ultimo Global Gender Gap Report, nel mondo della tecnologia la sotto-rappresentazione femminile resta evidente. Soprattutto nell’ambito STEM, quindi, sussistono particolari picchi di divario di genere in settori come il cloud computing, l’Intelligenza artificiale e l’ingegneria, dove le donne rappresentano rispettivamente il 14%, il 32% e il 20% della forza lavoro.

L’iniziativa: Bitrock contro il gender gap

Sebbene, quindi, sulla questione del gender gap vi sia una consapevolezza quasi globalizzata, molte aziende hanno deciso di non restare indifferenti e provare a colmare questo divario. Un esempio reso noto in questi giorni è dato da Bitrock, società di consulenza e tecnologia di fascia alta impegnata in soluzioni e servizi all’avanguardia, si è impegnata impegna per cercare di cambiare lo stato di cose con una serie di iniziative, insieme a SheTech.

La collaborazione tra l’azienda e l’associazione no profit, impegnata a colmare il gender gap nel mondo della tecnologia, è iniziata quest’anno, coinvolgendo non solo le donne che lavorano in Bitrock, ma anche quelle che lavorano nelle altre realtà che fanno parte del Gruppo Fortitude – Radicalbit e ProActivity.

Queste ultime avranno accesso libero a training e workshop dedicati ai più disparati campi, dal public speaking alla gestione di un profilo social, per crescere professionalmente e affermarsi sempre di più in un mondo che fino ad oggi è stato appannaggio esclusivo degli uomini. Oltre all’attività di formazione, al centro del progetto ci sono anche delle vere e proprie strategie di talent attraction.

Bitrock, così come le altre aziende partner, ha la possibilità di condividere la notizia dell’apertura di nuove posizioni tramite i canali comunicativi di SheTech, raggiungendo così tutta la Community di riferimento e cercando di favorire l’ingresso di nuove figure professionali al femminile. Tra le numerose iniziative anche le ‘#SheTechBreakfast’: live informali con cadenza settimanale che si tengono sul profilo Instagram SheTech, durante le quali le Role Model Stem scelte dall’associazione si presentano alla Community e al pubblico esterno raccontando il proprio percorso e la propria esperienza personale e professionale.

“Il mondo della tecnologia, e non solo, ha un grande bisogno di creatività combinata a un giusto livello di sensibilità. Guardando il contesto da una prospettiva diversa è possibile trovare soluzioni innovative – afferma Claudia Bressi – Per tutto questo una presenza maggiore delle donne aiuterebbe in maniera significativa il settore spingendolo verso un rapido sviluppo. Collaborazioni tra aziende innovative come Bitrock e associazioni come SheTech sono fondamentali per crescere in questo senso”. “Grazie alla partnership con Bitrock abbiamo l’opportunità di valorizzare le storie di professioniste che lavorano nel mondo tech e fare delle attività concrete per avvicinare sempre più donne a questo settore” aggiunge Chiara Brughera, General Manager di SheTech.

Forse questo può rappresentare un primo passo per una presa di coscienza diversa, anche all’interno delle aziende, nel valorizzare il ruolo delle donne e aiutarle a potenziare capacità e conoscenze.

Redazione

Questo è lo spazio dedicato ai contenuti redazionali generici di FMag.it.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Translate »