InnovazioneTecnologia

Come cambia Google: nuove misure di sicurezza per bambini e ragazzi

Sono giorni caldi per i leader indiscussi delle nuove tecnologie. Dopo le notizie trapelate da Apple, il “leader del web” Google annuncia nuovi livelli di sicurezza e benessere digitale per i minori, sia su piattaforme e servizi Google che su Youtube.

In primis, secondo quanto riporta l’azienda in una nota, Youtube inizierà a regolare gradualmente l’impostazione di caricamento dei video dei minori di 17 anni impostandola su “privata”:

Vogliamo aiutarli a prendere decisioni consapevoli sulla loro impronta digitale e sulla privacy online, anche incoraggiandoli a scegliere intenzionalmente se rendere pubblici o meno i loro contenuti”.

Inoltre, Google introdurrà un meccanismo di rimozione delle immagini di minori dai risultati delle ricerca: “Nelle prossime settimane, introdurremo una nuova norma che permette a chiunque abbia meno di 18 anni, o ai loro genitori o tutori, di richiedere la rimozione di un’immagine dalla Ricerca“, spiega ancora la multinazionale.

La nuova geografia della sicurezza di Google

Da casa Google è prevista una vera e propria mutazione della geografia della sicurezza del colosso statunitense: sono previsti aggiornamenti multipli in tutti i prodotti Google, tra cui SafeSearch predefinito nelle impostazioni dei giovani sotto i 18 anni, la Cronologia delle posizioni sarà disattivata di default per i giovani di età inferiore ai 18 anni e una nuova sezione sulla sicurezza in Play dove le app saranno tenute a rilevare come utilizzano i dati che raccolgono in modo più dettagliato, rendendo più facile per i genitori decidere se l’app è adatta per il loro bambino prima di scaricarla.

Tra le altre novità annunciate da Google, anche la pubblicità cambierà:

“Espanderemo le misure di sicurezza per impedire che categorie di annunci sensibili all’età vengano mostrati agli adolescenti e bloccheremo il targeting degli annunci basato sull’età, il sesso o gli interessi per le persone sotto i 18 anni”.

Inoltre, l’azienda sta sviluppando, riguardo notifiche e risorse sulla privacy, materiali semplici e intuitivi per i giovani e i loro genitori in modo da aiutarli a capire meglio quali dati vengono raccolti, perché e come vengono utilizzati.

Per finire, Google punterà su nuovi strumenti per il benessere digitale: su YouTube, verranno attivati i promemoria rivolti ai giovani per fare una pausa o riposarsi; verrà, inoltre, disattivata la riproduzione automatica per gli utenti sotto i 18 anni con ulteriori modalità di controllo parentali nell’app YouTube Kids, compresa la possibilità per un genitore di scegliere un’impostazione di riproduzione automatica inizialmente predefinita come bloccata.

Federica Colucci

Napoletana, classe 1990, Federica Colucci è giornalista, HR e communication specialist. Già responsabile della comunicazione dell'Assessorato al Lavoro e alle Politiche Sociali del Comune di Napoli, ha come expertise i temi del lavoro, del welfare e del terzo settore. Direttore editoriale di FMag.it

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Translate »