InnovazioneImpresa e Startup

Il 5G per l’audiovisivo: 3,2mln a disposizione nella call del MISE

Il MISE ha avviato una procedura per l’acquisizione di proposte progettuali finalizzate all’impiego della tecnologia 5G nel settore della produzione e della distribuzione di contenuti audiovisivi. La procedura prevede la selezione di progetti pilota, della durata di un anno, che realizzino reti e servizi innovativi per il settore della produzione di contenuti audiovisivi, la loro trasmissione e fruizione, basati su tecnologia 5G per la banda larga mobile, anche mediante l’impiego della banda 700 MHz.

Come funziona il bando sul 5G

Possono partecipare alla call sul 5G imprese investite del ruolo di capofila di forme di aggregazione, partenariato ed altre modalità di intesa/coordinamento appartenenti alle categorie di:

  • BNO (Broadcaster Network Operator);
  • MNO (Mobile Network Operator);
  • produttori audiovisivi;
  • imprese di livello nazionale/internazionale con competenze specifiche nel settore oggetto della proposta progettuale.

Le modalità ed i criteri per la presentazione e per la selezione delle proposte progettuali sono stati definiti dalla DGSCERP con Avviso pubblico del 28 giugno 2021.

Per tale sperimentazione, che rientra nell’ambito una serie di iniziative a sostegno dello sviluppo e dell’innovazione delle nuove tecnologie 5G, è stata prevista una dotazione finanziaria complessiva di 3,2 milioni di euro.

Come partecipare

La domanda di partecipazione alla procedura, redatta secondo le modalità previste dall’Avviso pubblico, dovrà essere consegnata a mano, in plico chiuso e sigillato, al Ministero dello Sviluppo Economico – Direzione Generale per i servizi di comunicazione elettronica di radiodiffusione e postali, Viale America 201, 00144 Roma, piano quinto, stanza A537, dal lunedì al venerdì, esclusi i festivi, dalle ore 10,00 alle ore 13,00. La stessa potrà, in alternativa, essere trasmessa a mezzo posta elettronica certificata all’indirizzo: dgscerp.div02@pec.gov.it

Il termine di presentazione delle domande per la call sulla tecnologia 5G è fissata al 26 luglio 2021. Eventuali richieste di informazioni e chiarimenti potranno essere formulate esclusivamente in forma scritta, a mezzo PEC all’indirizzo dgscerp.div02@pec.mise.gov.it, fino al 7 luglio 2021.

Le risposte ai quesiti verranno rese ai singoli richiedenti entro il 17 luglio 2021 e pubblicate in forma anonima sul sito internet del Ministero. L’istruttoria delle proposte progettuali si concluderà con la pubblicazione sul sito del Ministero, entro il 10 Agosto 2021.

Origine
MISE

Redazione

Questo è lo spazio dedicato ai contenuti redazionali generici di FMag.it.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button