EconomiaSociale

Bonus sociale bollette, in automatico sconti ed esenzioni. Ecco come

A partire dal primo luglio prossimo partirà, sembra in automatico, il bonus sociale bollette che prevede sconti ed esenzioni rispetto al pagamento delle utenze. La misura, che sarebbe dovuta partire in realtà già dal primo gennaio 2021, è stata finalmente approvata dall’Arera, l’Autorità per l’energia, le reti e l’ambiente.

Come funziona il bonus sociale bollette

Il bonus sociale bollette è rivolto, in automatico, a tutti gli utenti domestici che hanno intestato un contratto di fornitura e che presentano almeno uno dei seguenti requisiti:

appartengono a un nucleo familiare con indicatore Isee non superiore a 8.265 euro;

appartengono a un nucleo familiare con almeno 4 figli a carico (famiglia numerosa) e indicatore Isee non superiore a 20.000 euro;

fanno parte di un nucleo familiare titolare di Reddito di cittadinanza o Pensione di cittadinanza. I titolari di reddito di cittadinanza hanno poi diritto al bonus luce e gas anche se l’Isee supera gli 8.265 euro, mentre possono chiedere lo sconto nella bolletta dell’acqua solo se l’Isee si colloca entro la soglia di 8.265 euro;

sono intestatari di un contratto attivo di fornitura elettrica e/o gas e/o idrica con tariffa per usi domestici oppure usufruiscono di una fornitura condominiale attiva gas e/o idrica.

Il bonus sociale bollette si può ricevere semplicemente compilando la Dichiarazione sostitutiva unica (Dsu), ai fini dell’Isee, in modo da ottenere la riduzione sulla spesa sostenuta per le forniture di energia elettrica, gas e acqua. A questo proposito, il bonus sociale bollette si applica sul nucleo anagrafico della famiglia, pertanto esclusivamente un solo componente può farne richiesta.

Gli sconti previsti per l’anno corrente sono pari a questi importi:

Numerosità familiare 1-2 componenti: 128 €

Numerosità familiare 3-4 componenti: 151 €

Numerosità familiare oltre 5 componenti: 177 €

Il bonus sociale bollette verrà detratto, in base alla cifra stabilita, direttamente nelle bollette corrispondenti ai consumi e relative ai dodici mesi successivi alla presentazione della domanda. Quando si riceverà la bolletta, ogni documento riporterà la percentuale del bonus applicabile al periodo di riferimento.

Come richiederlo

Per richiedere il bonus sociale bollette, come anticipavamo nel precedente paragrafo, basta presentare

la Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU) per ottenere l’attestazione ISEE utile per le differenti prestazioni sociali agevolate  con cui si dimostri di avere i requisiti per accedervi.

Infatti, il meccanismo farraginoso di domande e il complesso corollario burocratico che ne conseguiva ha, spesso, bloccato l’erogazione di bonus e pertanto è stato superato. Per ovviare, quindi, la procedura è stata alleggerita.

Inoltre, per tutte le informazioni utili è a disposizione il numero verde 800.166.654 dello Sportello per il consumatore di Energia e Ambiente.

Per ottenere comunque un risparmio sulle bollette, ricordiamo che qualche tempo fa vi abbiamo parlato di Switcho, una app che utilizza un algoritmo per leggere le ultime bollette di luce, gas, Internet e telefonia: dopo averle analizzate, verifica se esiste un’offerta più conveniente rispetto ai nostri consumi attuali e, se esiste, restituisce una stima di risparmio personalizzata. Vale sempre la pena provare se non si rientra nel bonus sociale bollette e se si vuole risparmiare un po’ sul caro prezzi delle utenze domestiche.

Federica Colucci

Napoletana, classe 1990, Federica Colucci è giornalista, HR e communication specialist. Già responsabile della comunicazione dell'Assessorato al Lavoro e alle Politiche Sociali del Comune di Napoli, ha come expertise i temi del lavoro, del welfare e del terzo settore. Direttore editoriale di FMag.it

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button