Impresa e StartupTecnologia

Nimbo Jobs, la startup che connette domanda e offerta di lavoro (occasionale)

La startup Nimbo Jobs matcha domanda e offerta di lavoro nella Gig Economy: una mano per la ripresa economica con sistema smart di Intelligenza Artificiale

Nimbo Jobs, startup piacentina, vuole mettere in connessione le persone che cercano lavori occasionali. E lo fa utilizzando l’intelligenza artificiale e un chatboat, pronta ad incrociare domanda e offerta, per quelle attività proprie della Gig Economy di cui c’è sempre bisogno: parliamo di riders, ma anche di facchini, fattorini, badanti a chiamata e tanti altri.

«Il Chatbot – hanno evidenziato Matteo Bonfanti e Alessandro Peveri, fouder di Nimbo Jobs fornisce all’utente un’esperienza semplice e guidata per la pubblicazione dell’annuncio attraverso un sistema smart di domanda e risposta. L’Intelligenza Artificiale analizza la richiesta ed effettua il matching più appropriato in base ai dati inseriti. Nei prossimi mesi, inoltre, la comunicazione tra piattaforma e utente avverrà anche tramite i sistemi di messaggistica istantanea come Messanger (FB) e WhatsApp».

Come funziona Nimbo Jobs?

E’ semplice come scrivere un messaggio. Nimbo Jobs ha una piattaforma intuitiva, pratica, veloce che propone un servizio di matching basato sulle caratteristiche che si “incrociano”: l’intelligenza artificiale consiglierà all’utente le persone di cui potrebbe avere bisogno (sia nel settore della domanda che dell’offerta di lavoro) e metterà in contatto le persone.

Complice l’inizio dell’estate e la fine della restrizioni dovute alla congiuntura pandemica, oltre al sempre più evidente sviluppo dei canali di lavoro occasionale propri della Gig Economy, Nimbo Jobs vuole colmare l’esigenza di trovare lavoro in fretta, per poter far fronte ad una situazione economica non sempre semplice.

«Abbiamo deciso di impegnarci in questa avventura – hanno raccontato Matteo Bonfanti e Alessandro Peveriper supportare la ripresa del territorio ricreando una rete di contatti di fiducia a supporto delle persone, con un focus sulle necessità delle categorie più colpite in questo momento storico: come i giovani, i Neet, i nuovi disoccupati, le donne, le persone disabili e gli stranieri. La mission della startup ha una dichiarata vocazione sociale volta a fornire una soluzione inclusiva, intelligente e user friendly».

La startup Nimbo Jobs ha iniziato la fase di seed up a Piacenza, città che proprio per la sua vocazione rappresenta un mercato interessante per questa tipologia di servizio: «Pensiamo – hanno concluso – che il territorio di Piacenza sia il campo di prova ideale perché presenta sia un importante area rurale che una parte urbana, quindi una buona varietà di impieghi possibili».

Sulla piattaforma di Nimbo Jobs, ad ogni modo, è possibile trovare anche aggiornamenti, notizie e riflessioni sul mondo del lavoro in generale che, soprattutto dopo questi difficili mesi, possono essere di supporto.

Federica Colucci

Napoletana, classe 1990, Federica Colucci è giornalista, HR e communication specialist. Già responsabile della comunicazione dell'Assessorato al Lavoro e alle Politiche Sociali del Comune di Napoli, ha come expertise i temi del lavoro, del welfare e del terzo settore. Direttore editoriale di FMag.it

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button