Università

Corsi di vita ai tempi del Covid: l’indagine online della Federico II

Come è cambiata la vita nel corso della pandemia? Dalla Federico II arriva la ricerca online per poter studiare sfumature ed effetti

L’Università degli studi di Napoli Federico II ha deciso di approfondire le dinamiche umane, sociali, psicologiche legate alla vita delle persone nel corso della pandemia. E lo fa con un’indagine online, il cui obiettivo è esplorare ciò che è avvenuto nello studio, nel lavoro, nel modo di abitare, nella costruzione di una famiglia e nei progetti di vita ai tempi del Coronavirus.

La ricerca sulla vita delle persone

Indubbiamente, i mesi appena trascorsi sono stati complessi sotto più punti di vista: la maggior parte delle persone, infatti, si è trovata a dover accantonare (almeno temporaneamente) sogni e progetti; in molti altri hanno perso il lavoro e la stabilità economica, situazione questa che ha comportato non poche difficoltà nel fluire del corso “normalizzato” della vita quotidiana; molte altre persone, invece, si sono trovate sole e senza contatti umani. In altri contesti familiari, la vita è dovuta cambiare per potersi riorganizzare fra smartworking e didattica a distanza. Insomma, non sono stati mesi semplici ed è per questo motivo che l’Università ha deciso di approfondirne le sfumature.

E, nell’ambito del progetto “Osservatorio Giovani della Regione Campania”, il Dipartimento di Scienze Politiche della Federico II di Napoli sta conducendo una ricerca online sui possibili cambiamenti causati dall’emergenza Covid 19 sui vari aspetti della vita dei giovani e dei giovani adulti italiani che hanno tra i 18 e i 40 anni. 

L’obiettivo dell’indagine è di esplorare ciò che è avvenuto nello studio, nel lavoro, nel modo di abitare, nella costruzione di una famiglia e nei progetti di vita in generale, oltre che le opinioni e gli stati d’animo, a distanza di più di un anno dall’inizio dell’emergenza Covid 19.

“Se rientri nella fascia di età di nostro interesse, ti chiediamo di dedicare un po’ di tempo (circa 20 minuti) per compilare il questionario. Il tuo contributo sarà fondamentale per la nostra ricerca e resterà anonimo nel pieno rispetto della tua privacy. Per eventuali domande e curiosità, puoi scrivere all’indirizzo email: osservatoriogiovaniFII@gmail.com.”

Questo il messaggio inserito all’interno del post ufficiale apparso sui social per promuovere la ricerca. Per chi fosse interessato a compilare il questionario, basta cliccare sul link dedicato.

Redazione

Questo è lo spazio dedicato ai contenuti redazionali generici di FMag.it.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button