Innovazione

Li-Fi, la nuova tecnologia che supera il wi-fi

Arriva a Roma la sperimentazione sulla connessione Li-Fi: connette fino a 20 postazioni computer e garantisce una connessione wireless

Per la prima volta in Italia una scuola non sarà connessa tramite connessione Wi-fi o la più tradizionale ethernet. L’Istituto comprensivo Rosetta Rossi di Roma sarà collegato alla rete con la Li-Fi (Light fidelity), la tecnologia senza fili che sfrutta la modulazione della luce Led per connettersi a Internet.

«Roma è la prima città in Italia, e una delle prime al mondo, a sperimentare il Li-Fi in una scuola. Abbiamo colto questa opportunità con grande entusiasmo rafforzando così il nostro impegno per portare Roma verso un futuro sempre più smart, innovativo e sostenibile. Sono particolarmente orgogliosa che questa tecnologia, più veloce, più efficiente e più sicura del Wi-Fi, venga sperimentata in una scuola romana. I nostri studenti diventano protagonisti dell’innovazione», ha detto soddisfatta la Sindaca di Roma Virginia Raggi. L’inquilina del Campidoglio ha partecipato all’inaugurazione del progetto, insieme con il Founder e Ceo della startup “To beFrancesco Paolo Russo.

Il progetto Li-fi revolution

Il progetto, infatti, è stato reso possibile dalla collaborazione tra il Comune di Roma e la startup To Be. «Abbiamo fondato To Be inseguendo un sogno ed una visione: rendere ogni luce una fonte di informazioni. Questa è la Li-Fi Revolution! La nostra startup è cresciuta moltissimo negli ultimi mesi, siamo alla ricerca di nuovi talenti per ampliare il nostro organico e allo stesso tempo stiamo lavorando per accelerare ulteriormente la nostra crescita attraverso una raccolta di capitali da parte di investitori», spiega Francesco Paolo Russo.

Ma non solo. Tra i partner del progetto anche Signify (precedentemente Philips Lighting) e TecnoElectric. Anche grazie a loro è stato implementato un sistema Li-Fi capace di connettere fino a 20 postazioni computer e garantire una connessione moderna, innovativa e sicura in modalità wireless. Nell’Istituto Comprensivo Rosetta Rossi è stato allestito un impianto wireless con velocità di trasmissione in download/upload più elevate rispetto al Wi-Fi tradizionale. L’allestimento tecnico del progetto sperimentale ha previsto l’installazione di un sistema Li-Fi costituito da 9 lampade Led posizionate sul soffitto per l’illuminazione dell’aula informatica con trasmettitori per connettere a Internet le postazioni informatiche.

Alla presentazione ha partecipato anche l’ex ministro e storico animatore di battaglie ambientaliste Alfonso Pecoraro Scanio: «Connettersi a Internet attraverso la luce è possibile, più efficiente e più sicuro per salute e ambiente. Roma è oggi la prima in Italia a sperimentare la tecnologia Li-Fi con la prima classe scolastica elettrosmog free. Speriamo che altre istituzioni seguano questo esempio».

Dario De Martino

Nato all'ombra del Vesuvio il 18 marzo 1994, dopo la maturità classica e la laurea in scienze politiche alla Federico II diventa giornalista professionista lavorando per il "Roma", la testata più antica del Sud Italia. Sin da giovane racconta il mondo e le sue evoluzioni dall'osservatorio che definisce "privilegiato di una città unica per tanti aspetti e, seppur legata alle sue tradizioni, pronta ad adeguarsi alle nuove velocità del globo".

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button