Società

Spaghetti Italiani, la piattaforma digital food regala per 6 mesi il QrAccessApp

Spaghetti Italiani, il portale enogastronomico offre gratuitamente il QRCODE per accedere in sicurezza nei locali e tutelare la privacy

A voler essere ottimisti, fra i pochi aspetti positivi della pandemia da Coronavirus sicuramente c’è stato il piacere di riscoprirsi provetti cuochi ai fornelli di casa: lo sa bene il team di Spaghetti Italiani, il portale enogastronomico che offre gratuitamente ricette made in Italy suddivise per tipologia, regione e gusto di preferenza.

La piattaforma digital dedicata alla cucina, con la volontà di ampliare i servizi offerti ai suoi follower e tendere la mano ai settori più colpiti della pandemia come il turismo e la ristorazione ha deciso di stipulare un accordo con l’app QRAccessApp con cui le attività registrate a Spaghetti Italiani potranno usufruire gratuitamente del servizio per 6 mesi senza nessun obbligo di rinnovo alla scadenza. Basta semplicemente registrarsi al portale culinario spaghettitaliani.com, in modo facile e gratuito.

L’idea è nata proprio dalla situazione attuale in si trova il Paese: con l’alternanza delle zone gialle, arancioni e rosse, non sempre è facile prevedere quando si potrà aprire l’attività commerciale e -finalmente- poter ospitare i clienti.

Inoltre, non tutti i ristoratori ed esercenti del settore food riescono a controllare le presenze e a registrarle in modo agevole e questo comporta svariate conseguenze: in primis i clienti non si sentono tutelati nella privacy; il passaggio di mano in mano di fogli, penne e documenti possono costituire una ulteriore forma di contagio; infine, la gestione di questo processo può diventare complessa.

Spaghetti italiani

L’accordo di Spaghetti Italiani con QrAccessApp è pensato proprio per salvaguardare la salute, proteggere la privacy e semplificare l’accesso ai locali. Utilizzando il qr code, infatti, nessuno nella catena della ristorazione avrà la possibilità di avere “a vista” e quindi trascrivere il numero di telefono, tantomeno associarlo alla persona.

Il cliente potrà scaricare la App, che genererà un QRcode con il proprio numero di telefono. Tale QRcode sarà scansionato dal locale, trasferito e conservato in maniera sicura e gestito secondo la normativa sulla privacy e i tempi stabiliti dalla legge. E il cliente potrà essere ricontattato solo in caso di pericolo sanitario.

Redazione

Questo è lo spazio dedicato ai contenuti redazionali generici di FMag.it.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button