EconomiaIstituzioni
Trending

Coronavirus, il disavanzo italiano tra i più elevati secondo la BCE

L’Italia, con Francia, Spagna e Slovacchia, registrerà nel 2021 i disavanzi più elevati in UE. Lo sostiene la BCE nel suo ultimo bollettino economico. Non sono quindi incoraggianti le indicazioni della Banca Centrale Europea che continua a mantenere alto il livello di guardia, anche a seguito delle richieste della Commissione Europea di prestare attenzione alle sostenibilità di bilancio a medio termine del nostro Paese come per Belgio, Grecia, Spagna, Francia e Portogallo.

Occhio alle misure per salvare il lavoro

Sotto la lente d’ingrandimento finiscono anche le misure approvate dai Governi comunitari per preservare i posti di lavoro durante la pandemia. Tali misure secondo la Banca Centrale Europea, sebbene nel breve periodo contribuiscano a mantenere stabile l’occupazione, comportano anche “un determinato livello di perdite secche (quando sovvenzionano posti di lavoro che non sarebbero stati persi) e di effetti di esubero (quando sovvenzionano posti di lavoro improduttivi)”. L’invito della BCE è quindi limitare queste misure di supporto nel tempo: se usate in un periodo prolungato potrebbero ridurre l’efficienza allocativa dell’economia e ostacolare la “necessaria ristrutturazione economica”.

Redazione

Questo è lo spazio dedicato ai contenuti redazionali generici di FMag.it.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button