Impresa e Startup

Var Group lancia Talent ward, la startup benefit per la formazione digitale

Arriva Talent ward, la startup benefit nata con lo scopo di colmare il gap tra formazione e mondo del lavoro nonché come strumento di welfare per la crescita e il benessere delle persone.

L’iniziativa è di Var Group, player di riferimento in Italia nel settore dei servizi e delle soluzioni digitali per le imprese, Vitruvio Consulting, società di consulenza di direzione e formazione manageriale, e executive solutions, agenzia formativa specializzata nella formazione finanziata di Micaela Fabrizi.

Lo scopo di Talent ward

L’offerta di Talent ward si struttura lungo due direttrici, una esterna e una interna: da un lato è uno strumento di formazione per le figure professionali attuali e del futuro, una vera e propria Corporate university.

Dall’altro, Talent ward è un progetto adottato da Var Group per guidare i propri collaboratori attraverso una crescita personale e professionale. Uno strumento per il benessere delle risorse umane che parte dai percorsi di on boarding e continua con una formazione e un aggiornamento costante durante tutta la carriera lavorativa.

Da quasi 50 anni – commenta Francesca Moriani, ceo di Var Group – siamo a fianco delle imprese italiane nel percorso di digitalizzazione. Abbiamo più volte constatato come alle esigenze di un Paese che si avvia con forza verso un livello di digitalizzazione sempre più evoluto non coincida eguale preparazione scientifica e pratica. Il gap tra istruzione e mondo del lavoro è oramai un problema assodato a cui abbiamo deciso di far fronte in maniera organizzata e a più livelli”.

“Talent Ward – dice – nasce da questa consapevolezza e si posiziona come strumento per le aziende e per la stessa Var Group: seguire le persone in una crescita costante, su misura e professionale è di fondamentale importanza, farlo attraverso una società benefit ad hoc ancora di più. Ci rivolgiamo dunque non solo agli studenti o ai neolaureati, ma a tutte le figure professionali a cui viene richiesto un reskill spendibile nel mutato universo odierno”.

“Siamo consapevoli – spiega Sergio Rastelli, head of Talent Ward – che il mercato continua a chiedere figure formate per il mondo digitale. Non parliamo più di lavori del futuro ma di lavori del presente. L’esigenza di digitalizzazione è arrivata con forza e bisogna far fronte alla mancanza di figure idonee a realizzarla. In Talent Ward portiamo i valori e le attenzioni proprie di Var Group, guardando all’inclusività e impegnandoci per colmare il gender gap per quanto riguarda le materie stem. Attraverso percorsi personalizzati miriamo dunque alla crescita personale e professionale dei lavoratori in quello che è a tutti gli effetti il new normal”.

I corsi di Talent ward

L’offerta formativa messa in campo prevede:

  • La progettazione, l’organizzazione e la gestione di corsi di formazione professionale per valorizzare e divulgare la cultura di impresa digitale di tutta l’azienda;
  • Formazione atta a favorire l’accelerazione della digitalizzazione di tutti quei settori ancora acerbi in ambito tecnologia e innovazione (Temporary & Innovation Management);
  • Sportello informativo costante circa le opportunità occupazionali, il mercato del lavoro e gli strumenti di politica attiva disponibili;
  • Occasioni di networking tra società, enti, consorzi e associazioni promuovendo la collaborazione per un’imprenditorialità diffusa;
  • Il supporto all’avviamento e la gestione di start-up imprenditoriali il cui scopo sia in linea con i principi di innovazione;
  • Piani formativi individuali per tutte le risorse, affinché ogni persona in Var Group abbia la possibilità di potenziare e implementare le proprie competenze durante tutta la vita professionale.

Per maggiori informazioni, si consiglia di visionare il sito di Var Group.

Redazione

Questo è lo spazio dedicato ai contenuti redazionali generici di FMag.it.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button