Impresa e Startup

Startup italiane a Boston: il “ponte” possibile con la comunità di innovatori statunitense

L'accordo fra Accelerate Italy, Entopan Innovation e 42N Advisors ha l'obiettivo di favorire, sostenere e sviluppare le relazioni imprenditoriali tra l’Italia e le sue migliori realtà innovative con l’ecosistema di Boston, privilegiando soluzioni tecnologiche basate su Big Data ed Intelligenza Artificiale

Forse non tutti sanno che, oltreoceano, c’è una comunità di innovatori a Boston che ha dato vita ad un vero e proprio ecosistema per startup e scaleup italiane: parliamo di Accelerate Italy nato dall’esperienza, dalla bravura e dall’idea di Andrea Ridi, imprenditore “seriale” in campo high-tech, business coach certificato e mentor di startup internazionali.

Intervistato qualche mese fa dalla redazione di F-Mag, Andrea Ridi raccontò che “Boston è uno degli ecosistemi di innovazione più sviluppati a livello mondiale. Accelerate Italy mira a dare agli imprenditori le giuste informazioni e mindset per interagire con il mondo bostoniano, e tutte le connessioni per entrare velocemente nell’ecosistema locale”.

Orbene, a distanza di pochi mesi, il ponte per le startup fra l’Italia e l’America si rafforza sempre di più: è notizia di queste ore Entopan Innovation, incubatore/acceleratore e hub di open innovation ha stretto un accordo con Accelerate Italy e 42N Advisors, per lanciare le startup del Sud Italia nella comunità di innovatori di Boston.

L’accordo per le startup: una spinta verso Boston

L’accordo fra Accelerate Italy, Entopan Innovation e 42N Advisors ha l’obiettivo di favorire, sostenere e sviluppare le relazioni imprenditoriali tra l’Italia e le sue migliori realtà innovative con l’ecosistema di Boston.

L’intesa, si legge nella nota diffusa, “mira fattivamente alla creazione di un ponte di collegamento privilegiato tra il Sud dell’Italia, nello specifico, Harmonic Innovation Hub, l’ecosistema innovativo impegnato nella ricerca e sviluppo di soluzioni tecnologiche capaci di rispondere alle principali criticità ambientali, sociali ed economiche dell’area del Mediterraneo, e la comunità di innovatori italo-americani con sede a Boston, negli Stati Uniti, nella prospettiva di favorire la competitività e la collaborazione dei rispettivi sistemi dell’innovazione”.

Entopan Innovation, 42N Advisors e Accelerate Italy supporteranno concretamente i progetti innovativi, attrattivi e maturi per la fase di internazionalizzazione e accesso al mercato d’oltreoceano, attraverso programmi di accelerazione, scale-up, open innovation e corporate venture building, oltre alla creazione di percorsi di networking ed un ‘Club Deal’ di investitori privati e Business Angel.

Il programma collaborativo si concentrerà su progetti, start-up ed imprese caratterizzate da un elevato tasso di innovazione, privilegiando soluzioni tecnologiche basate su Big Data ed Intelligenza Artificiale. Allo scopo di favorire la creazione del valore e di nuova conoscenza tra distretti territoriali diversi e distanti, contaminazione dei talenti, fertilizzazione imprenditoriale e nella prospettiva di una crescita armonica, sostenibile e generativa dei territori e delle imprese, saranno realizzati programmi e interventi a favore di giovani ricercatori attivando campus estivi e borse di studio in collaborazione con Università, Centri di Ricerca, Fondazioni ed Istituzioni culturali.

“L’accordo con 42N Advisor – commenta Alessandro M. Lerro, presidente di Entopan Innovation – è uno strumento importante e strategico per ampliare il raggio di azione di Entopan Innovation in una dimensione internazionale. Stiamo costruendo un ponte concreto e fattivo tra l’ecosistema innovativo del Mezzogiorno e del Mediterraneo con quello degli Stati Uniti, agevolando da una parte l’accesso delle società tecnologiche del nostro Paese a uno dei mercati esteri più importanti, e dall’altro offrendo alle società americane interessanti soluzioni di open innovation. La partnership con 42N Advisors ed Accelerate Italy è significativa anche in considerazione delle grandi opportunità che si apriranno per le startup e le aziende di ogni dimensione che aderiranno all’ecosistema stabile, ampio e qualificato dell’Harmonic Innovation Hub: un luogo nel quale si progetterà e realizzerà una innovazione ad impatto, attraverso il contributo di una comunità internazionale composta da grandi player, Università, centri di ricerca, start-up e pmi”, conclude Lerro.

Aggiunge Rob Dolci, co-founder di 42N Advisors: “Dobbiamo superare la tendenza nazionale al nanismo industriale e all’isolamento, per questa ragione, la vera mission è supportare i talenti italiani nelle grandi sfide globali, in una logica di ‘coopetition’ con le realtà d’oltreoceano. Il nostro obiettivo è accompagnare tutte quelle aziende che vogliano confrontarsi con una dimensione internazionale, con un focus diretto al mercato nordamericano. È un percorso esperienziale e lavorativo che in passato abbiamo fatto noi stessi, ne conosciamo le difficoltà, eppure siamo certi, oggi più di ieri, che l’ecosistema innovativo al Sud Italia, grazie ad Entopan Innovation ed all’ambizioso progetto ‘Harmonic Innovation Hub’, potrà conseguire risultati importanti, sia in termini imprenditoriali che di impatti ESG“, conclude Dolci.

Mentre per Andrea Ridi, co-founder di Accelerate Italy, “siamo convinti che questo accordo possa contribuire significativamente a far emergere la capacità competitiva di un’area del Paese troppe volte dimenticata. Di fatto, con un sistema universitario di primissimo livello e grazie a provider di innovazione come Entopan, il Sud Italia può vantare finalmente un ecosistema innovativo pronto a confrontarsi ed integrarsi con scenari ecosistemici più ampi e mercati più evoluti. In questo contesto, il nostro impegno, assieme ad Entopan Innovation, è costruire percorsi di crescita che trasformino casi di successo ‘locali’ in campioni internazionali”.

Federica Colucci

Napoletana, classe 1990, Federica Colucci è giornalista, HR e communication specialist. Già responsabile della comunicazione dell'Assessorato al Lavoro e alle Politiche Sociali del Comune di Napoli, ha come expertise i temi del lavoro, del welfare e del terzo settore. Condirettore di FMag.it

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button