Impresa e Startup

Parte da oggi il piano voucher per le imprese: fino a 2500euro per connettività e banda larga

Il MISE – Ministero allo Sviluppo Economico – ha avviato, dalle ore 12,00 di oggi, il piano voucher per le imprese: sono previsti contributi da un minimo di 300 euro ad un massimo di 2.500 euro per abbonamenti ad internet a velocità in download da 30 Mbit/s ad 1 Gbit/s (e superiori), di durata pari a 18 o 24 mesi.

L’incentivo nasce nell’ambito della Strategia Italiana per la Banda Ultralarga e mette a disposizione il piano voucher per le imprese con l’obiettivo di migliorare la digitalizzazione del sistema produttivo su tutto il territorio italiano.

Piano voucher per le imprese: come richiedere l’incentivo

Il piano voucher per le imprese prevede una procedura a sportello: a partire dalle ore 12,00 di questa mattina e fino al prossimo 15 dicembre, salvo esaurimento fondi disponibili, le aziende possono fare richiesta del contributo che arriva fino ad una cifra massima di 2500 euro.

Il Piano voucher per le imprese che punta a favorire la connettività a internet ultraveloce e per questo le imprese avranno la possibilità di richiedere il contributo direttamente agli operatori di telecomunicazioni che si saranno accreditati sul portale dedicato all’incentivo, attivato da Infratel Italia che gestisce la misura per conto del Ministero dello sviluppo economico.

Per l’erogazione del voucher e l’attivazione dei servizi a banda ultralarga, i beneficiari dovranno utilizzare i consueti canali di vendita degli operatori.

Le risorse destinate alla misura, volta alla digitalizzazione delle imprese, sono pari complessivamente a 608.238.104,00 euro. Si prevede già da ora una proroga di un anno, se la misura riscontrerà l’interesse del settore produttivo del Bel Paese.

Il piano voucher per le imprese è destinato alle imprese regolarmente iscritte al Registro delle Imprese, di dimensione micro, piccola e media. A ciascun beneficiario, identificato con una Partita IVA/Codice Fiscale impresa, potrà essere erogato un solo voucher (per le imprese che hanno più sedi è prevista comunque l’erogazione di un solo voucher).

Alle imprese sarà erogato un contributo che potrà variare in considerazione delle diverse caratteristiche di connettività e in presenza di step change (inteso quale incremento della velocità di connessione) rispetto al livello di connettività eventualmente già disponibile presso la sede dell’impresa, realizzato con qualsiasi tecnologia che soddisfi le prestazioni richieste.

Sono previste quattro diverse tipologie di voucher, a seconda di parametri prestazionali (velocità massima in download e banda minima garantita) relativi all’offerta attivata. Quelli di fascia A valgono 300 euro, con un contratto minimo di 18 mesi e massimo di 36 mesi, per garantire un incremento della velocità di connessione, da 30 Mbit/s a oltre 1Gbit/s. Nel caso di passaggio a connessioni a 1 Gbit/s, il valore del voucher potrà essere aumentato di un ulteriore contributo del valore massimo di 500 euro, per la copertura di parte dei costi sostenuti dalle imprese beneficiarie e giustificati dagli operatori

I voucher di fascia B sono fino a 500 euro, per un contratto della durata da un minimo di 18 mesi fino ad un massimo di 36 mesi che garantisca il passaggio a una connettività con velocità massima tra i 300 Mbit/s e il Gigabit al secondo.

Quelli di fascia C invece implicano fino a duemila euro per un contratto della durata di minimo 24 mesi fino e massimo 36 mesi, con una velocità di almeno 1 Gbit/s e velocità garantita di almeno 100 Mbit/s.

Le tipologie previste dal piano voucher per le imprese sono riassunte nella tabella seguente:

schema | F-Mag Parte da oggi il piano voucher per le imprese: fino a 2500euro per connettività e banda larga

Gli operatori già accreditati per la precedente fase 1 del Piano Voucher, destinata alle famiglie con fascia di ISEE fino a 20 mila euro, saranno automaticamente accreditati per la nuova fase per le imprese, dopo che avranno sottoscritto la nuova Convenzione con Infratel Italia e dimostrato di essere in possesso dei requisiti necessari ai fini dell’iscrizione nell’elenco degli operatori accreditati.

L’attivazione dei servizi a banda ultralarga potrà essere richiesta dalle imprese potenziali beneficiarie del voucher direttamente agli operatori, dopo che questi si saranno registrati sul portale, utilizzando i consueti canali di vendita. Per maggiori informazioni, si consiglia di seguire la procedura dal portale di Infratel.

Redazione

Questo è lo spazio dedicato ai contenuti redazionali generici di FMag.it.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button