Impresa e Startup

European Startup Prize for Mobility 2021, candidature entro il 30 novembre

Torna anche quest’anno l’European Startup Prize for Mobility (EUSP), il programma di accelerazione e di investimento dell’Unione Europea e rivolto a tutte le startup che si occupano di mobilità sostenibile per rendere le città luoghi sempre più vivibili, condivisibili e soprattutto sostenibili.

L’European Startup Prize for Mobility è nato cinque anni fa dalla Commissione per i trasporti e il turismo del Parlamento Europeo ed è cresciuto fino ad arrivare all’edizione 2021 con nuove ambizioni: rappresentare il volano di sviluppo per la nascita e l’implementazione di soluzioni ecosostenibili e smart per la mobilità cittadini, in un connubio che vede coinvolti sia il pubblico che il privato, con un modello che sia replicabile in tutta Europa.

European Startup Prize for Mobility, di cosa si tratta

Ogni anno sono più di 600 le startup che si candidano al premio European Startup Prize For Mobility che mette in palio un programma europeo di accelerazione e la connessione con un ecosistema di investitori qualificati: le migliori startup potranno poi beneficiare di un mentoring su misura, oltre che della possibilità di poter fare rete con organizzazioni comunitarie e fruire di una maggiore visibilità.

Per partecipare, c’è tempo fino al prossimo 30 novembre 2021: è necessario presentare la propria candidatura sul sito dedicato e concorrere per uno dei dieci premi messi a disposizione, che vanno dall’accessibilità alla mobilità elettrica, passando per l’inclusività, la mobilità in chiave spazio, blue, green e su ferro, la logistica e le smart city.

La sfida del premio European Startup Prize For Mobility è aperta e offerta esclusivamente a:

● Startup. Una realtà imprenditoriale, aperta a tutti i settori della mobilità. Alle startup può essere richiesto, a esclusiva discrezione dello Sponsor, di fornire prova di registrazione della società presentando un certificato di registrazione rilasciato negli ultimi tre (3) mesi, o registrazione della società in corso, o qualsiasi registro di commercio e prova che assicuri la registrazione del entità nel paese idoneo elencato di seguito e una sottoscrizione di una polizza assicurativa professionale valida.

● Paesi idonei:

Unione europea:
● Austria, Belgio, Bulgaria, Croazia, Repubblica di Cipro, Repubblica Ceca, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Ungheria, Irlanda, Italia, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Romania, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Svezia,

Paesi associati al programma Orizzonte Europa:
● Albania, Armenia, Bosnia ed Erzegovina, Isole Faroe, Georgia, Islanda, Israele, Moldavia, Montenegro, Macedonia del Nord, Norvegia, Serbia, Svizzera, Tunisia, Turchia, Ucraina

Paese extra UE:
● Regno Unito

Sono 9 i criteri chiave di selezione per l’European Startup Prize for Mobility:

  • Innovazione
  • Mercato
  • Esecuzione
  • Team
  • Clima
  • Impatto ambientale
  • Accessibilità e inclusione sociale
  • Inclusione territoriale
  • Scalabilità europea.

Tempistiche

Da fine novembre, quando si chiuderanno le candidature, a febbraio 2022 la giuria selezionerà 50 startup che potranno procedere con lo step successivo. A marzo 2022 le 10 startup vincitrici dell’European Startup Prize For Mobility e quelle che si aggiudicheranno i premi speciali saranno svelati sul sito web del programma, e contattate direttamente dagli organizzatori.

La cerimonia di premiazione è prevista per il 28 marzo 2022, mentre dal successivo mese di aprile e per i sei mesi che verranno, le startup saranno coinvolte nell’implementazione del programma di accelerazione.

Le startup che vinceranno l’European Startup Prize For Mobility prenderanno parte a:

  • Demo Day: le startup vincenti presenteranno le loro soluzioni e prodotti a più di 150 investitori europei pubblici e privati
  • Pitch Day della Banca Europea degli Investimenti: le startup vincitrici avranno la possibilità di essere esaminate e invitate ad un comitato di investimento dedicato
  • Pitch Day di EIT InnoEnergy: le startup vincitrici avranno la possibilità di essere ulteriormente esaminate dal comitato specifico InnoEnergy.

Roberto Malfatti

Roberto Malfatti, nato nell'anno in cui Bearzot insegnava al mondo a giocare a calcio con la sua Italia campione del Mondo. Sociologo, comunicatore, papà di Irene e chitarrista all'occorrenza. Esperto in tematiche ambientali con il vizietto di ascoltare sano rock.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button