Impresa e StartupInnovazioneIstituzioni
Trending

Ecosistemi dell’Innovazione nel Mezzogiorno: aperto il bando da 350mln

Il bando Ecosistemi dell'Innovazione nel Mezzogiorno prevede quali soggetti ammissibili gli organismi o Enti di ricerca e startup o PMI innovative che si occupino di ricerca fondamentale, industriale o di sviluppo sperimentale.

Ecosistemi dell’innovazione nel Mezzogiorno: è online il bando per la manifestazione di interesse per la candidatura di idee progettuali da ammettere ad una procedura negoziale finalizzata al finanziamento di interventi di riqualificazione e rifunzionalizzazione di siti di innovazione nel Sud Italia.

Gli interventi, fa sapere l’Agenzia per la Coesione Territoriale, sono finanziati a valere sulle risorse del Piano nazionale per gli investimenti complementari al PNRR, di cui al Decreto Legge 6 maggio 2021, n.59 “Misure urgenti relative al Fondo complementare al Piano nazionale di ripresa e resilienza e altre misure urgenti per gli investimenti”, con una dotazione finanziaria complessiva di euro 350.000.000 ripartiti in 70mila euro all’anno dal 2022 al 2026.

Gli investimenti finanziati con le risorse del bando Ecosistemi dell’Innovazione nel Mezzogiorno devono essere realizzati nel territorio delle Regioni Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna, Sicilia.

Ecosistemi dell’innovazione nel Mezzogiorno: come accedere al bando

Il bando Ecosistemi dell’Innovazione nel Mezzogiorno prevede quali soggetti ammissibili gli organismi o Enti di ricerca e startup o PMI innovative che si occupino di ricerca fondamentale, industriale o di sviluppo sperimentale.

Devono essere in cooperazione tra loro e/o con enti locali, imprese e altri soggetti pubblici o privati, in numero minimo di tre proprio per generare l’ecosistema di innovazione nel Mezzogiorno, inteso come sistema in cui una pluralità di attori tra loro interconnessi – istituzioni, società civile, settore privato, università, singoli imprenditori e altri – lavorano insieme su base continuativa per generare, testare e sviluppare idee e soluzioni innovative basate su un’azione coordinata e collaborativa e sull’utilizzo di risorse complementari.

Le attività che si prevede di sviluppare nelle infrastrutture oggetto di finanziamento dovranno ricadere in uno o più degli ambiti tematici del Programma Nazionale della Ricerca 2021-2027 quali, ad esempio, gli interventi rientranti nelle macroaree: salute, cultura umanistica e inclusione sociale, aerospazio, sicurezza, clima-energia e mobilità sostenibile, innovazione e digitale, bioeconomia e ambiente.

La proposta per partecipare agli Ecosistemi dell’Innovazione nel Mezzogiorno deve rispettare tutti i seguenti requisiti, a pena di esclusione:

a) avere un’estensione massima di numero 25 pag1ne (Times New Roman 11 interlinea singola);

b) indicare il periodo di realizzazione e l’ammontare complessivo dell’investimento;

c) descrivere le caratteristiche e le esperienze del soggetto proponente e dei partner, e il ruolo di ciascuno di essi;

d) descrivere le attività ad alta intensità di conoscenza che saranno ospitate nell’infrastruttura riqualificata al completamento dell’investimento (attività di ricerca e sviluppo, trasferimento tecnologico, alta formazione, incubazione d’impresa e altre attività ad alta intensità di conoscenza);

e) descrivere le caratteristiche dell’infrastruttura, sia nello stato attuale che nella configurazione finale, a completamento dell’ investimento materiale finanziato dal presente avviso;

f) specificare se l’area in cui si intende realizzare l’intervento di riqualificazione: è già proprietà del soggetto proponente o di uno dei partner; è nell’immediata disponibilità o, in caso contrario, entro quale orizzonte temporale può entrare nella disponibilità del soggetto proponente o di uno dei partner; è soggetta a vincoli di carattere amministrativo/giudiziario, urbanistico, culturale-paesaggistico, ambientale; è oggetto di un’azione di riqualificazione urbanistica più ampia, già prevista all’interno di un piano urbanistico o altro strumento di pianificazione territoriale approvato;

g) descrivere la coerenza tra l’azione di riqualificazione infrastrutturale e la missione attribuita all’infrastruttura a conclusione dell’intervento di riqualificazione;

h) descrivere i benefici attesi in termini di impatto economico (creazione di una rete di collaborazione tra soggetti in grado di sviluppare attività ad alta intensità di conoscenza) e sociale (attrazione nell’area di capitale umano altamente qualificato e contrasto a fenomeni di migrazione di personale qualificato fuori dall’area; innalzamento dei tassi di partecipazione dei giovani a percorsi di formazione terziaria; reskilling e upskilling dei lavoratori residenti nell’area; promozione delle pari opportunità di genere e generazionali nonché inclusione professionale delle persone con disabilità);

i) descrivere le eventuali sinergie con altri progetti già in corso nell’area di intervento e la coerenza e complementarietà del progetto con altri quadri programmatori nazionali e regionali.

Progetti e costi

I progetti per lo sviluppo degli Ecosistemi dell’Innovazione nel Mezzogiorno non devono superare la durata massima di 36 mesi. L’ammontare dell’investimento consentito per ciascun progetto può variare tra i diecimila e i novantamila euro. Inoltre, il finanziamento può andare a coprire fino al 100% dei costi ammissibili che riguardano:

a) costi dei fabbricati e dei terreni destinati ad ospitare le attività di ricerca, trasferimento tecnologico e alta formazione, comprese le spese di recupero, ristrutturazione, riqualificazione e ampliamento degli immobili; sono ammissibili i costi delle cessioni a condizioni commerciali. Sono escluse le spese di manutenzione ordinaria degli immobili;

b) costi di macchinari, strumenti, attrezzature e degli impianti ad essi connessi, solo se di nuova acquisizione; sono inclusi i collegati diritti di brevetto, licenze, know how o altre forme di proprietà intellettuale

La domanda di candidatura dovrà essere presentata a pena di esclusione, esclusivamente tramite PEC, indirizzata a manifestazione.ecosistemi@pec.agenziacoesione.gov.it entro le ore 12,00 del 12 novembre 2021. Per maggior informazioni si consiglia di visionare il bando di ammissione a Ecosistemi dell’Innovazione nel Mezzogiorno.

Federica Colucci

Napoletana, classe 1990, Federica Colucci è giornalista, HR e communication specialist. Già responsabile della comunicazione dell'Assessorato al Lavoro e alle Politiche Sociali del Comune di Napoli, ha come expertise i temi del lavoro, del welfare e del terzo settore. Direttore editoriale di FMag.it

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button