RicercaInnovazione

Ricerca, l’European Patent Office finanzia fino a 150mila euro progetti sull’ecosistema innovazione

L’European Patent Office ha lanciato l’Academic Resarch Programme per finanziare la ricerca e la disseminazione risultati condivisi fra Enti ed Istituti di ricerca: il programma, lanciato nel 2017 e giunto alla quarta edizione, incoraggia la ricerca istituzionale, anche congiuntamente tra vari enti, e la disseminazione dei risultati.

I partecipanti possono beneficiare del supporto di interi Dipartimenti dell’European Patent Office per tutta la durata dei progetti – dai due ai tre anni – e viene messo a disposizione un budget consistente pari a 300.000,00 euro per Linea mentre i progetti selezionati riceveranno fino a 150.000,00 euro.

I progetti dell’European Patent Office

Per partecipare al bando dell’European Patent Office il progetto di ricerca deve rispondere ad una delle due linee suddivise in tre aree di ricerca:

Stream A, research area 1: From university research to innovation ecosystems: Misurare l’impatto della ricerca scientifica sul cambiamento tecnologico globale; Creazione di valore attraverso il trasferimento tecnologico università-industria in Europa; Uso rafforzato dei brevetti per il trasferimento tecnologico università-industria

Stream B, research area 2: AI for IP training and education: Impatto e uso della realtà aumentata e della gamification; Impatto e uso di vari canali: immagine, video e audio; Rilevanza dei sistemi di tutoraggio intelligente per l’educazione all’IP

Stream B, research area 3: AI in the domain of patents: Riassunti di brevetti basati sull’AI per l’addestramento e l’inferenza dei modelli; Generazione di dati sintetici per problemi con poche risorse; sfruttamento di informazioni multimodali

Le proposte di progetti per il bando dell’ European Patent Office possono essere presentate da singoli istituti di ricerca o da gruppi di istituti. Nel caso di gruppi di istituti, gli istituti partner possono provenire da qualsiasi parte del mondo, purché il richiedente del programma di ricerca (partner contrattuale) abbia sede in uno stato membro dell’Organizzazione europea dei brevetti. Il coinvolgimento di più partner accademici in una stessa proposta sarà considerato favorevolmente.

Le proposte di ricerca saranno valutate da un panel di esperti indipendenti specializzati nelle singole aree di ricerca, in base ai seguenti criteri stabiliti dal European Patent Office:

  • aspetti della ricerca in collaborazione
  • originalità e innovatività del quesito di ricerca
  • potenziali implicazioni politiche/imprenditoriali/sociali
  • impatto trasformativo (applicazione potenziale dei risultati della ricerca)
  • multidisciplinarità (specialmente per la corrente B)
  • chiarezza e qualità dello schema e della metodologia di ricerca proposti
  • capacità del candidato di completare con successo lo schema di ricerca
  • pertinenza del bilancio proposto

Le domande, in lingua Inglese, dovranno essere inviate tramite il form di Application (che contiene anche le Linee guida per la compilazione) al seguente link.

La scadenza per la sottomissione delle domande è il 15 ottobre 2021.

Redazione

Questo è lo spazio dedicato ai contenuti redazionali generici di FMag.it.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button