InnovazioneTecnologia

Soliscape, l’illuminazione combinata con l’acustica e l’IoT per ambienti smart

Già qualche mese fa, Soliscape – il progetto di illuminazione intelligente progettato da UN Studio e Delta Light centrato sul benessere delle persone – iniziò a fare capolino sul mercato milanese, in  in presentazione presso il Delta Light Studio, lo showroom milanese della multinazionale belga leader nel settore dell’illuminotecnica sito in via Bugatti,15.

Soliscape è un sofisticato sistema che combina l’illuminazione con l’acustica e l’IoT (Internet of Things), regolando il proprio funzionamento in modo dinamico ed adattativo in relazione al comportamento delle persone ed alle condizioni in cui queste operano, costruito idealmente intorno al concetto di luoghi human centric

L’innovazione tecnologica di Soliscape

A spiegare perché Soliscape è così tecnologicamente innovativo, è Danilo Mandelli, direttore della Project Management Division Delta Light HQ che spiega (nel video) come sia

 “Un prodotto che e cambia seconda di quelle che sono le esigenze: abbiamo la possibilità di inserire dei sensori che possono essere rilevare il livello di luminanza e della qualità dell’aria, la presenza di CO2 e l’umidità… si immagini per esempio in una meeting room o una conference room che si possano misurare questi valori e valutare e quante persone ci sono nell’ambiente: ce ne sono troppe, ce ne sono poche, quanto viene utilizzata quella stanza, è effettivamente un valore aggiunto per la società o per l’azienda? [Soliscape] si può anche applicare a qualunque ambiente domestico”  

Soliscape project
Soliscape Project

Il sistema di illuminazione Soliscape è stato presentato presso il Delta Light Studio Milano in via Bugatti, nell’ambito delle iniziative che Delta Light ha messo in campo per il Fuorisalone. Alla conferenza stampa di presentazione del hanno preso parte Ben van Berkel, fondatore di UNStudio, Jan Ameloot, CEO di Delta Light NV, Danilo Mandelli, direttore della Project Management Division Delta Light HQ e Gianluca D’Avino, country manager di Delta Light Italia.

Ma il design e la tecnologia di Delta Light saranno protagonisti del Fuorisalone anche negli eventi di solidarietà e di cultura. La più piccola lampada da incasso mai realizzata, il Nime by Dean Skira, è stata scelta per illuminare i dieci candelabri d’autore messi in vendita presso lo studio Offstage di piazza Bertarelli, nell’ambito dell’iniziativa benefica A flame for research, promossa a favore dell’Istituto di ricerche farmacologiche Mario Negri.

Al Teatro degli Arcimboldi, invece, i sistemi luminosi di Delta Light stanno contribuendo alla ristrutturazione di 4 dei 17 storici camerini. L’iniziativa Vietato l’ingresso, dal 6 al 10 settembre, permetterà ai visitatori di apprezzare, tra le altre cose, l’applicazione delle più moderne tecnologie di illuminazione ai luoghi “magici” della cultura, dove attori, musicisti e cantanti si preparano prima di entrare in scena. Il calendario completo delle iniziative promosse è consultabile sul sito Delta Light.

Redazione

Questo è lo spazio dedicato ai contenuti redazionali generici di FMag.it.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Translate »