RicercaInnovazioneUniversità

UniMarconi diventa Future Lab, il nuovo ecosistema di innovazione da settembre

L’Università Guglielmo Marconi (UniMarconi) rappresenta in se già un’innovazione: è una delle più longeve Università telematiche in Italia, fondata nel 2004 e riconosciuta ufficialmente dal Miur. Fin dagli esordi, combina formazione online e in presenza – possibilità che, nel 2004 rappresentava una pura avanguardia rispetto ai tempi attuali e post pandemici – grazie all’utilizzo di strumenti tecnologici innovativi e ad un orientamento internazionale.

Anche quest’anno, l’UniMarconi ha deciso di lanciare una sfida ponendosi essa stessa come ecosistema di innovazione: come sottolinea il Presidente e Direttore Generale dell’Ateneo, Dott. Alessio Acomanni,

intende assumere un ruolo di primo piano sia a livello nazionale che internazionale non solo nell’ambito della formazione a distanza ma anche nelle altre due funzioni essenziali che caratterizzano la sua mission, ovvero la ricerca scientifica e la terza missione”.

In questa cornice semantica e valoriale, fra le varie iniziative poste in essere, UniMarconi è diventata incubatore/acceleratore attraverso il progetto Marconi Future Lab, un nuovo strumento che permetterà di favorire la crescita di start-up e PMI innovative, anche valorizzando le proposte che arriveranno direttamente dagli studenti dell’ateneo, e di creare sinergie e rapporti di collaborazione sempre più forti con il territorio, la società e il tessuto produttivo.

UniMarconi e lo sguardo verso il futuro

L’innovazione, nel percorso di UniMarconi, continua proprio con il Marconi Future Lab: nel dettaglio, continua il Dott. Alessio Acomanni,

l’incubatore/acceleratore implementerà azioni di go to market e go to finance offrendo servizi di market analysis, business valuation, financial planning, funding e mentoring propri dei dipartimenti delle facoltà economia, giurisprudenza e tecnologie applicate dell’Ateneo online e favorirà l’accesso delle aziende innovative a forme di finanziamento privato attraverso l’incontro con diverse tipologie di investitori e l’apertura di tavoli periodici di open innovation con public utilities e grandi gruppi industriali”.

A partire dal mese di settembre, quindi, sarà attivo il nuovo incubatore per offrire un sostegno concreto allo sviluppo imprenditoriale di idee e progetti di studenti e piccoli imprenditori ai quali sarà riservato un fondo che verrà assegnato alle idee più innovative di oltre 50mila euro.

Il Marconi Future Lab è stato creato in collaborazione con GreenHill Advisory e sarà coordinato per l’USGM dal Responsabile dell’Area Ricerca e Sviluppo, Dott. Arturo Lavalle e potrà contare sul sostegno di primari istituti di credito nazionali ed enti pubblici.

Redazione

Questo è lo spazio dedicato ai contenuti redazionali generici di FMag.it.

Articoli correlati

Un Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Translate »