Impresa e StartupGreen

Microsoft Cloud for Sustainability, ecco cos’è la nuvola che rende le aziende green

Ancora passi in avanti sulla sostenibilità ambientale in casa Microsoft: arriva Microsoft Cloud for Sustainability, la “nuvoletta” che aiuterà le aziende ad essere più green e sostenibili. Come? Lo spiega la stessa azienda di software e tecnologie applicate, che da tempo sta investendo – sia in Italia che nel mondo globalizzato – in soluzioni che siano più vicine ai temi ambientali e alla cura del territorio.

In pochi mesi, infatti, la Microsoft è passata dalla sperimentazione del cloud per l’agricoltura sostenibile 4.0 in Italia a decisioni strategiche e piani di sviluppo come il progetto Ambizione Italia #DigitalRestart, il piano quinquennale di investimenti in tecnologie e competenze per accelerare la trasformazione digitale del Paese in linea con le priorità del Governo e, nemmeno a dirlo, del PNRR.

Microsoft Cloud for Sustainability, una nuova traccia green per le aziende

Proprio in occasione del lancio del progetto Ambizione Italia #DigitalRestart, l’azienda fondata da Bill Gates ha messo al centro un ragionamento: il nodo chiave a per la ripresa è la transizione ecologica, che di fatto procede di pari passo con quella digitale.

E nell’ambito del progetto Ambizione Italia #DigitalRestart non è mancato, infatti, un focus sulla sostenibilità, in linea con la vocazione di Microsoft a livello globale di diventare carbon negative entro il 2030 e sostenere l’innovazione per combattere il cambiamento climatico attraverso investimenti concreti nel Climate Innovation Fund.

Pertanto, è in questa cornice semantica che si inserisce il Microsoft Cloud for Sustainability, la nuova offerta cloud che fornisce alle organizzazioni una serie di informazioni complete, integrate e automatizzate per aiutarle ad assumere il controllo delle proprie iniziative ambientali e ad accelerare ogni singola fase del percorso verso la sostenibilità.

Microsoft Cloud for Sustainability è una categoria completamente nuova, che va oltre la mera acquisizione dei dati per aiutare i clienti ad aggregare i dati sulla sostenibilità in un modo fruibile. Include infatti offerte Software as a Service (SaaS) capaci di trovare origini dati e connettervisi in tempo reale, accelerare l’integrazione dei dati e la creazione di report, fornire una contabilità precisa del carbonio, misurare le prestazioni in rapporto agli obiettivi e, non ultimo, consentire alle organizzazioni di intraprendere azioni più efficaci grazie alla disponibilità di informazioni intelligenti.

Microsoft Italia

A cosa serve

 Microsoft Cloud for Sustainability può facilmente essere utilizzato, a titolo esemplificativo, per:

Fornire resoconti sulle emissioni di carbonio prodotte da cloud, dispositivi e applicazioni per monitorare e gestire il contributo specifico dei propri reparti. Potranno quindi connettere le origini dati di queste emissioni in un’unica vista per facilitare la generazione di report.

Offrire ai clienti una scorecard sulla sostenibilità per monitorare i progressi verso i propri obiettivi di riduzione delle emissioni; la scorecard include le emissioni scope 1-3 (come ad esempio le emissioni provenienti da sorgenti di proprietà di un’azienda, le emissioni di energia acquistata e tutte le altre emissioni).

Individuare specifiche aree di emissione e verificare se soddisfano i propri obiettivi di riduzione delle emissioni. Ad esempio, se un sistema HVAC (riscaldamento, ventilazione e condizionamento) non sta rispettando l’obiettivo di riduzione delle emissioni stabilito, l’azienda può chiedere alle operazioni di apportare i miglioramenti necessari per raggiungere tale obiettivo.

In altre parole, Microsoft Cloud for Sustainability può consentire a qualsiasi organizzazione di registrare, riferire, ridurre e sostituire le proprie emissioni in modo più semplice ed efficace. Per una gestione aziendale sicuramente più green e attenta ai bisogni dell’ambiente.

Federica Colucci

Napoletana, classe 1990, Federica Colucci è giornalista, HR e communication specialist. Già responsabile della comunicazione dell'Assessorato al Lavoro e alle Politiche Sociali del Comune di Napoli, ha come expertise i temi del lavoro, del welfare e del terzo settore. Direttore editoriale di FMag.it

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button