Impresa e StartupGreen

Premio Impresa Ambiente, parte oggi il bando che premia le aziende sostenibili

Il Premio Impresa Ambiente è promosso dalla Camera di Commercio di Venezia Rovigo, con la collaborazione di Unioncamere e il patrocinio del Ministero della Transizione ecologica. Nasce con l’obiettivo di dare un riconoscimento alle imprese, agli enti pubblici e privati italiani che abbiano dato un contributo innovativo a processi, sistemi, partenariati, tecnologie e prodotti in un’ottica di sviluppo sostenibile, rispetto ambientale e Responsabilità Sociale, nel solco degli obiettivi di sviluppo sostenibile di cui all’Agenda 2030 delle Nazioni Unite.

Il Premio Impresa Ambiente, inoltre, consentirà alle aziende premiate di partecipare all’European Business Awards for the Environment (EBAE), promosso dalla Commissione Europea (DG Environment) per riconoscere e promuovere le organizzazioni che danno un reale contributo allo sviluppo sostenibile e che permettono di mantenere la tabella di marcia disegnata dal Green Deal europeo, grazie ad iniziative che promuovono l’uso efficiente delle risorse, permettono il passaggio ad un’economia pulita e circolare, il ripristino della biodiversità e la riduzione dell’inquinamento.

Chi può partecipare al Premio Impresa Ambiente

Possono partecipare al Premio Impresa Ambiente le imprese (microimprese, piccole, medie e grandi imprese) iscritte regolarmente alla Camera di Commercio territorialmente competente. Per la sola categoria 4 “Migliore cooperazione internazionale per lo sviluppo sostenibile”, possono concorrere anche soggetti pubblici e/o ONG, purché almeno uno dei soggetti partecipanti alla partnership sia una impresa italiana operante con un Paese in via di sviluppo o con economia in transizione.

Essenziali sono i requisiti:

  • avere sede legale, o una sede operativa, nel territorio italiano;
  • essere in regola con il pagamento dei diritti annuali di iscrizione alla Camera di Commercio;
  • essere in regola con gli obblighi contributivi di cui al Documento Unico di Regolarità Contributiva (D.U.R.C.);
  • non essere in stato di liquidazione volontaria, né sottoposti ad alcuna procedura concorsuale;
  • i legali rappresentanti non abbiano riportato in sede penale, negli ultimi cinque anni, condanne definitive a pene detentive in materia di ambiente, salute e sicurezza sul lavoro e in materia edilizia e in materia urbanistica.

Le categorie cui candidarsi

Per il Premio Impresa Ambiente ci si può candidare per 5 categorie:

  1. La migliore gestione per lo sviluppo sostenibile: riservata alle aziende eccellenti con una visione strategica ed un sistema di gestione in grado di assicurare un miglioramento continuo ed un costante contributo allo sviluppo sostenibile. Gli aspetti ambientali, economici e sociali di sostenibilità devono essere chiaramente integrati nella mission aziendale e nelle politiche dell’organizzazione.
  2. Il miglior prodotto o servizio per lo sviluppo sostenibile: riservata alle aziende che abbiano sviluppato nuovi prodotti o servizi in grado di assicurare un contributo concreto allo sviluppo sostenibile e alla protezione dell’ambiente. I prodotti/servizi potranno essere di nuova concezione o l’evoluzione di modelli già esistenti, in grado di promuovere metodi di produzione e stili di consumo sostenibili che contribuiscono all’attuazione dei principi dell’economia circolare.
  3. Il miglior processo/tecnologia per lo sviluppo sostenibile: riservata alle aziende che abbiano sviluppato e applicato una nuova tecnologia di produzione che apporti un contributo concreto allo sviluppo sostenibile e alla protezione dell’ambiente. La nuova tecnologia potrà riferirsi ad un processo (o una tecnica) di nuova concezione o riguardare un’evoluzione di un processo (o tecnica) già esistente. In entrambi i casi la tecnologia dovrà assicurare una positiva ricaduta in termini di sostenibilità ambientale, impatto economico e sociale.
  4. La migliore cooperazione per lo sviluppo sostenibile: riservata alle aziende che abbiano sviluppato partnership internazionali che abbiano coinvolto una o più organizzazioni appartenenti a settori differenti (aziende private, enti pubblici, enti non governativi, istituzioni accademiche e di ricerca). I partner dell’organizzazione/i italiana/e dovranno appartenere a Paesi in via di sviluppo o Paesi con un’economia in transizione.
  5. Miglior contributo imprenditoriale alla biodiversità: riservata alle aziende che abbiano sviluppato un modello imprenditoriale di successo, un sistema di gestione, un prodotto o un servizio o una collaborazione con un Paese in via di sviluppo (come previsto nelle altre categorie di partecipazione) che nel contempo abbia apportato un contributo significativo alla riduzione della perdita di biodiversità e di supporto agli ecosistemi naturali.

E’ previsto, inoltre, il Premio Speciale Impresa Ambiente “Giovane Imprenditore” riservato agli under 40 e il Premio Speciale Impresa Ambiente “Start-up innovativa”.

Come candidarsi

E’ possibile candidarsi al Premio Impresa Ambiente a partire da oggi 1 luglio e fino al 20 settembre 2021. Per candidarsi, è compilare – previa registrazione – l’apposito formulario on-line presente sul sito web.

Federica Colucci

Napoletana, classe 1990, Federica Colucci è giornalista, HR e communication specialist. Già responsabile della comunicazione dell'Assessorato al Lavoro e alle Politiche Sociali del Comune di Napoli, ha come expertise i temi del lavoro, del welfare e del terzo settore. Direttore editoriale di FMag.it

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button