IntervisteImpresa e Startup

TicketWow, la piattaforma smart che connette commercio e consumo in un clic

Impreziosita da una moneta digitale, la piattaforma TicketWow promette di cambiare la user - experience rendendola più smart

Se dopo la congiuntura pandemica è cambiato il modo di approcciarsi alle user – experience, sta cambiando anche il modo in cui i gestori commerciali provano a mettersi in contatto con i potenziali utenti. A partire da Napoli, in questi giorni è arrivato TicketWow, una vetrina digitale che promette di essere più smart rispetto alle piattaforme già esistenti: un canale diretto fra l’offerta commerciale e il consumatore finale, mediante una comunicazione molto semplice e di facile utilizzo.

Una piattaforma arricchita da un particolare, il WoW Coin: “moneta” virtuale da utilizzare all’interno della piattaforma, un elemento capace di donare vantaggi sia al commerciante che al cliente finale. Ne abbiamo parlato con l’ideatore, l’imprenditore Bruno Russo.

Bruno Russo, in cosa TicketWow si vuole distingue rispetto a piattaforme che abbiamo già conosciuto come Groupon o simili?
“TicketWoW è una realtà molto più vicina alle esigenze dei consumatori, la nostra piattaforma semplice ed intuitiva fin dalla fase di registrazione rende subito l’idea su cosa cercare e che tipo di offerta gli viene proposta dai nostri partner e la cosa più interessante è che il consumatore paga direttamente il partner, senza inserire nessun pagamento in anticipo – con il rischio di incomprensioni che ben sappiamo succedere con altre piattaforme. Inoltre, c’è la nostra Moneta Virtuale “WoW Coin” che oggi dà la possibilità di poter scaricare le offerte presenti all’intero della piattaforma, ma che un domani non molto lontano, diventerà molto vantaggiosa sia per i consumatori che per i partner presenti con le loro offerte”.

Quali sono gli obiettivi a breve e a lungo termine?
“Nel breve periodo  avremo sicuramente da dare un forte impatto marketing, stiamo cercando di organizzare qualche sponsorizzazione su lidi balneari, così da far conoscere TicketWoW e poter scaricare l’app da quante più persone, abbiamo già avuto feedback positivi dai partner presenti e questo ci permette di continuare con tenacia e progettare i nostri obiettivi futuri tra cui un tour in Campania per il 2022 con un grande brand Internazionale e ovviamente una volta coperta la Campania, iniziare a far conoscere TicketWoW in altre regioni d’Italia”.

In che modo una piattaforma come TicketWow può essere utile al commerciante o all’attività di vicinanza?
“TicketWoW ha una forte attenzione verso i partner, essendo anche io un commerciante in prima linea, capisco bene cosa vuol dire avere un’attività, sicuramente in TicketWoW i nostri partner troveranno  molta disponibilità, cordialità e prontezza nel risolvere e gestire le offerte presenti per la loro attività, ma il punto di forza di TicketWoW nei confronti dei partner è la geolocalizzazione delle loro offerte, quindi il cliente che decide di consultare la nostra piattaforma per andare a mangiare al ristorante o semplicemente prendere un aperitivo, piuttosto che programmare un soggiorno vacanza, verrà indirizzato in base alla sua scelta o il luogo più vicino alle sue esigenze ed il gioco è fatto, questo per i partner è molto importante, non sono più loro che cercano cliente, ma saranno i clienti di TicketWoW a trovare loro, sicuramente li faciliterà molto in termini di programmazione pubblicitaria, di tempo ma anche di denaro”.

Quale modello di business garantisce la sostenibilità di una piattaforma che annuncia di non caricare commissioni sul commerciante?
“Per il partner in questa fase di Start il contratto prevede un inserimento gratuito di 2 offerte, ovviamente terminato il periodo di prova, l’inserimento all’interno della Piattaforma richiede un canone che è al di sotto del costo o di commissioni che offrono gli altri nostri potenziali competitor, ma anche questa farà la differenza di TicketWoW, rendere non vincolante e flessibile l’inserimento ed in più entrano in gioco anche i WoWCoin che nel caso del partner può essere un ottimo utilizzo in parte per il rinnovo del canone mensile”.

Federica Colucci

Napoletana, classe 1990, Federica Colucci è giornalista, HR e communication specialist. Già responsabile della comunicazione dell'Assessorato al Lavoro e alle Politiche Sociali del Comune di Napoli, ha come expertise i temi del lavoro, del welfare e del terzo settore. Direttore editoriale di FMag.it

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button