InnovazioneImpresa e Startup

Il luxury e Google Cloud per l’innovazione della customer experience

Il Google Cloud ingloberà nella sua “nuvola” anche i brand di lusso. Che l’innovazione sia il tema dominante di questo periodo storico ormai è noto a tutti. Complice la congiuntura pandemica, tutti i settori – dal turismo alla pubblica amministrazione, dalla ristorazione al commercio – si sono trovati di fronte una nuova sfida per rendere più accessibili e accattivanti i servizi offerti ai clienti – utenti. In altre parole, migliorare per sublimare l’approccio al pubblico, coinvolgendolo in pratiche inedite e trasformative.

E’ in quest’ottica che si pone l’accordo fra Google Cloud e il gruppo LVMH – al secolo, la multinazionale del luxury Moët Hennessy Louis Vuitton – che, come annunciato in un comunicato stampa diffuso dalla maison, ha deciso di puntare sull’intelligenza artificiale e sulle soluzioni tecnologiche della rete Google Cloud.

“Il nostro modello, basato su una visione a lungo termine, valorizza il patrimonio delle nostre Maison e stimola la creatività e l’eccellenza. È la forza motrice del successo del Gruppo e la garanzia del suo futuro.”

BERNARD ARNAULT, PRESIDENTE E CEO LVMH

La collaborazione fra LVMH e Google Cloud

La partnership fra Google Cloud e il gruppo luxury LVMH si pone nell’ottica di una crescita tecnologica globale del marchio: l’obiettivo è quello di rafforzare e sostenere le competenze umane del Gruppo mettendo a disposizione – sia per le operazioni strettamente commerciali e logistici che per la user experience personalizzata e orientata al cliente – i sistemi di intelligenza artificiale, machine learning e la gestione della privacy dei dati offerta da Google Cloud.

L’IA comincerà a far parte di ogni singola parte della value chain di LVMH, dallo sviluppo prodotto alla supply chain, alle interfacce con dipendenti, partner, e clienti, LVMH sfrutterà la tecnologia cloud all’avanguardia e i migliori strumenti di IA e ML di Google Cloud  per favorire lo sviluppo di nuovi casi d’uso aziendali su larga scala, per rispondere ai più alti standard dei clienti delle Maison.

LVMH otterrà anche il supporto di Google Cloud per migliorare la propria cultura dell’innovazione, compresa la creazione di programmi di aggiornamento e certificazione dedicati e inclusivi per i team delle Maison. Inoltre, entrambe le aziende esploreranno opportunità di co-innovazione e lanceranno una Data and AI Academy a Parigi per accrescere l’acquisizione di competenze e innovazioni in questi ambiti.

La partnership prevede altresì che LVMH utilizzi Google Cloud per modernizzare le componenti della propria infrastruttura IT, favorendo agilità, sicurezza, efficienza dei costi e performance su larga scala necessarie per supportare gli obiettivi di business.

Un approccio, quindi, a tutto tondo per rendere più tech anche i settori di lusso: “Questa nuova, senza precedenti e importante partnership con Google Cloud riflette le nostre grandi ambizioni in questo ambito. L’unione dei nostri approcci di eccellenza nei rispettivi settori, ci farà fare un passo avanti nell’utilizzo di dati e IA. Per noi, privacy, personalizzazione e lusso sono sinonimi, e questo non è destinato a cambiare. Le nuove opportunità offerte ai nostri clienti sono quello per cui i nostri talentuosi team in LVMH stanno lavorando: un’esperienza unica e indimenticabile” – afferma Toni Belloni, Group Managing Director, LVMH.

“Siamo orgogliosi di questa partnership, innovativa ed estesa, con LVMH volta a supportare l’innovazione del Gruppo tramite la tecnologia cloud e le possibilità fornite dall’IA. Insieme, possiamo guidare il futuro della customer experience nell’industria del lusso” – sostiene Thomas Kurian, CEO di Google Cloud. 

Federica Colucci

Napoletana, classe 1990, Federica Colucci è giornalista, HR e communication specialist. Già responsabile della comunicazione dell'Assessorato al Lavoro e alle Politiche Sociali del Comune di Napoli, ha come expertise i temi del lavoro, del welfare e del terzo settore. Direttore editoriale di FMag.it

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button