Impresa e Startup

Come creare una startup di successo? Il manuale per imparare

Cosa porta all'affermazione una startup? Lo spiega Massimo Ciaglia, autore del libro "Come creare una startup di successo? Teoria, Strumenti e Mindset per portare la tua startup a scalare"

Le Startup si sviluppano sempre di più e crescono parallelamente anche le pubblicazioni che riguardano le imprese innovative. Eppure restano ancora tante le perplessità su come costruire e rendere una startup di successo.

Per chi vuole conoscere meglio il mondo delle imprese innovative, per chi ha un’idea ma non sa come lanciarla, per chi l’ha già lanciata ma non non riesce a farla progredire, arriva “Come creare una startup di successo? Teoria, Strumenti e Mindset per portare la tua startup a scalare”. È il libro di Massimo Ciaglia che è un vero e proprio manuale per le startup.

Dimmi che startup sei… e ti dirò cosa fare

Nel libro l’autore condivide con i propri lettori le informazioni che permetteranno loro di pianificare il lancio della propria startup senza errori, così da portarla al successo. Ciaglia divide in sette passi il percorso di costruzione e di sviluppo di una startup, analizzandoli uno ad uno e spiegando praticamente le operazioni da mettere in campo.

Il libro, insomma, è «una vera e propria guida pratica in grado di rispondere a tutte le domande che uno startupper, un imprenditore, un business manager o uno studente curioso di questo ecosistema si pone quando affronta questa tematica», come spiega lo stesso autore.

«Nel manuale – racconta Massimo Ciaglia – affronto quindi argomenti cruciali per chi inizia questa esperienza per la prima volta, ma poi scendo nel dettaglio con tematiche più complesse, adatte sia a professionisti e sia a chi ha già maturato esperienze a riguardo».

Imparare dagli errori

Ciaglia parte dall’analisi degli errori commessi da molti startupper. Secondo l’autore il minimo comun denominatore dei passi falsi commessi da chi avvia un’impresa innovativa è la mancanza di metodo.

Ed è proprio questo l’obiettivo della pubblicazione: fornire alle startup un modello preciso da seguire, una mappa operativa che consenta allo startupper di minimizzare i rischi e di massimizzare l’efficienza operativa. Solo in questo modo il lettore avrà finalmente chiaro il processo su come trasformare un’idea in un progetto imprenditoriale, andando a creare un prodotto capace di soddisfare davvero il bisogno del mercato.

Il libro prende spunto dalle esperienze accumulate negli anni da Massimo Ciaglia. L’autore del manuale, infatti, è uno startup coach e mentor, business angel ed imprenditore seriale. Vanta un track record di successo con numerose startup in ambito ICT e digital.

L’autore: startupper in movimento

A soli 27 anni la sua prima exit in USA. Oggi è Ceo di Grownnectia, società di advisory che supporta le sturtup nelle loro strategie di scale-up e di fundraising e le corporate nelle attività legate all’open innovation. È autore del framework strategico The Sturtup Canvas e dell’omonimo libro disponibile su Amazon “The sturtup canvas. Il metodo per trasformare un’idea in un successo sicuro”.

È co-founder di Poleecy, la prima STARTUP insurtech di micro-assicurazioni basata su blockchain ed è tra i fondatori di Fondazione Homo Ex Machina, organizzazione tecnofilantropica nata per la salvaguardia e il benessere dell’umanità accelerata da idee e tecnologie digitali.

«Massimo Ciaglia è una vera e propria eccellenza italiana in tema di Startup. Questo suo ultimo lavoro non fa altro che portare un ulteriore contributo a questo mondo così affascinante e pieno di opportunità», dice Giacomo Bruno, editore del libro. «I numeri parlano chiaro. Se è vero che in Italia si respira una crescente aria di innovazione, è altrettanto vero che purtroppo solo pochi riescono a portare alla luce il proprio progetto e a renderlo profittevole. Grazie alle indicazioni fornite dall’autore nel suo libro, uno startupper ha oggi finalmente tra le mani una vera e propria mappa da seguire».

Il libro è disponibile su Amazon.

Dario De Martino

Nato all'ombra del Vesuvio il 18 marzo 1994, dopo la maturità classica e la laurea in scienze politiche alla Federico II diventa giornalista professionista lavorando per il "Roma", la testata più antica del Sud Italia. Sin da giovane racconta il mondo e le sue evoluzioni dall'osservatorio che definisce "privilegiato di una città unica per tanti aspetti e, seppur legata alle sue tradizioni, pronta ad adeguarsi alle nuove velocità del globo".

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button