Impresa e Startup

Erasmus per giovani imprenditori, al via le domande

Continuano i progetti Erasmus per Giovani Imprenditori: ecco come partecipare per fare un'esperienza aziendale all'estero o per ospitare giovani imprenditori

Chi non ha mai sognato di viaggiare zaino in spalla e cartina alla mano? Oppure di conoscere un Paese straniero in un’avventura on the road e magari provare ad immaginare come si vive o lavora lì? Spesso a complicare i sogni e a lasciarli nel cassetto ci sono gli impegni universitari o quelli lavorativi.

Ma una soluzione per i giovani imprenditori, intraprendenti, curiosi e con la voglia di scommettere su un futuro diverso, c’è: parliamo del programma Erasmus for young Entrepreneurs, giunto alla sua decima edizione.

Unico requisito utile? Avere almeno 18 anni e tanta, tantissima voglia di mettersi realmente in gioco ed acquisire nuove competenze.

Di cosa si tratta

L’Erasmus per Giovani Imprenditori è il programma di scambi finanziato dalla Commissione Europea e al quale partecipano 39 stati europei. L’iniziativa, attiva dal 2009, rappresenta l’opportunità di fare esperienze d’impresa in aziende di altri Paesi membri, stimolando l’internazionalizzazione delle PMI e la creazione di startup grazie al trasferimento di conoscenze tra realtà nuove o aspiranti tali e realtà già consolidate.

Il progetto Erasmus per Giovani Imprenditori serve ad acquisire le competenze necessarie per avviare e/o gestire con successo una piccola impresa in Europa. I nuovi imprenditori (New Entrepreneur) apprendono e scambiano conoscenze e idee di business con imprenditori già affermati, dai quali vengono ospitati (Host Entrepreneur) e con i quali collaborano per un periodo che va da 1 fino a 6 mesi.

Il soggiorno è cofinanziato dalla Commissione europea e, per questo, in fase di redazione del business plan bisogna essere bravi a prospettare tutte le spese, comprese quelle di vitto e alloggio. D’altra parte, gli imprenditori ospitanti potranno trarre vantaggio da visioni nuove, culture differenti ed idee innovative. Insomma, è un win-win per tutti.

Come funziona l’Erasmus per Giovani Imprenditori e come partecipare

L’abbinamento tra imprenditori nuovi e ospitanti viene effettuato con il supporto di centri di contatto locali, presenti in ogni Paese europeo, che operano da organizzazione intermediaria, con un expertise che va dal sostegno nelle attività di sostegno alle imprese alla guida nella compilazione della domanda di partecipazione, aiutando gli interessati nella formazione e nello stabilire un match o rapporto di successo con un partenariato idoneo per entrambi.

Le attività di questi centri di contatto locali sono coordinate da Eurochambres, l’Associazione Europea delle Camere di Commercio e dell’Industria.

Una volta compilata la domanda di partecipazione, sia come nuovo imprenditore che come ospitante, utilizzando lo strumento di iscrizione on-line il centro di contatto locale intermediario scelto valuterà entro due o tre settimane la candidatura, chiedendo eventualmente integrazioni per completare la domanda. Ricordiamo che non ci sono limiti di età per partecipare e che l’impresa, costituita o nascente, può occuparsi di qualsiasi settore.

Se il risultato dovesse essere positivo, la candidatura sarà resa pubblica sull’IT Tool e le altre organizzazioni intermediarie oppure gli imprenditori ospitanti iscritti potranno visionarla in modo da poter procedere con gli abbinamenti.

La contrattualizzazione del percorso di Erasmus per Giovani Imprenditori avverrà, previa accettazione della Commissione Europea, dopo che le parti coinvolte avranno raggiunto l’accordo su ogni dettaglio dello scambio (i.e. work plan).

Il rimborso spese è dovuto solo al nuovo imprenditore con modalità e tetti fissati dalla Commissione Europea.

Chi può partecipare: nuovi imprenditori e host

Il programma stabilisce che possono partecipare sia i nuovi o aspiranti imprenditori che imprenditori già affermati, in questo ultimo caso come host.

Se si rientra nella prima categoria, è importante sapere che occorre:

  • essere seriamente intenzionato ad avviare una tua attività sulla base di un solido progetto imprenditoriale;
  • aver costituito un’impresa nell’arco degli ultimi 3 anni;
  • risiedere stabilmente in un in uno dei Paesi partecipanti al programma;
  • avere un’idea o un progetto imprenditoriale concreto, riportato in un progetto d’impresa;
  • disponibilità a dedicare la motivazione e l’impegno alla collaborazione con un imprenditore esperto di un altro Paese partecipante;
  • contribuire allo sviluppo dell’attività dell’imprenditore ospitante mettendo a sua disposizione le tue competenze e le tue abilità;
  • essere disposto ad aggiungere i fondi necessari a complementare il finanziamento offerto dal programma per coprire i costi del tuo soggiorno all’estero.

Se, invece, si è un imprenditore già affermato e si desidera partecipare al progetto Erasmus per Giovani Imprenditori come soggetto ospitante, è fondamentale rispettare questi requisiti:

  • risiedere stabilmente in uno dei Paesi partecipanti  al programma;
  • essere il titolare-responsabile di una piccola o media impresa OPPURE una persona direttamente coinvolta nell’attività imprenditoriale come membro del consiglio di amministrazione di una PMI;
  • gestire un’impresa da diversi anni;
  • condividere le tue conoscenze ed esperienze con un nuovo imprenditore ed essere il suo mentore.

Federica Colucci

Napoletana, classe 1990, Federica Colucci è giornalista, HR e communication specialist. Già responsabile della comunicazione dell'Assessorato al Lavoro e alle Politiche Sociali del Comune di Napoli, ha come expertise i temi del lavoro, del welfare e del terzo settore. Direttore editoriale di FMag.it

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button