EconomiaImpresa e Startup

Mondadori, quando l’editoria diventa tech

La casa editrice acquisisce HEJ! e punta a migliorare la sua presenza digitale con bot e IA

Chi pensa che il settore dell’editoria non possa evolversi e aggiornarsi con l’innovazione digitale, il tech advertising e l’intelligenza artificiale non ha mai avuto a che fare con il Gruppo Mondadori, leader italiano nel settore. Se nel 2019 la casa editrice di Segrate ha fatturato 891,1 milioni di euro, occupandosi delle attività editoriali dalla creazione dei prodotti fino alla loro commercializzazione e distribuzione, oggi sono pronti a fare un ulteriore passo in avanti per rendere sempre più fruibile l’offerta di libri e prodotti editoriali e di accompagnare l’utente in una user experience che possa appagarlo nelle scelte di consumo.

Mondadori, infatti, guarda al futuro acquisendo HEJ!, la società fondata da Stefano Argiolas e Paolo De Santis nel 2017 e si concentra sull’utilizzo dell’’intelligenza artificiale applicata alla conversazione. In che modo? Mettendo al centro la user experience Hej! propone soluzioni che abbracciano la customer journey, cioè il processo di visualizzazioni, proposte e scelta che caratterizza l’interazione fra consumatore e azienda fino all’acquisto del prodotto. E lo fa “tenendo per mano” l’utente in tutti i touch point con l’utilizzo di alcuni strumenti quali i banner bot, ossia banner conversazionali che possano coinvolgere l’utente, e le campagne di conversational marketing che, grazie alla piattaforma proprietaria di analisi e business intelligence, sfruttano la conversazione tra l’intelligenza artificiale e l’utente per comprenderne le preferenze così da offrire loro un’esperienza tailor-made che li trasformi in clienti effettivi.

“Con questa acquisizione vogliamo crescere ancora e valorizzare la nostra presenza nel digitale, su cui in questi anni abbiamo continuato a investire in modo mirato per consolidare la nostra leadership – ha dichiarato Ernesto Mauri, amministratore delegato del Gruppo Mondadori – L’ingresso di Hej! nel perimetro di attività dell’area Media ci consentirà di rafforzarci in un settore ad alto potenziale, ma anche di sviluppare competenze a valore aggiunto, grazie all’integrazione di un team specializzato in intelligenza artificiale e nuove tecnologie”.

Questa operazione consente a Mondadori di creare, intorno a Adkaora, agenzia del gruppo specializzata nel mobile advertising e nel proximity marketing, un importante polo dedicato allo sviluppo del tech advertising, mettendo a disposizione delle aziende anche progetti di conversational mobile marketing. “Il know-how specifico di Hej! abiliterà lo sviluppo di nuovi modelli di campagne digitali da affiancare alle attuali tipologie di servizi, andando a completare un portafoglio che diventa sempre più ricco, innovativo ed efficace” spiega il gruppo editoriale di Segrate.

Gli aspetti legali dell’operazione sono stati curati per il Gruppo Mondadori dall’avvocato Luca Barlassina responsabile per la Direzione Affari Legali e Societari di Gruppo dell’area M&A mentre l’avvocato Paolo Bruni ha assistito i venditori.

Redazione

Questo è lo spazio dedicato ai contenuti redazionali generici di FMag.it.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button