Ricerca

L’italiana Cy4Gate entra nel progetto internazionale di ricerca del Fondo Europeo per la Difesa

"L’innovazione che nasce e si sviluppa nel settore della difesa e sicurezza è ciò di quanto mai più disruptive si possa pensare in termini capacitivi, nella considerazione che i prodotti e i sistemi realizzati sono chiamati ad operare in condizioni spesso estreme e in scenari operativi tutt’altro che comuni"

L’azienda cyber tutta italiana Cy4Gate è fra gli enti che hanno vinto il bando internazionale di ricerca finanziato dal Fondo Europeo per la Difesa (EDF): un “premio” per l’Italia, che aumenta la sua visibilità in Europa sulla cybersecurity e nel contesto dell’aerospazio e della difesa.

Il contesto

La Commissione Europea, il 20 luglio scorso, ha deliberato l’assegnazione di €1,2 miliardi per l’implementazione di 61 progetti di Ricerca nel settore Aerospace & Defence. Uno dei progetti, denominato ”AI Framework for Improving Cyber Defence Operations” (AInception), è stato aggiudicato al consorzio di cui fa parte Cy4Gate (unica azienda italiana) e si prefigge lo scopo di sviluppare tecniche e tool che – basati sull’uso di avanzati algoritmi di intelligenza artificiale – siano in grado di individuare tempestivamente possibili intrusioni malevole su sistemi e apparati, generando degli alert che evitino che l’attacco cibernetico possa esplicare i suoi effetti su attività vitali per la difesa e sicurezza.

Tutte le operazioni militari, ormai, fanno pieno affidamento su una serie di infrastrutture e servizi ICT la cui resilienza è posta a dura prova dalle sofisticate capacità di cyber attacco che i threat actors pongono in essere. L’implementazione di tecniche di risposta agli attacchi sfruttando l’intelligenza artificiale è particolarmente promettente per il supporto determinante che potrà fornire ai cyber security specialists nel respingere forme di aggressione digitale sempre più pressanti.

Il progetto, della durata di 3 anni e per un valore complessivo di circa €8,2 milioni (di cui €450 mila per Cy4Gate), vede come protagoniste aziende ed enti di ricerca di ben otto nazioni.

Il ruolo di Cy4Gate

Cy4Gate persegue ormai da anni iniziative rilevanti di Ricerca e Innovazione anche in contesti internazionali e in sinergia con altri partner in un ecosistema di cross-fertilization che arricchisce l’azienda in termini di competenze e capacità, permettendole di confermarsi come uno dei punti di riferimento nel contesto delle istituzioni europee sui temi di cyber security e cyber intelligence.

Il fondo Europeo per la Difesa (EDF) supporta la realizzazione di progetti di difesa a beneficio delle FF.AA. degli Stati membri per l’intero ciclo di ricerca e sviluppo, con un forte focus su quelle iniziative che realizzeranno tecnologie e sistemi all’avanguardia e interoperabili, incentivando una partecipazione transnazionale.

I progetti sono selezionati a seguito di inviti a presentare proposte (c.d. call) definiti sulla base delle priorità concordate dagli Stati membri nel quadro della politica di sicurezza e di difesa comune. Il Fondo è stato dotato di un budget di quasi €8 miliardi per il periodo 2021-2027.

Cy4Gate da sempre valorizza le iniziative di R&D svolte in un contesto di qualificati attori internazionali che rendono più efficace e focalizzata a chiari obiettivi strategici l’attività di innovazione. Solo nell’ultimo triennio 2019-2021, l’azienda ha preso parte a vario titolo e con successo a diversi bandi europei:

  • ECYSAP (European Cyber Situational Awareness Platform), con l’obiettivo di individuare i modelli teorici e le metodologie più efficaci per la realizzazione di prototipi di sistemi che implementano una capacità di cyber situational awareness in real time in scenari operativi di crisi;
  • CYBER4DE (Cyber Rapid Response Toolbox for Defence Use) per l’implementazione di un tool di reazione rapida alla minaccia cibernetica, capace di gestire incidenti informatici in scenari complessi sia nazionali che esteri;
  • REACT, per lo sviluppo di capacità c.d. CEMA (Cyber Electro Magnetic Activities) e per incrementare la cyber resilience nel dominio avionico;
  • GEODE (GalilEO for EU DEfence), sul tema della cybersecurity applicata al dominio dei satelliti.

Emanuele Galtieri, CEO e General Manager di Cy4Gate Group ha commentato:

“Le competenze e l’expertise che Cy4Gate ha maturato nel campo della cybersecurity vengono confermate dall’inclusione – anche a livello internazionale e in contesti molto competitivi – di team di specialisti dell’azienda in diverse progettualità d’avanguardia nel dominio del digitale. La Ricerca rappresenta per noi quella linfa vitale che ci permette di mantenere i prodotti allo stato dell’arte e in grado di offrire performance secondo i più alti standard richiesti dall’end user.

L’innovazione che nasce e si sviluppa nel settore della difesa e sicurezza è ciò di quanto mai più disruptive si possa pensare in termini capacitivi, nella considerazione che i prodotti e i sistemi realizzati sono chiamati ad operare in condizioni spesso estreme e in scenari operativi tutt’altro che comuni. Siamo pienamente soddisfatti di questa notizia e confidenti che i benefici di un progetto così sfidante e di frontiera sull’artificial intelligence porterà rilevanti benefici su tutta la gamma di prodotti e tecnologie offerte da Cy4Gate”.

Redazione

Questo è lo spazio dedicato ai contenuti redazionali generici di FMag.it.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button