EconomiaIstituzioni

Draghi agli industriali: “Italia in forte ripresa, far sì che sia duratura”

Il discorso del Presidente del Consiglio accolto con un'ovazione. Bonomi: "Chiamati tutti alla responsabilità"

Lunga standig ovation a Mario Draghi: “L’Italia vive oggi un periodo di forte ripresa, migliore di quello che avevamo immaginato solo qualche mese fa. Le previsioni del Governo stimano una crescita intorno al 6 percento di quest’anno, a fronte del 4,5 ipotizzato in primavera”.

Sono di forte incoraggiamento i dati e le previsioni snocciolati dal Presidente del Consiglio Mario Draghi in occasione della sua prima da premier al consueto congresso Confindustria.

I dati incoraggianti

“La produzione industriale – ribadisce Draghi nel suo intervento – ha superato a luglio il valore registrato prima dell’inizio della pandemia; le esportazioni del secondo trimestre di quest’anno sono state del 4,8 percento più alte che nello stesso periodo del 2019, prima della crisi sanitaria. A rafforzamento dell’economia si accompagna un miglioramento dell’occupazione: a luglio il numero di occupati è cresciuto di 440mila unità rispetto a un anno prima e c’erano 170mila disoccupati e 184mila inattivi in meno. Il mercato del lavoro è ripartito”.

Le criticità

“Ma ci sono ancora – ricorda Draghi – aspetti che destano disoccupazione. Tra i dipendenti, tre quarti dei nuovi occupati hanno ricevuto un contratto a tempo determinato. Nel 2020 più di due milioni di famiglie erano ancora in condizioni di povertà assoluta. La crescita che abbiamo davanti è in certa misura un rimbalzo legato alla forte caduta del PIL registrata lo scorso anno. L’economia italiana nel 2020 si è contratta dell’8,8 percento, una delle recessioni più profonde in Europa. Era quindi inevitabile che alla riapertura si accompagnasse una forte accelerazione dell’attività. La sfida per il Governo e per tutto il sistema produttivo e le parti sociali è fare in modo che questa ripresa sia duratura e sostenibile“.

La replica di Confindustria

Il discorso di Draghi è stato accolto da un’ovazione in sala. “Il fatto che il premier Draghi abbia dato un avallo così forte al patto per l’Italia ci chiama tutti alla responsabilità: a quel tavolo ci dobbiamo andare tutti per affrontare con grande determinazione tutti i temi di politica industriale sul tappeto”, commenta il presidente di Confindustria, Carlo Bonomi.

Nel corso della conferenza stampa seguita all’assemblea pubblica, a commentare le parole del presidente del Consiglio sull’esistenza di condizioni per “un patto economico, produttivo e sociale del Paese”. Un patto, questo, come ricorda ancora Bonomi, lanciato già nello scorso anno al suo debutto alla presidenza: “sono convinto che serva un sistema di relazioni industriali forti per rispondere allo tsunami economico e sanitario”.

Federica Colucci

Napoletana, classe 1990, Federica Colucci è giornalista, HR e communication specialist. Già responsabile della comunicazione dell'Assessorato al Lavoro e alle Politiche Sociali del Comune di Napoli, ha come expertise i temi del lavoro, del welfare e del terzo settore. Direttore editoriale di FMag.it

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button