Innovazione

I “taxi volanti” (ed ecosostenibili)? Presto potrebbero essere realtà

L’idea di avere “taxi volanti“, a basso impatto energetico, potrebbe essere presto una realtà tangibile. Se nelle previsioni fantascientifiche che hanno dominato gli anni ’80 e ’90, nei decenni del Duemila vi era l’idea che le auto potessero volare (chi non ricorda il celebre film del 1985 “Ritorno al Futuro“?), l’accordo siglato ieri fra Ita Airways e Airbus Italia va in direzione dello sviluppo di soluzioni ecosostenibili per la mobilità aerea (UAM).

Parliamo, in altri termini, di velivoli elettrici a decollo e atterraggio verticale (eVTOL) dal nome CityAirbus NextGen, attualmente in fase di sviluppo. Questi “taxi volanti” serviranno a rendere più sostenibile la mobilità aerea. Ma vediamo come.

Taxi volanti: come sarà il CityAirbus NextGen

Siamo d’accordo: probabilmente è ancora troppo presto per chiamarli “taxi volanti”, ma l’idea di fondo è che il CityAirbus NextGen sia progettato per trasportare fino a quattro passeggeri, incluso il pilota, in voli a emissioni zero.

La nuova generazione di “taxi volanti”, infatti, saranno sviluppati per volare con un raggio operativo di 80 km e per raggiungere una velocità di crociera di 120 km/h. Non è, al momento, pensato per raggiungere grandi distanze (come i voli Roma – Milano) ma per muoversi nel territorio più o meno circostante al punto di partenza.

L’accordo siglato fra ITA e Airbus, pertanto, prevede un approccio congiunto nei confronti degli stakeholder della mobilità locale al fine di integrare ulteriori partner per il lancio sicuro e sostenibile delle operazioni con il velivolo elettrico.

“La partnership tra ITA Airways e Airbus è iniziata con l’evoluzione verso aeromobili commerciali più moderni, più confortevoli ed ecologici, dotati di tecnologie all’avanguardia“, ha affermato Alfredo Altavilla, Presidente di ITA Airways. “Con questo accordo, la nostra partnership si espande al segmento della mobilità aerea urbana per un’offerta più ampia, incentrata sul cliente, innovativa e sostenibile per i nostri clienti”. 

Ma come sarà la prossima generazione di taxi volanti? CityAirbus NextGen è “un veicolo completamente elettrico dotato di ali fisse, coda a forma di V e otto eliche elettriche come parte del suo sistema di propulsione distribuito dal design unico”, spiegano le società in una nota stampa.

Guillaume Faury, CEO di Airbus, ha dichiarato:

“Questo accordo testimonia la forte relazione tra Airbus e ITA Airways. È un’opportunità per sfruttare la nostra ambizione condivisa – aprire la strada all’aerospazio sostenibile – e promuovere nuove soluzioni di mobilità aerea per il volo verticale a emissioni zero a sostegno delle nostre città e comunità entro la fine di questo decennio”.

Non ci resta che aspettare gli sviluppi futuri.

Federica Colucci

Napoletana, classe 1990, Federica Colucci è giornalista, HR e communication specialist. Già responsabile della comunicazione dell'Assessorato al Lavoro e alle Politiche Sociali del Comune di Napoli, ha come expertise i temi del lavoro, del welfare e del terzo settore. Condirettore di FMag.it

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button